Asciugamani di uguale colore per tennisti e tenniste: a Wimbledon fa ingresso la parità di genere

Fino allo scorso anno parure viola e verde per gli uomini, "stagionale" (in genere turchese e rosa) per le donne. Storiche gaffes, le differenze nei premi e la priorità ai maschi nell'assegnazione dei campi

Lo svizzero Roger Federer

Differenze di genere? Non si può più dire che gli organizzatori del torneo tennistico di Wimbledon se ne lavino le mani. Dopo numerose e storiche  gaffe come la differenza dell’entità dei premi fra tennisti e tenniste e la priorità data ai primi nella scelta dei campi, un altra discriminazione è caduta nell’edizione in corso a Londra.

Riguarda il corredo di asciugamani in dotazione ai partecipanti: finalmente tutti uguali, senza differenze cromatiche in base al sesso. Fino allo scorso anno, gli asciugamani erano rigorosamente nei colori verde e viola in tela championship per i signori e una coppia “stagionale”, nel 2019  turchese e rosa, per mistress e miss, signore e signorine. A proposito di gaffes, lo storico torneo britannico ne commetteva fino a qualche anno fa una davvero imperdonabile: amìnteporrela qualifica di lady o miss annunciando il nome e cognome delle giocatrici, classificate  in base allo stato civile.

Ora, quella un’elegante classificazione è decaduta. E anche la diversità cromatica degli asciugamani. Niente (differenze di) sesso: siamo inglesi.