Blanco da brividi all’Angelus: il rapper canterà per Papa Francesco in piazza San Pietro

Il 19enne, vincitore del Festival di Sanremo 2022, in coppia con Mahmood, si esibirà per il Pontefice nel Lunedì dell’Angelo alla veglia di preghiera per i giovani in Vaticano, di fronte a 60 mila ragazzi. Sul palco fra gli artisti anche Matteo Romano

Blanco  canterà prima dell’Angelus di Papa Francesco in Vaticano. Il rapper 19enne vincitore del Festival di Sanremo 2022 con il brano ‘Brividi (in coppia con Mahmood) sarà infatti tra i protagonisti dell’Angelus del Papa lunedì di Pasquetta, il prossimo 18 aprile.

Fan in delirio per Blanco (19 anni) : nella foto Ansa il rapper in concerto al Teatro della Concordia di Torino, il 13 aprile 2022

Fan in delirio per Blanco (19 anni) : nella foto Ansa il rapper in concerto al Teatro della Concordia di Torino, il 13 aprile 2022

Riccardo Fabbriconi, questo il vero nome del giovane cantautore, è stato scelto dalla Santa Sede per cercare di “parlare ai giovani e fargli un regalo“, ed è anche per questo motivo che il musicista si esibirà davanti ai 60 mila adolescenti provenienti da tutte le diocesi d’Italia, nel pellegrinaggio promosso dal Servizio Nazionale per la pastorale giovanile della Cei. Ma ad ascoltare la sua musica, non ci sarà solo il popolo di adolescenti – quelli che hanno ’bruciato’ 300 mila biglietti, esaurendo in appena 72 ore tutte e 34 le date di quel Blu Celeste Tour che lo terrà sulla strada fino a settembre – ma una platea eterogenea, unita dalla Fede e dall’amore per la Pace. Sarà una grande emozione, anche per lui.

Blanco e l’amore per la famiglia

Blanco abbraccia i genitori dopo la vittoria del Festival di Sanremo 2022

Mentre in tv lo svagato Valerio Lundini duetta la sua ‘Brividi’ con Topo Gigio e ancora echeggiano gli strascichi delle polemiche sulla sua apparizione in reggiseno e le critiche mosse fatti all’amico Achille Lauro – ’reo’ di aver accettato di partecipato all’Eurovision 2022 con l’inedito “Stripper” rappresentando San Marino – Blanco si prepara al live che forse non avrebbe mai immaginato di far: uno dei fenomeni musicali di questi ultimi anni, amato dai fan per brani come ’Mi fai impazzire’, ’Notti in bianco’ e ’Blu Celeste’, apparirà infatti davanti ai fedeli con la mission di avvicinare il pubblico più giovane. Nel frattempo si gode il successo del suo tour nei palazzetti, che sta incontrando tutti sold out; inoltre si avvicina a grandi passi la serata dell’Eurovision, che si terrà a Torino dal 10 al 14 maggio, dove (in coppia con Mahmood) cercherà di bissare il successo del 2021

Fan in delirio per Blanco (19 anni) : nella foto Ansa il rapper in concerto al Teatro della Concordia di Torino, il 13 aprile 2022

Fan in delirio per Blanco (19 anni) : nella foto Ansa il rapper in concerto al Teatro della Concordia di Torino, il 13 aprile

“Il palco è il momento è il massimo dell’amore… meglio del sesso – le parole di Blanco nell’intervista rilasciata ad Andrea Spinelli e pubblicata su Quotidiano Nazionale – . Amo la famiglia, ho sempre avuto un super legame coi miei genitori, non l’ho mai nascosto perché non m’interessa fare il maschio alfa. A Sanremo mi metteva un filo di ansia sapere che erano lì in platea a guardarmi, mentre ora mi esalta vederli in sala. L’orgoglio di mia madre, che un tempo mi diceva che ero stonato, è la cosa più bella del mondo“.

Blanco e la fede

Mahmood e Blanco vincono il Festival di Sanremo 2022

“Il mio bisnonno regalò una collana con la croce a mio nonno, mio nonno una simile a mio padre e lui una a me. A volte prima di andare in scena la bacio”. Gesto che ripeterà anche lunedì, perima della sua esibizione speciale. La giornata prevede l’arrivo del Papa, annunciato per le 17.30 di lunedì 18 aprile, ma prima dell’arrivo del Pontefice si alterneranno sul palco personaggi della tv e della musica che intratterranno i fedeli, con la conduzione di Andrea Delogu e Gabriele Vagnato, coppia rodata anche dal programma di Raidue ‘Tonica’.

Il programma della giornata e Matteo Romano

A partire dalle 16, infatti, decollerà la festa in piazza che vedrà impegnato anche un altro cantautore molto amato dai giovani, ovvero Matteo Romano: anche il cantautore cuneese si esibirà per Papa Francesco nel Lunedì dell’Angelo alla veglia di preghiera per i giovani in Vaticano, di fronte a 60 mila ragazzi. La notizia è stata diffusa ieri (giovedì) alla presentazione del maxi-evento in piazza San Pietro: Romano, la cui notorietà è esplosa al Festival di Sanremo dopo una fulminante carriera veicolata dai social (ha iniziato a marzo 2020, con il lockdown, postando sul web canzoni sue e cover che scriveva ed interpretava nella sua cameretta in centro a Cuneo) ha da poco ha compiuto vent’anni. E lunedì si esibirà per i giovani alla veglia di preghiera del Papa.

Blanco il primo sul palco

Il primo artista a cantare sarà Blanco, che aprirà l’appuntamento di preghiera con il Santo Padre due ore prima dell’arrivo del Pontefice in piazza San Pietro, previsto per le 18. I 60 mila ragazzi cominceranno ad affluire nella piazza centrale di Roma dopo il Regina Coeli, a partire dalle 14,30.

Blanco (19 anni), pseudonimo di Riccardo Fabbriconi

Blanco (19 anni), pseudonimo di Riccardo Fabbriconi

Ma forse è proprio la presenza di Blanco che fa più rumore, soprattutto per la sua immagine anticonformista: mentre continua il tour nei palazzetti, che sta incontrando tutti sold out, per lui si avvicina sempre più all’Eurovision, che si terrà a Torino dal 10 al 14 maggio, dove, in coppia con Mahmood, cercherà di bissare il successo del 2021 dei Mneskin. “Io e Ale (Mahmood) abbiamo già messo a punto il nostro set ormai da una ventina di giorni – conclude Blanco – . L’occasione è gigante, siamo orgogliosissimi di rappresentare il nostro paese e per questo canteremo Brividi tutta in italiano. Unico dispiacere averla dovuta tagliare di 24 secondi per stare entro il minutaggio stabilito dal regolamento“.

L’angelo tatuato di Blanco

L’angelo tatuato sul petto di Blanco (19 anni)

L’angelo tatuato di Blanco

Uno dei tatuaggi più grandi di Blanco,  molto visibile sul suo corpo, è un angelo con una corona di spine sul petto. È un rimando proprio alla sua persona: “Mi rappresenta perché ha la corona di spine come me che ho un lato veramente marcio. Ma è buono, io comunque sono un bravo ragazzo, non una testa di cazzo” ha spiegato in un’intervista a Rivista Studio. Su un piano più generale rappresenta la duplice natura umana, che racchiude in sé inferno e paradiso, luce e ombra. Appena sotto c’è il numero 2003: è il suo anno di nascita.