Per diventare campioni bisogna essere Insuperabili: il sogno di Alessio per uno sport senza barriere

Nata nel 2012 a Torino, la Onlus ha creato uno scuola calcio per ragazzi e ragazze con disabilità fisico-motorie, relazionali e comportamentali: “Per noi è fondamentale avere come partner Intesa Sanpaolo“

Insuperabili è una scuola calcio per ragazzi con disabilità, nata a Torino 10 anni fa ed oggi diffusa su tutto il territorio nazionale con 650 atleti che giocano in 17 sedi. In occasione dell’annuncio della partnership con Intesa Sanpaolo, Davide Leonardi, Co-founder Insuperabili, ha raccontato del loro metodo, il sistema costituito da molteplici figure professionali che insieme costituiscono l’equipe di lavoro che quotidianamente segue e allena tutti gli atleti.
“Vogliamo raccontare il nostro Metodo tramite una storia concreta, quella di un nostro atleta: Alessio -le sue parole – . Scopriremo insieme il suo percorso, la sua stagione e soprattutto come vive e come affronta quotidianamente lo sport. Il finale è tutto da scoprire, perché proprio come nello sport, non abbiamo un finale già scritto”.
Il sogno di Alessio, atleta della squadra Pre Agonistica, è quello di difendere i valori ed i colori di questa realtà con la maglia della Prima Squadra.

L’iniziativa

Nata nel 2012 a Torino, la Onlus Insuperabili ha creato uno scuola calcio per ragazzi e ragazze con disabilità fisico-motorie, relazionali e comportamentali

Nata nel 2012 a Torino, la Onlus Insuperabili ha creato uno scuola calcio per ragazzi e ragazze con disabilità fisico-motorie, relazionali e comportamentali.

Una banca e una onlus, una sinergia per promuovere lo sport e l’integrazione dei ragazzi con disabilità all’interno della società, attraverso il calcio, grazie alla partnership tra Intesa Sanpaolo e Insuperabili Onlus, il progetto nato nel 2012 con l’obiettivo di creare una scuola calcio per ragazzi e ragazze con disabilità fisico-motorie, cognitive, affettivo-relazionali, emotive e comportamentali.
L’idea su cui è nata la Onlus è che, attraverso il calcio, si possa garantire la crescita e l’integrazione di ragazzi con disabilità all’interno della società. “Il nostro cammino lo stiamo cercando nell’inclusione delle persone con disabilità all’interno della società grazie allo sport, in particolare il calcio. Il nostro metodo è costituito dalle persone e dalla loro professionalità: le professioni del coach, dello psicologo e dell’educatore, che insieme sono un’équipe di lavoro che segue e allena gli atleti” sottolinea Davide Leonardi, Cofounder di Insuperabili.

Insuperabili

Nata a Torino dieci anni fa, la Onlus oggi diffusa su tutto il territorio nazionale e Alessio è uno dei giocatori, atleta della squadra Pre Agonistica. Il suo sogno è quello di difendere i valori ed i colori di questa realtà con la maglia della Prima Squadra. Leonardi pensa che la storia di Alessia esplichi bene quale sia il metodo utilizzato dalla Onlus.
“Uno dei principali gruppi bancari in Europa e una onlus, due realtà diverse che però hanno molti aspetti in comune: la determinazione, lo spirito di squadra e l’orientamento al risultato. Con questo progetto Intesa SanPaolo mostra ancora una volta la sua sensibilità verso l’integrazione di tutti all’interno della società. E Leonardi si dice molto contento della collaborazione. “Per noi è fondamentale avere come partner Intesa Sanpaolo, leader di settore e soprattutto capace di guidaci e insegnare molto; abbiamo bisogno di fiducia da parte di chi ci incontro e vogliamo sentirci importanti. Vedere l’energia con cui Intesa SanPaolo ci accompagna non ci fa sentire soli nel nostro cammino”.