Baseball, Alyssa Nakken è la prima donna coach nella storia della MLB: “Ero pronta per questo momento”

La 31enne ha rotto il tetto di cristallo di uno sport e di un ambiente considerato molto maschilista. L'allenatrice è entrata in campo nel terzo inning della partita San Francisco Giants - San Diego Padres (vinta per 13-2)

Un giorno storico per il baseball e il mondo dello sport in generale. La scorsa notte Alyssa Nakken è diventata la prima donna ad entrare in campo come coach in una partita della Major League Baseball (MLB), il campionato numero uno al mondo, nella sfida (vinta per 13-2) tra i suoi San Francisco Giants e i San Diego Padres. “Ero pronta per questo momento – ha commentato coach Nakken al termine della gara -. Non ho mai saputo se e quando sarebbe successo, ma ero pronta a intervenire non appena la squadra avesse avuto bisogno di me. Quindi sì, penso che significhi molto”.

Alyssa Nakken è la prima donna coach nella storia della Major League Baseball (Foto San Francisco Giants)

Alyssa Nakken, 31 anni, nata a Woodland in California, ha fatto il suo debutto in campo come coach nel terzo inning della partita, dopo che l’allenatore della prima base Antoan Richardson è stato espulso. È stato in quel momento che Alyssa Nakken, ufficialmente assistente allenatore dei San Francisco Giants, è stata chiamata per entrare in campo. L’espulsione di Richardson è arrivata mentre i Giants erano in vantaggio sui San Diego Padres per 10-1.

La 31enne era stata promossa assistente allenatrice dei Giants nel gennaio 2020. E anche in quel caso era stato rotto un tabù nella MLB, considerato un campionato e in particolare un ambiente molto maschilista. Nakken aveva già fatto la coach di prima base in una partita amichevole due anni fa, ma non era mai entrata in campo in una partita di stagione regolare. “Ora – ha commentato coach Nakken – so esattamente come si sentono i nostri pinch hitter (i sostituti battitori, ndr) quando Kai Correa (l’allenatore della panchina dei Giants, ndr) dice loro di prepararsi. Per me è una bella sensazione – ha aggiunto – capire cosa stanno passando i nostri giocatori”.

Nel gennaio 2020, la ex giocatrice di softball alla Sacramento State University unitasi ai San Francisco Giants nel 2014, è stata nominata assistente allenatrice di Gabe Kapler, diventando così la prima donna a prestare servizio come allenatrice a tempo pieno nella storia della Major League Baseball. Dopo il suo debutto in campo come assistente allenatrice, il 23 luglio 2020, nella partita contro i Los Angeles Dodgers, Alyssa Nakken ha donato la sua maglia alla National Baseball Hall of Fame di Cooperstown, New York.

“È un po’ surreale, ad essere onesti”, disse nel 2020 la Nikken. “Le parole non rendono nemmeno giustizia, ma è un grande onore poter fare una donazione del genere. Va oltre i miei sogni più sfrenati, quindi sto ancora cercando di trovare le parole appropriate per descrivere come ci si sente. Ma penso che sia un simbolo di tutti i passi enormi che così tante donne e uomini hanno compiuto per aiutare a spianare questa strada e aprire questa porta”.

L’eccezionale serata della Nikken è arrivata pochi giorni dopo un altro momento storico per le donne nel baseball. La scorsa settimana, Rachel Balkovec è diventata la prima donna a gestire l’affiliata di una squadra della Major League Baseball, ossia la Single-A dei New York Yankees, i Tampa Tarpons. Nel suo debutto in campo la Balkovec è riuscita a vincere per 9 a 6 contro i Lakeland. “Non ho mai sentito il mio nome cantato in quel modo. È stato così divertente”, ha detto Rachel Balkovec al termine della gara.