Main Partner
Partner
Attualità

Acciaieria Azovstal, il soldato ucraino canta “Stefania” dei Kalush Orchestra sotto le bombe

di
Remy Morandi
Share

Nemmeno un giorno dalla vittoria all’Eurovision, che la canzone Stefania” dei Kalush Orchestra si è già diffusa come un messaggio di pace tra le forze armate ucraine. Dall’acciaieria di Azovstal è stato condiviso un video che mostra un soldato ucraino mentre canta sotto le bombe il testo della canzone vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2022. Ecco il video, ricondiviso dall’Ansa:

Il video del soldato ucraino che canta “Stefania” sotto le bombe nell’acciaieria di Azovstal è stato pubblicato dalle Forze armate ucraine su Telegram e ricondiviso da molte agenzie stampa, tra cui l’Ansa. Il militare è uno dei tanti combattenti che ancora sono asserragliati all’interno dell’acciaieria. Domenica notte, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che attualmente sono in corso i negoziati per far uscire le persone da Mariupol e dall’acciaieria di Azovstal. In un videomessaggio Zelensky ha dichiarato: “Stiamo proseguendo trattative molto difficili e delicate per salvare la nosta gente da Mariupol, da Azovstal. Ci occupiamo quotidianamente di questo. E la cosa principale è che gli accordi siano rispettati”.

Le forze armate ucraine non si fermeranno fino a quando non avranno recuperato il Donbass e le truppe russe non avranno cessato la loro offensiva nel Paese, ha dichiarato ancora il presidente Zelensky, per il quale “gli occupanti non vogliono ancora ammettere di essere in un vicolo cieco e di aver fallito la loro cosiddetta ‘operazione speciale‘”. “Tutta questa brutalità degli occupanti che l’Ucraina sta vivendo ogni giorno porterà solo al fatto che i soldati russi sopravvissuti riporteranno il male in Russia, lo restituiranno perché si ritireranno”, ha affermato il presidente ucraino.

Gli ucraini Kalush Orchestra hanno vinto l’Eurovision Song Contest 2022 con la canzone “Stefania” (Foto Ansa)

Kalush Orchestra: “Torniamo in patria a combattere”

Dopo la vittoria all’Eurovision Song Contest 2022, gli ucraini Kalush Orchestra hanno fatto sapere che stanno già per tornare in Ucraina, pronti a combattere: “Vogliamo ringraziare tutti gli ucraini che hanno votato per noi in tutto il mondo e quest’anno è stato davvero speciale per noi, per cui gloria all’Ucraina. Non abbiamo nemmeno pensato alla squalifica anche perché abbiamo paura, molta più paura per quelle migliaia di soldati che sono bloccati nella Azovstal circondata da 21mila soldati russi piuttosto che per noi. Il nostro compito era ed è quello di informare più gente possibile su ciò che sta accadendo”. Così in un’intervista a La Stampa ha dichiarato il cantante Oleg Pryukh, 28 anni.

Il frontman dei Kalush Orchestra abbraccia ora la speranza espressa dal presidente Zelensky che a Mariupol “l’anno prossimo la nostra nazione possa organizzare l’Eurovision in pace e tranquillità”. E afferma che ora la band torna in patria e che “siamo pronti a combattere e andare avanti fino alla fine se serve, perché le nostre famiglie sono là e in questo momento siamo preoccupati come fossimo con loro perché ci fa male sapere che stanno soffrendo”.

La madre Stefania, a cui è dedicata la canzone, “è molto orgogliosa di me e non vediamo l’ora di passare del tempo insieme”. E conclude: “La cultura ucraina e le nostre radici non sono state sradicate. Abbiamo testimoniato che sono vivissime. Speriamo da che da oggi la gente voglia scoprire la musica, i film ucraini e appena si potrà e sarà tutto finito vorrà visitare l’Ucraina”.

Recent Posts

Papa Francesco ancora contro l’aborto, sarebbe “come assumere un sicario”

Mentre le proteste e i tentativi di correre ai riparo -o alle armi "legali"- negli…

4 Luglio 2022

Omicidio Willy Monteiro, giustizia è fatta: ergastolo per i fratelli Bianchi

I fratelli Bianchi sono stati condannati all'ergastolo. I giudici della Corte di Assise di Frosinone…

4 Luglio 2022

Giorgia Soleri paladina del ‘my body my choice’. Dalla cena in reggiseno alle foto in topless

Un grido di libertà contro la cultura maschilista e bigotta: Giorgia Soleri non ci sta.…

4 Luglio 2022

Pride, aggressione omofoba a due ragazzi a Napoli, indignazione: “Presi a insulti e cinghiate”

Doveva essere un giorno di festa per due ragazzi che avevano partecipato al Pride di…

4 Luglio 2022

Usa, aborto negato a una bambina di 10 anni vittima di stupro. L’indignazione sul web

A una bambina di 10 anni, vittima di stupro in Ohio, è stato negato l'aborto,…

4 Luglio 2022

Battaglia parlamentare sulla cannabis: centrosinistra ‘timido’. Cosa prevede la legge

Non c’è solo lo Ius scholae: anche il testo sulla cannabis infiamma l’Aula della Camera…

4 Luglio 2022