Coma_Cose inviati speciali di Luce! L’intervista al sindaco di Milano Beppe Sala tra speranze, futuro, ripartenza e musica

Una lunga chiaccherata col primo cittadino di Milano per rompere le barriere tra politica e musica e trovare insieme una strada verso il futuro. Partendo proprio dalla loro "città delle promesse"

Hanno le Fiamme negli occhi (come il titolo del loro ultimo successo presentato a Sanremo) e talento da vendere, non solo nella musica ma anche come giornalisti. Veri e propri inviati speciali di Luce!, Fausto Zanardelli e Francesca Mesiano, i Coma_Cose, hanno intervistato il sindaco di Milano Beppe Sala nella splendida cornice della Triennale. Una lunga chiaccherata con il primo cittadino in cui Lama e California – i loro pseudonimi – hanno indossato i panni di intervistatori, con tanto di cartella con le domande scritte personalmente dai due.

 

Ripartenza post Covid, speranze, giovani, città e…  musica naturalmente.  Non vogliamo fare spoiler.  Ma vi basterà guardare il video per  capire che i temi affrontati con Sala sono tanti e per tutti i gusti, perché Luce! il nuovo progetto digitale curato dai giornalisti di Editoriale Nazionale in sinergia con le tre testate storiche Il Giorno, Il Resto del Carlino, La Nazione, è un canale dove non esistono barriere e a farla da padrone sono la diversità, la coesione sociale e l’inclusività. Con uno sguardo innovativo verso ciò che ci circonda. In questo caso, lo sguardo complice e sognatore dei Coma_Cose, i nostri inviati per un giorno.

Nei loro occhi l’intraprendenza “tipica milanese”, come sottolinea lo stesso Sala. Quel fuoco, quella Luce! che li contraddistingue nella musica e nella vita. Perché Fausto e Francesca non solo un duo artistico di successo, ma anche una coppia affiatata: “La nostra storia è cominciata proprio a Milano – ricordano –  Sullo sfondo c’era una manifestazione così nota e importante come Expo 2015″. Una storia iniziata dal fallimento di Edipo, progetto solista di Fausto che firma un contratto con una major e pubblica un album che non funziona. Così, senza soldi e senza voglia, è costretto a ripiegare su un lavoro da commesso. Dove? Coincidenze del destino o meno, in Porta Ticinese, dove lavorava California. È proprio Francesca, ex dj, a spronarlo a tornare sui suoi passi. Ma ben presto scoprono che insieme la loro musica funziona meglio.

Il nome Coma_Cose nasce da quel momento: “Ironizza sulla fase di coma artistico e di vita che vivevamo. Cose lo abbiamo aggiunto a caso perché su Instagram Coma era già preso da un altro account”. Dall’album di debutto, “Hype Aura”, sono passati due anni. Oggi Fiamme negli occhi, la canzone presentata quest’anno sul palco dell’Ariston, è singolo di platino. Tra sonorità indie rock e pop-rap, influssi di elettronica e cantautorato, i due sono stati in grado di conquistare un pubblico trasversale attraverso sonorità inedite e tutte da scoprire. Freschi, coinvolgenti e… spettinati. Francesca e Fausto non vedono l’ora di tornare a cantare dal vivo, a stare in mezzo alla gente e rompere quella solitudine forzata che il Covid ha creato. Magari proprio nella loro Milano, città di adozione e di sogni realizzati.
È la città che li ha accolti, come ha accolto Beppe Sala, il centro da cui parte la chiaccherata. Quella “Città delle promesse” per tanti giovani che sperano di trovarvi un futuro. Quella dell’Expo 2015 e delle Olimpiadi invernali con Cortina nel 2026. La Milano centro della cultura che, come dice il suo primo cittadino “riesce a coniugare bene la nostra storia con la capacità di andare avanti”. La Milano che, insieme alle altre città italiane, si mette in gioco per ricominciare a vivere dopo il coronavirus. Attraverso “la politica, che deve trovare soluzioni”  dice Sala, ma anche attraverso la musica che tanto ha dato conforto nei momenti più duri della pandemia (basta ricordare i pomeriggi trascorsi a cantare sui balconi, durante il primo lockdown) e che ora vuole tornare a risuonare forte nei teatri e nei concerti.
Andare avanti e guardare al futuro, scoprendo nuovi modi per farlo, per rinascere e ripartire. Senza mai perdere le speranze o rinunciare ai propri sogni. Con il fuoco dentro e la luce che brilla negli occhi. Questo è il messaggio lanciato dai “nostri inviati” Coma_Cose e da Beppe Sala nella video intervista che potete trovare anche su tutti i nostri canali social.