Bonus psicologo, dopo il No del governo arriva la petizione da 200mila firme per ottenerlo

Su Change.org i firmatari chiedono due bonus: uno iniziale da 150 euro una tantum slegato dall'Isee. E uno più consistente e progressivo: 1.600 euro annui per Isee da 0 a 15mila, 800 euro annui per Isee da 15mila a 50mila e 400 euro annui per Isee da 50mila a 90mila

La pandemia ha toccato psicologicamente tanti, ma specialmente i più giovani. Secondo i dati forniti dal Bambino Gesù di Roma i casi di tentato suicidio e autolesionismo – all’interno dell’ospedale pediatrico – sono aumentati del 30%. Lo stesso fenomeno viene registrato a Firenze dall’ospedale Meyer che – come riportato anche in questo articolo – ha dichiarato di avere i posti di neupsichiatria infantile pieni da mesi: “Il disagio era già in crescita ma con la pandemia è esploso tra isolamento, interruzione dei contatti e famiglie fragili che lo sono diventate ancora di più”, ha infatti dichiarato la direttrice sanitaria dell’ospedale Francesca Bellini. Mentre una rilevazione di Save the Children, che ha intervistato mille docenti di scuole elementari e medie, evidenzia che dall’inizio della pandemia (dichiarata dall’Oms l’11 marzo 2020) almeno 1 bambino su 4 è affetto da problemi psicologici. Infine, l’Istituto Pepoli riporta che nel 2021 il 27% dei pazienti che avevano intenzione di iniziare un percorso di salute mentale non ha potuto farlo per ragioni economiche e che il 21% per le stesse motivazioni è stato costretto a interromperlo

Bonus progressivo in base all’Isee: la proposta su Change.org

È in base a questo scenario che il governo dice un “No” che stride a una proposta, arrivata dal Parlamento e voluta all’unaniminità da tutti partiti, di inserire un “Bonus Psicologo” nella manovra 2022. Leggi qui il nostro approfondimento. Oggi, quell’idea, viene rilanciata da una petizione su Change.org che, al 10 gennaio 2022, ha già raggiunto quasi 200mila firme. I firmatari chiedono due bonus: uno iniziale da 150 euro una tantum slegato dall’Isee. E uno più consistente e progressivo: 1.600 euro annui per Isee da 0 a 15mila, 800 euro annui per Isee da 15mila a 50mila e 400 euro annui per Isee da 50mila a 90mila. “Non un investimento sostitutivo rispetto al servizio pubblico, che pure andrebbe potenziato – si legge nella petizione – ma una risposta di civiltà rispetto ai tantissimi che si rivolgono ai professionisti nel silenzio e nell’assenza di qualsiasi tipo di sostegno”. La sfida adesso è quello di far inserire il bonus nel Decreto Milleproroghe.