HP Trio

Millecinquecento delfini massacrati e strage di balene in un solo giorno: orrore alle isole Faroe

Share

Orrore e rabbia alle isole Faroe dove domenica scorsa sono stati massacrati oltre 1.500 delfini nella tradizionale caccia che da secoli si svolge nel Paese. Le terribili immagini che mostrano le carcasse dei mammiferi sulla battigia di Skalabotnur a Eysturoy, e il mare color rosso sangue hanno fatto il giro dei social media scatenando l’ira degli ambientalisti ma anche di alcune organizzazioni che partecipano all’evento.

La Grindadrap, così si chiama la pratica barbarica, consiste nel trascinare i mammiferi, soprattutto balene, a riva e poi massacrarli con dei coltelli. Ogni anno, riporta la Bbc, vengono sgozzate circa 600 balene e 35-40 delfini.

Il massacro di domenica è senza precedenti. Nel 1940 ne furono uccisi 1200.

“È stato un grande errore“, ha ammesso il presidente dell’Associazione balenieri delle isole, Olavur Sjurdarberg. Secondo i media locali, la reazione della popolazione è stata “di smarrimento e shock a causa del numero straordinariamente grande” di delfini uccisi. Tuttavia un sondaggio effettuato dalla tv pubblica Kringvarp Foroya ha rivelato che mentre il 50% delle persone è contraria alla caccia dei delfini, l’80% è favorevole a quella delle balene.

Recent Posts

Liliana Segre sul prossimo Capo dello Stato: “Dovrà promuovere memoria e valori antifascisti”

Non è mai mancata, in questi primi giorni di voto. Fare la sua parte nell'elezione…

26 Gennaio 2022

Biancaneve, mai più con i sette nani. Peter Dinklage: “Basta con gli stereotipi del c… Ipocriti!”

Dopo il bacio del principe 'non richiesto' finito sotto processo, nell’epoca del politicamente corretto le…

26 Gennaio 2022

A 23 anni muore da solo in ospedale a Firenze, la Asl: “Imprevedibile arresto cardio-respiratorio”

"Un improvviso e imprevedibile arresto cardio-respiratorio". Per questo motivo, secondo la Asl Toscana centro, sarebbe…

26 Gennaio 2022

Migranti, la Polonia alza un muro di 186 chilometri al confine con la Bielorussia. Ecco che cosa sta succedendo

C’è un muro di silenziosa ipocrisia in Europa. Mentre tutti i Paesi dell’Unione europea, e…

26 Gennaio 2022

“Tranquilli, non è un’autobiografia”: Nina Zilli annuncia l’uscita del suo primo libro

“Soulettari e soulettare di tutta Italia, il mio romanzo è pronto!" Ad annunciarlo è direttamente…

26 Gennaio 2022

Dal Bastan FC di Herat al Centro Storico Leboswki di Firenze: la nuova vita di tre calciatrici afghane

In Afghanistan rischiavano la morte, ora sono libere di tornare a rincorrere la palla e…

26 Gennaio 2022