A Natale si può riciclare di più: la campagna per smaltire al meglio le scatole dei regali

Sapete quali sono le regole per smaltire la carta e le scatole dei doni di Natale? Mettetevi alla prova con il quiz "Che riciclatore sei?" ideato da Comieco per il lancio della campagna “Ridere fa bene. Riciclare carta e cartone pure”. Testimonial d’eccezione, Giovanni Storti e Giacomo Poretti

Natale è tempo di regali: tra chi ne riceve tanti e chi nessuno, chi “basta il pensiero” e chi invece ci mette mesi a prepararli. Insomma ce ne sono per tutti i gusti e di tutti i tipi: sostenibili, esagerati, concreti o ideali. La stima, che ‘pesa’ sul bilancio familiare parla, per quest’anno, di una spesa media per i doni da mettere sotto l’albero che si aggira intorno ai 119 euro (Fonte: Osservatorio Federconsumatori). Insomma spazio alla creatività, perché grandi e, soprattutto piccini, sono pronti a scartare. Ma che siano libri, capi d’abbigliamento o prodotti tecnologici, biscotti o rossetti, il classico pigiama o la nuova console, c’è una cosa che va al di là dei gusti e dei desideri: il minimo comun denominatore rimane la scatola. Infiocchtettato, impacchettato più o meno artigianalmente, decorato con carta raffinata o – come ben sanno le uova – racchiuso in semplici fogli di giornale trovati all’ultimo minuto in casa, ogni regalo infatti arriverà nelle mani di ciascuno opportunamente confezionato in un packaging che, nella gran parte dei casi, è fatto di carta e cartone. Insomma per i più fortunati ci saranno una montagna di pacchi e pacchetti da riciclare al termine delle feste. Ma non c’è da disperare, si tratta infatti di una vera e propria ricchezza per l’ambiente.

Nel periodo delle Feste è bene infatti ripassare bene le regole per fare una raccolta differenziata di qualità. Per questo Comieco ha pensato di lanciare la campagna “Ridere fa bene. Riciclare carta e cartone pure”, realizzata dall’agenzia Different e on-air dal 19 dicembre  su più canali: web, quotidiani,
radio e tv. Insomma un vademecum all’insegna del divertimento e del rispetto dell’ambiente. Perché a Natale, come dice un famoso spot, “si può fare di più”. Testimonial d’eccezione, Giovanni Storti e Giacomo Poretti, due membri del famoso trio “Aldo, Giovanni e Giacomo” che, con l’ironia consueta, sono protagonisti di gag divertenti e brevi sketch, finalizzati a mettere in evidenza piccole attenzioni che danno al riciclo la giusta qualità.

 

Che riciclatore sei? Rinfresca le regole

E se la campagna non fosse abbastanza, in concomitanza con il lancio Comieco ha voluto mettere a disposizione dei cittadini sul proprio sito “Che riciclatore sei?”, un mini quiz, sempre all’insegna del divertimento, che rivelerà all’utente quale ‘profilo di riciclatore’ gli si addice di più, spaziando tra il precisino e il disattento, in base alle sue abitudini quotidiane sulla raccolta differenziata e sul riciclo di carta e cartone. Pensata come un’occasione anche per confrontarsi con amici e familiari, in un periodo dove i giochi in compagnia la fanno da padrone – mi raccomando, la scatola si getta nel contenitore giusto! – quella di Comieco è una iniziativa che punta a mettersi alla prova in modo sincero e perché no, scherzoso.
Per prima cosa, però, è importante rinfrescare alla memoria le regole della raccolta differenziata di questi materiali, perché riciclare fa bene a tutti (se fatto con giudizio e con le dovute attenzioni): all’ambiente, alla città, all’intero Paese e anche allo Spirito… natalizio!
Ecco, quindi, le regole principali:

  • C’è uno scontrino (di cortesia) all’interno del regalo? Attenzione al materiale: stampato su carta termica non va smaltito con la carta perché può generare problemi nelle fasi del riciclo. Gettalo nella raccolta indifferenziata;
  • Prima di conferire l’imballaggio in carta, ricordati di togliere nastri adesivi, graffette e altri punti metallici:
    materiali non cellulosici di questo tipo vanno separati dalla carta.;
  • Appiattisci e comprimi gli imballaggi in carta e cartone per ridurne il volume, prima di conferirli nell’apposito
    contenitore;
  • E durante pranzi o cene? I tovaglioli di carta sporchi di cibo non vanno con la carta ma devono essere conferiti
    nell’umido. E la carta per alimenti? Nemmeno quella, a meno che non sia indicato appositamente sulla confezione;
  • Attenzione anche alla carta che avvolge il regalo, non è tutta uguale! Se si tratta di un giornale o carta da pacchi va
    nella carta, se invece è carta argentata o dorata no. Controlla bene, prima di avviarla a riciclo.
  •  In caso di ulteriori dubbi? Verifica le disposizioni del tuo comune di residenza.

Buono scarto dei regali e buone feste a tutti! Mi raccomando, divertitevi e fate del bene all’ambiente.