Be Unique: la campagna di moda che punta all’inclusione. Testimonial il paratleta Ossola

Per lanciare le collezioni primavera/estate la catena italiana di department store Coin punta a sensibilizzare sulle tematiche sociali esaltando l'arte, la bellezza e il valore dell'italianità e del Made in Italy

Made in Italy, arte, bellezza si fondono nella nuova campagna di advertising primavera-estate 2022 di Coin. Una delle maggiori catene italiane di department store presenta ‘Be Unique‘ ideata per il lancio delle nuove collezioni primavera/estate: sullo scenario dell’eterna (ed eternamente unica e bella) Roma, l’italianità e l’eccellenza della moda del Belpaese vengono esaltate anche attraverso un testimonial d’eccezione: sarà infatti Alessandro Ossola il protagonista che affianca ‘la dama’ Capitale nella campagna. Atleta paralimpico della nazionale di atletica leggera, presidente e co-founder di Bionic People, associazione no profit che Coin ha scelto di sostenere attivamente, con lui l’obiettivo che l’insegna di pone è quello di sensibilizzare gli acquirenti sui temi legati alla disabilità e all’inclusione sociale.

Alessandro Ossola

Alessandro Ossola, atleta paralimpico testimoniale della campagna Coin

Insomma per “Essere unici” si può anche avere una gamba ‘bionica’, ma vestire comunque alla moda. Le precedenti versioni avevano visto protagoniste Venezia e Milano, mentre in questo caso sarà la storia millenaria di Roma a fare da sfondo alla campagna, ideata interamente dalla direzione marketing di Coin. alla base c’è la volontà di esaltare l’arte, la bellezza ed il valore dell’italianità e del made in Italy: “La nuova stagione di Coin – spiega Monica Gagliardi, direttore marketing e digital transformation di Coin Spa – è ricca tante novità, sia in store che online, con un arricchimento costante di nuovi brand esclusivi e soprattutto nuove experiences per i clienti. La campagna Be Unique è un invito a scoprire ogni giorno la propria unicità ed autenticità – aggiunge Gagliardi – proprio come il campione paralimpico Alessandro Ossola, che ha saputo ridisegnare la sua vita con forza ed entusiasmo. Questo è l’augurio, dopo un periodo così complesso, che facciamo a noi e alla nostra bella Italia”. La nuova campagna sarà on air sui canali digitali, sui social network e sugli spazi destinati alla comunicazione negli store dal 9 febbraio prossimo.

Alessandro Ossola, atleta azzurro e modello bionico

Chi è Alessandro Ossola

Sul suo profilo Instagram si definisce un “modello bionico”. Alessandro Ossola, nato a Torino nel 1987, oggi è un campione nello sport e nella vita. Il velocista azzurro è stato finalista alle recenti Paralimpiadi di Tokyo. Di sé dice, nella bio: “Sono sempre stato un ragazzo solare, sportivo, pieno di voglia di fare e di vivere: ero sposato, amavo stare in compagnia e giocavo spesso a calcio” Poi nell’agosto del 2015 un incidente ha cambiato per sempre la sua vita: la moglie rimane uccisa e in seguito, dopo un mese in ospedale, Alessandro perde la gamba sinistra, ‘sostituita’ da una protesi. Il suo motto è “There is always more life to live”, “C’è sempre più vita da vivere” perché nonostante i momenti duri, difficilissimi, la vita va avanti e bisogna affrontarla a viso aperto, cercando di prendere il meglio che possa offrire. Di queste parole Ossola fa un vero e proprio mantra: “A livello mentale il cambiamento è stato ancora più grande perché ho dovuto ricominciare tutto da zero: ho dovuto imparare di nuovo a camminare, a muovermi, era cambiato il mio equilibrio e la percezione del mio corpo”.

alessandro-ossola

Ossola durante la finale dei 100m a Tokyo 2020

Lo sport è sempre stato una costante nella sua vita e grazie anche all’attività motoria il giovane è riuscito a reagire, a rialzarsi. A prendersi la sua rivincita: “Lo sport è stato per me un forte stimolo: ho iniziato con il golf per poi passare allo snowboard, ed ora ad atletica. Quest’ultima mi ha dato davvero molte soddisfazioni!”. In Giappone il suo sogno olimpico è diventato realtà e nei 100m piani è riuscito ad arrivare alla tanto ambita finale. E ora occhi puntati su Parigi 2024.

Ma l’obiettivo più grande, per Alessandro, è quello di supportare tutte le persone in difficoltà per trovare dentro di loro la forza di reagire di fronte alle proprie paure, insicurezze, davanti agli ostacoli più grandi. “Ho deciso poi di fondare un’associazione, Bionic People, con l’obiettivo di aiutare disabili e normodotati a non arrendersi mai e a cambiare l’idea che le persone hanno sulla disabilità”. Con ‘la prima associazione di ragazzi bionici in Italia’ porta alla luce storie, esperienze, vicende di persone con diverse tipologie di disabilità che hanno deciso di mettersi in gioco e raccontarsi. “Siamo certi che lo sport sia la chiave per riuscire a riprendere in mano la propria vita, per questo durante gli speech nelle scuole raccontiamo quando sia importante l’attività sportiva ed i valori che essa trasmette”.