Achille Lauro in sella a Roberta: il toro gender fluid incanta l’Eurovision, ma niente finale

Il trapper 31enne in gara per San Marino propone il brano 'Stripper' che racconta la storia d’amore tra uno spogliarellista e una donna cowboy: "Perché bisogna essere liberi"

Achille Lauro  ha cavalcato il suo toro meccanico durante l’attesissima esibizione sul palco del Pala Olimpico di Torino, in occasione della seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest (conduzione affidata sempre a Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan ). Un cambio di rotta, che ha portato l’eclettico artistico a virare da un’immagine sexy, quasi femminina, a un ambientazione da rodeo. Ma niente finale per lui, in rappresentanza di San Marino: i  finalisti che si sfideranno sabato sera sul palco del Pala Olimpico sono infatti Belgio, Repubblica Ceca, Azerbaijan, Polonia, Finlandia, Estonia, Australia, Svezia, Romania e Serbia.

Achille Lauro Eurovision 2022

Achille Lauro (31 anni) sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022

Ma solo apparentemente… in realtà, infatti, il toro è rosa fucsia tendente al rosso cardinale (di nome fa Roberta) e lui con indosso un abbigliamento super sexy: tutina aderente semi trasparente nera con stivaloni texani. L’artista in gara con i colori di San Marino ha proposto un’esibizione travolgente per ‘Stripper’ con tanto di tema rodeo, ‘tor*’ meccanico dalle corna dorate, fiamme e boa di struzzo. Immancabile il bacio finale con Boss Doms.

Dall’abito da sposa alla tutina

Achille Lauro (31 anni) sul palco dell'Eurovision Song Contest 2022

Achille Lauro (31 anni) sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022

Prima di salire sul toro meccanico, ripetendo un gesto già visto a Sanremo, Achille Lauro si è avvicinato al suo chitarrista Boss Doms per un bacio sulle labbra, facendo impazzire il pubblico del palazzetto. Non c’è da stupirsi, basta ricordarsi come, in una delle sue apparizioni a Sanremo, Lauro si era presentato in abito da sposa e in un’altra si è battezzato.

Tornando all’Eurovision, già le prove in vista dell’esibizione in diretta per la semifinale erano andate benone, conquistando l’approvazione della stampa e del popolo di Internet. Achille Lauro è uno dei favoriti, potendo sfruttare il pubblico di casa, quello ‘interdetto’ a Mahmood e Blanco, che non possono essere scelti al televoto dagli italiani, mentre lui sì, proprio in quanto formalmente a Torino per San Marino.

Un personaggio che piace Lauro: sul web spopolano le immagini del cantante che rappresenta San Marino, re delle prove generali e della seconda semifinale in diretta su Rai 1. Laprova? Tanti i giovani che imitano il suo look.

Com’era vestito Achille Lauro

Stripper’, quindi… con finale in groppa al toro Roberta. Il cantante è stato applauditissimo durante la seconda semifinale. Per interpretare il suo nuovo brano, Lauro indossava una tutina nera completamente trasparente, con slip sgambati e copricapezzoli a stella, lungo boa nero, stivali da cowboy, cappellone di camoscio, trucco pesantissimo. E, naturalmente un toro tutto per lui da cavalcare. Animale finto, naturalmente, di quelli da locali Yankee, dove ci si mette in sella e si tenta di non farsi sbalzare, tutto rivestito di rosa fucsia è ribattezzato Roberta. Un toro gender fluid insomma. A fine esibizione, il Pala Alpitour si è acceso con un ‘Achille ti amo’ scritto su alcuni cartelloni mostrati al loro Idol dal pubblico.

Achille Lauro (31 anni) sul palco dell'Eurovision Song Contest 2022

Achille Lauro (31 anni) sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022

Che non si ferma davanti alle etichette, giocando ancora una volta sui ruoli e sulla necessità di abbattere ogni steccato. D’altronde Stripper racconta la storia d’amore tra uno spogliarellista e una donna cowboy.

Achille Lauro in una storia postata sul suo profilo Instagram

Achille Lauro in una storia postata sul suo profilo Instagram

Amore senza limiti e confini.  Non a caso, come spiega lui stesso a chi gli chiede spiegazioni sul suo brano: “E’ libero come voglio essere, liberi come bisogna essere”.

