Megan Thee Stallion crea un sito per i fan per aiutarli con la loro salute mentale

La rapper statunitense, 27 anni, ha voluto fornire al suo pubblico un servizio che raccolga risorse e associazioni utili

di MARIANNA GRAZI -
27 settembre 2022
Megan Thee Stallion 2

Megan Thee Stallion 2

Anche le cattive ragazze hanno giornate no. E Megan Thee Stallion si preoccupa della salute mentale dei sui fan. È da questi due punti fermi che la rapper americana è partita quando ha deciso di aprire un sito web, intitolato appunto "Bad Bitches Have Bad Days Too", che offre agli utenti un elenco ampio e diversificato di organizzazioni terapeutiche gratuite, varie linee telefoniche di assistenza in caso di crisi e luoghi dove trovare sostegno per la dipendenza da sostanze stupefacenti e alcool.

Megan Thee Stallion ha creato il sito: "Bad Bitches Have Bad Days Too" per fornire ai suoi fan informazioni e servizi utili alla loro salute mentale

La 27enne non è la prima artista che si interessa al tema della salute mentale. C'è infatti chi, come il cantante Shawn Mendes, ha deciso di interrompere il proprio tour di concerti per risolvere i suoi problemi, o chi invece punta a "disintossicarsi" dai social che provocano angosce, ansie e disturbi al proprio benessere, come aveva scelto di fare Selena Gomez – poi tornata sulle piattaforme – e come ha recentemente annunciato l'attore Tom Holland. Ancora, c'è chi come Ezra Miller, inizia addirittura veri e propri programmi terapeutici, per risolvere una volta per tutte anche qualche guaio causato dall'abuso di alcolici. Ma se spesso le star scelgono di staccare temporaneamente la spina dai riflettori per "guarire" personalmente, Stallion invece ci tiene a fornire al suo pubblico, ai suoi seguaci, tutte le 'armi' a disposizione nella battaglia per la propria salute psichica.
Megan Thee Shallion

Sul sito sono elencati centri terapeutici gratuiti, numeri di assistenza e cliniche dove si può trovare sostegno per la propria dipendenza

Un'attenzione particolare è rivolta inoltre ad offrire risorse per i membri di comunità tradizionalmente emarginate. Per esempio, c'è un link a un elenco che aiuta i membri della comunità LGBTQ+ a trovare il giusto psicoterapeuta e una sezione dedicata a organizzazioni come il "Black Emotional and Mental Health Collective" e "Melanin and Mental Health", che si rivolgono in modo mirato ai membri delle comunità nera e latina. Il nome del sito deriva da un verso del suo singolo "Anxiety". L'anno scorso la cantante aveva rivelato pubblicamente di andare in terapia dopo che sua madre, Holly Thomas, è morta di cancro al cervello nel 2019. È apparsa nella serie Facebook "La pace della mente con Taraji P. Henson", dove ha parlato del suo bisogno di aiuto. "A questo punto, in questo mondo, ho perso entrambi i miei genitori. Quindi ora mi chiedo: 'Oh, mio Dio, con chi devo parlare? Cosa devo fare?'. E ho iniziato a capire che va bene chiedere aiuto. Ed è giusto voler andare in terapia", ha spiegato la giovane artista.