Agevolazioni fiscali per chi dona alle no profit: da Parma l’idea dell’Act Bonus nazionale

Un’iniziativa strategica avviata dall’Associazione "Parma, io ci sto!" che ha avviato il progetto #Dieci per immaginare la città di domani: "senza escludere nessuno"

Una storia di inclusione, coesione sociale e partecipazione collettiva che ha come protagonisti la città di Parma e il suo territorio. A raccontarla è l’Associazione “Parma, io ci sto!”, nata nel 2016 per mettere a sistema idee e progetti con cui attrarre talenti e risorse e promuovere lo sviluppo territoriale. Presieduta da Alessandro Chiesi e forte di oltre 120 associati, “Parma, io ci sto!” ha avvertito l’esigenza di intraprendere oggi una nuova sfida che ponesse al centro il territorio e, ancor prima, la propria comunità. Nessuno escluso. Nasce così il progetto #Dieci, avviato a metà del 2021, che ha portato all’elaborazione di una visione a dieci anni per Parma e il suo territorio con al centro l’innovazione, la sostenibilità, l’inclusione e l’educazione, grazie al coinvolgimento di oltre 250 rappresentanti del sistema territoriale: dal mondo istituzionale, a quello della cultura, la cittadinanza, il mondo del business e del non profit, inclusi gruppi normalmente meno rappresentati quali i giovani e gli stranieri.

Inclusione come priorità in agenda

Alessandro Chiesi presidente di Parma io ci sto!

Coinvolgendo diversi attori pubblici e privati, l’associazione ha stimolato una riflessione corale partendo dalla domanda guida “Qual è la cosa più straordinaria che desideri accada nel territorio di Parma nei prossimi 10 anni, e oltre?”. Sono stati così raccolti desideri, prospettive e sogni in più di 250 ore di conversazione, catturate in piccoli gruppi di lavoro, per permettere a tutti di condividere la propria prospettiva per il futuro del territorio. Ed è da qui che nasce la concreta realizzazione di una visione di inclusione e opportunità per un territorio più sostenibile. Ben cinque le aree di lavoro individuate (educazione e cultura, innovazione e pionierismo, ecologia integrale, rigenerazione territoriale e valore sociale condiviso), che si intrecceranno alle aree strategiche in cui da sempre opera l’Associazione. Per ciascuna area sono stati individuati degli obiettivi e proposte 50 azioni attraverso cui “mettere a terra” il progetto e tendere progressivamente alla visione, nonché 7 azioni prioritarie ad alto impatto implementabili entro il 2023. In più si aggiunge una proposta normativa volta a supportare la realizzazione dei progetti a impatto sociale sui territori. Tale proposta, denominata “Act Bonus” prevede agevolazioni fiscali per i soggetti che effettuano donazioni a vantaggio di realtà virtuose che gestiscono progetti ad alto impatto sociale sui territori a livello nazionale. Un’iniziativa strategica avviata dall’Associazione “Parma, io ci sto!”.