Amanda Sandrelli: “Un figlio desideratissimo perso per un aborto che mi ha quasi tolto la vita”

L'attrice, figlia d'arte di Stefania Sandrelli e Gino Paoli, si racconta senza filtri a Verissimo. Dall'infanzia turbolenta alla storia d'amore con Blas Roca-Rey, finita nel 2013 ma da cui sono nati i figli Rocco e Francisco, le sue gioie più grandi

Oggi è mamma di due splendidi ragazzi, Rocco, 25 anni, e Francisco, 18. Ma Amanda Sandrelli, prima di diventare madre, ha dovuto subire il dolore immenso di perderlo, un figlio. L’attrice, ospite del programma pomeridiano Verissimo, ha voluto ripercorrere con grande sincerità e non poche emozioni la sua carriera e la sua vita privata, confessando anche un momento terribile che ha vissuto in passato. “Ero sposata da un anno quando aspettavo il mio primo figlio, ma ho avuto un aborto per una gravidanza extrauterina intramurale, che invece di interrompersi va avanti, nel mio caso fino ai quattro mesi e mezzo”. Un dolore che per una donna che desidera diventare madre è devastante, e soprattutto le stava anche costando la vita. Sandrelli ha raccontato infatti che quello “era un figlio desideratissimo, ma è stata una brutta botta e ho rischiato la pelle. Avevo paura di non potere avere altri figli anche se non era così, pensavo che i medici lo dicessero per consolarmi”.

Amanda Sandrelli, 57 anni, si racconta a Verissimo

Nel salotto di Silvia Toffanin la 57enne ha aperto il suo cuore e la sua anima, parlando dell’aborto e delle emozioni che in quel momento e nel periodo successivo l’hanno attraversata. “Ho vissuto un’esperienza durissima, compresa la lunga convalescenza. Il mio utero è un po’ malandato, rischiavo di non avere figli e invece ne ho avuti due: li considero un vero e proprio miracolo“. La vita infatti, alla figlia di Stefania Sandrelli e Gino Paoli, ha voluto dare un’altra opportunità, anzi due, i suoi miracoli, le sue gioie più grandi: “Quando è arrivato Rocco, è stato un miracolo, Francisco lo è stato ancora di più, con un utero un po’ malconcio e rattoppato”.

Il matrimonio e la rottura con Blas Roca-Rey

Rocco e Francisco sono frutto (tanto desiderato quanto sofferto) dell’amore tra Amanda e l’ex marito Blas Roca-Rey: i due si sono sposati nel 1994 ma nel settembre 2013, dopo 20 anni di matrimonio, si sono separati. Un altra prova dolorosa per l’attrice, che svela: “L’amore con Blas è nato a teatro, sono stati 20 anni incredibili, un amore con la A maiuscola. Io non mi sarei mai separata, sarei rimasta con lui per tutta la vita, è stato lui a decidere”. Una decisione che però le cade addosso come un macigno: “È stata dura, era la persona che avevo scelto per la vita, e ho visto la rottura come un fallimento. Poi – ammette – ho capito che non si portano a termine le cose da soli”. E oggi guardandosi indietro sono più i bei ricordi che i rimpianti, soprattutto perché tra i due ex è rimasto un rapporto di sincero affetto, soprattutto per i figli. “Siamo riusciti a esserci e a essere in contatto come genitori, perché si smette di essere coppia ma non si smette di essere genitori. Guardandomi indietro non ho sbagliato perché i figli li ho fatti con l’uomo che ho amato di più”.

Amanda Sandrelli e Blas Roca-Rey

Un nuovo amore

“Ci si può innamorare anche dopo i 50 anni, come un amore adolescenziale“. Nella vita di Amanda Sandrelli, però, a quasi 10 anni dal divorzio, è tornata a splendere la stella dell’amore. E in un momento di rinascita, anche della sua carriera, dopo la malattia che l’ha tenuta lontana dai riflettori (“Quando ho saputo di avere il cancro, ho pensato subito di essere destinata a morire. Con Blas e mio fratello mi confidai subito, a mia madre e mio padre ho preferito dirlo quando ho avuto chiaro quello che mi attendeva”) è tornata a teatro e ha ammesso di avere un nuovo compagno al suo fianco, che le ha fatto ritrovare il sorriso e la serenità. “La cosa buffa – dice sorridendo – è che non importa se ti innamori a 15, 40 o a 56 anni: le sensazioni sono uguali e ti senti un po’ ridicola. Mio figlio mi ha detto: ‘Sembri una mia coetanea!’”.

Amanda Sandrelli e il padre Gino Paoli

Il rapporto coi genitori

Lei stessa figlia di un amore travagliato, turbolento, da quei due nomi enormi del panorama dello spettacolo e della musica italiana, Amanda Sandrelli non nasconde, davanti alle telecamere di Verissimo, le difficoltà che ha affrontato in passato: “È vero, i miei genitori mi sono mancati, soprattutto mia madre, che è sempre stata molto fisica. Ma non mi sono mai arrabbiata con lei”, ha spiegato la Sandrelli. “Mi ha avuto giovanissima ed è ancora giovane, papà è abbastanza avanti con gli anni ma lo ricordo sempre uguale. Mia madre mi ha insegnato l’umorismo e ad essere sorridente e solare, mio padre il senso della leggerezza e della libertà. Il rapporto con mio padre non sempre è stato facile – prosegue la Sandrelli, che in effetti non ha mai utilizzato il cognome paterno – ma cercare colpe non serve e non mi è mai interessato”. Tra i due, con gli anni, si è creato un rapporto caratterizzato da una grande dolcezza, “Ora vederlo più fragile mi intenerisce molto. Oggi abbiamo un bel rapporto, è molto più tenero, mi manda dei messaggi d’amore che mi fanno emozionare di prima mattina”. E come mamma, Amanda, com’è? “Io cerco di essere una mamma libera, mai dura“.