Black pride e polizia brutale: Formation di Beyoncé è il più bel video di tutti i tempi secondo Rolling Stones

La rivista ha stlato la classifica delle migliori clip di tutti i tempi in occasione del 40° anniversario di Mtv. Al secondo posto Johnny Cash, al terzo Madonna, soltanto decimo Michael Jackson

Il razzismo, la brutalità della polizia, il black pride e la cultura creola della Luisiana sono i temi principali di ’Formation’ la clip di Beyoncé che la rivista Rolling Stone ha giudicato il miglior video musicale di sempre. Grazie a questo riconoscimento, la cantante statunitense porta a casa un altro primato, oltre a quello di artista donna con il maggior numero di Grammy vinti (28). La rivista ha infatti messo sul podio il videoclip di ‘Formation’, brano contenuto nell’album ‘Lemonadè del 2016. La classifica è stata stilata in occasione del quarantesimo anniversario di Mtv, il canale televisivo a tema musicale.

“Se il visual album (con 14 brani e 17 video) ‘Beyoncé’ ha reso l’omonima cantante una delle artiste più grandi di tutti i tempi – ha scritto Rolling Stone nelle motivazioni – il video di ‘Formation’ (e il conseguente album Lemonade) hanno fatto di lei una delle più importanti protagoniste della musica e non solo“.

Il video è stato girato a Los Angeles, California, è stato diretto da Melina Matsoukas e oltre a quelli a tema razziale e dell’orgoglio dei neri d’America, contiene riferimenti all’Uragano Katrina, Antebellum e alla cultura creola della Louisiana. Il video musicale modifica la canzone in modo tale da includere interpolazioni parlate dall’artista Big Freedia e la personalità di YouTube Messy Mya, che è stato assassinato a New Orleans nel 2010.

Il filmato comincia con Beyoncé seduta sul tetto di una Ford Crown Victoria Police Interceptor in una strada completamente allagata. Poi si vede un uomo in possesso di un giornale con la faccia di Martin Luther King Jr. con il titolo ‘The Truth’. Seguono delle scene con un ragazzo incappucciato che si esibisce in passi di break dance davanti ad alcune auto della polizia, con alle spalle un muro pieno di graffiti con le parole ‘smettete di spararci’. Nel video appare anche la figlia, Blue Ivy Carter. All’epoca sempre il Rolling Stone scrisse che “nell’era di #BlackLivesMatter, la canzone era assolutamente necessaria”.

Formation è stata successivamente collocata al primo posto nella lista «50 Best Songs of 2016» della stessa rivista. Al secondo posto della classifica c’è ‘Hurt’ di Johnny Cash, al terzo ‘Vogue’ di Madonna mentre ‘Billie Jean’ di Micheal Jackson è al decimo posto.