Lauro e l’amore

In una passata intervista, circa il suo orientamento sessuale il camaleontico performer aveva dichiarato: “Etero gay o fluido? Questo lo lascio al caso”. Per quanto molti fan siano convinti che Achille Lauro sia omosessuale, il trapper è sempre stato molto riservato circa la sua vita privata. Nel corso di un’ospitata a Domenica In, davanti a Mara Venier, il cantante ha rivelato come fosse fidanzato già da alcuni anni. La fortunata è una donna di nome Francesca, estranea al mondo dello spettacolo con cui condivide l’amore per i tatuaggi. La coppia, che sta insieme da oltre 4 anni, preferisce mantenere un altissimo riserbo sulla loro relazione e infatti circolano rarissime foto di loro due insieme. A far battere il cuore del ribelle Achille Lauro sarebbe quindi una graziosa fanciulla di cui si professa molto innamorato. Infatti sempre a ‘zia’ Mara Achille Lauro aveva confidato che l’amore è per lui di grande ispirazione, in quanto “motore di tante cose”.

Il brano

Achille Lauro partecipa alla seconda semifinale dell’Eurovision per San Marino perché, come sappiamo, a Sanremo sono stati qualificati Mahmood e Blanco, e lui è arrivato soltanto quattordicesimo (con un’altra canzone, “Domenica”). Ora ci riprova con ‘Stripper’, un brano che mescola citazioni e omaggi a molti dei suoi ‘mostri sacri’, a cominciare da Madonna, i Clash, i Beatles, ma anche a Loredana Berté – protagonista di un duetto a Sanremo per la cover e di una lettera a lei consegnata sul palco assieme a una rosa, che rimescola il testo di ’Sei bellissima’: “Per l’immensa artista a incredibile donna che è Loredana, mi sono permesso di scrivere un biglietto che forse sono le parole che tutti avremmo dovuto dirle da tempo”.

La seconda semifinale dell’Eurovision 2022

Achille Lauro e Loredana Bertè, l’omaggio a Sanremo

A Torino un nuovo gruppo di 18 Paesi si sfida per cercare di entrare nella finalissima di sabato. In gara un po’ di Italia, con Achille Lauro che canterà “Stripper” per San Marino ed Emma Muscat, maltese che ha partecipato ad Amici nel 2018. Ad aprire la serata la Finlandia, mentre gli ultimi ad uscire sono i We Are Domi della Repubblica Ceca.

Il plauso di San Marino

“Quella di Achille Lauro, che se l’è giocata fino all’ultimo minuto, è stata una sconfitta gloriosa, che ha portato San Marino su un palco molto importante“. Così il Segretario di Stato per il Turismo, Federico Pedini Amati, a San Marino Rtv all’indomani della sconfitta in semifinale dell’artista che ha rappresentato il Titano all’Eurovision Song Contest, a Torino. “Ci riproveremo il prossimo anno – ha anticipato – con la stessa modalità“, ovvero una gara aperta a tutti, indipendentemente dal Paese di provenienza. “L’esibizione di Achille Lauro è iconica ed è già nella storia dell’Eurovision“, ha aggiunto il capo delegazione di San Marino, Alessandro Capicchioni.

La scaletta della finale

Finlandia (The Rasmus – Jezebel), Israele (Michael Ben David – I.M), Serbia (Konstrakta – In Corpore Sano), Azerbaijan (Nadir Rustamli – Fade To Black), Georgia (Circus Mircus – Lock Me In), Malta (Emma Muscat – I Am What I Am), San Marino (Achille Lauro – Stripper), Australia (Sheldon Riley – Not The Same), Cipro (Andromache – Ela), Irlanda (Brooke – That’s Rich), Macedonia del Nord (Andrea – Circles), Estonia (Stefan – Hope), Romania (WRS – Llámame), Polonia (Ochman – River), Montenegro (Vladana – Breathe), Belgio (Jérémie Makiese – Miss You), Svezia (Cornelia Jakobs – Hold Me Closer) e Repubblica Ceca (We Are Domi – Lights Off).