“Conosci i tuoi diritti e rivendicali”. Angelina Jolie e Amnesty International scrivono ai bimbi di tutto il mondo

Un libro per "armare i bambini e i ragazzi dei loro diritti perché possano combattere" e rivendicarli, contro le ingiustizie. Oltre all'organizzazione umanitaria e all'attrice, da sempre impegnata in cause solidali, ha collaborato alla sua stesura anche la professoressa Geraldine Van Bueren QC, una delle redattrici originali della Convenzione delle Nazioni Unite per i diritti del fanciullo

Angelina Jolie e Amnesty International hanno scritto un libro per far conoscere ai bambini e ai giovani di tutto il mondo i loro diritti e armarli contro le ingiustizie. Imperativamente il suo titolo “Know your rights ad claim them – Conosci i tuoi diritti e rivendicali” dice già tutto. Un libro di cui non ci sarebbe bisogno “se i governi mantenessero la parola data e se tutti gli adulti rispettassero i diritti dei bambini”, ha detto l’attrice di Eternals, “ma così non è” e, quindi, ecco pronto lo strumento per approfondirli: dal diritto all’istruzione, l’uguaglianza di genere e razziale, la libertà di espressione, la salute, al diritto di vivere in un clima pulito e un ambiente sostenibile.

La guida, che Greta Thunberg ha definito “perfetta per i giovani che hanno cura del mondo e vogliono fare la differenza”, è stata scritta in collaborazione anche con la professoressa Geraldine Van Bueren QC, una delle redattrici originali della Convenzione delle Nazioni Unite per i diritti del fanciullo. Oltre a passare in rassegna – articolo per articolo – le norme che tutelano l’infanzia e l’adolescenza, il testo esplora anche il mondo dell’attivismo giovanile che combatte a ogni latitudine del mondo, come una costellazione di esempi. “Storie incredibili di giovani attivisti, che sono in prima linea nel cambiamento dei diritti umani, che si tratti di campagne sul cambiamento climatico, sull’accesso all’istruzione o parlando contro la discriminazione razziale e la violenza armata: questi giovani ispiratori dimostrano il potere di difendere ciò in cui crediamo”, scrive Amnesty presentando la guida.

“I governi hanno firmato la convenzione Onu per proteggere i diritti dei bambini nel 1989, ma molti non riescono ancora ad ascoltare le loro voci. In alcuni Paesi, le bambine di nove anni sono costrette a sposarsi”. In più, a livello globale, oltre 61 milioni di bambini non frequentano le scuole primarie e, nel 2019, un bambino su 6 viveva in condizioni di estrema povertà, “un numero che è aumentato significativamente durante la pandemia”.

“Know your rights and claim them” dal 2 settembre è già disponibile nelle librerie del Regno Unito e per il pre-ordine negli Stati Uniti, in Australia, Nuova Zelanda e Grecia. Ma l’obiettivo degli autori è quello di pubblicarlo in tutte le lingue, portandolo nelle librerie di tutti i Paesi per consentire a molti milioni di giovani di combattere contro le ingiustizie che subiscono.”I bambini hanno diritto alla vita, alla dignità e alla salute, all’identità, all’uguaglianza e alla non discriminazione, a un luogo sicuro in cui vivere, alla protezione, alla partecipazione, all’integrità corporea, alla protezione dalla violenza armata, alla giustizia e alla libertà, alla privacy, ai diritti delle minoranze e degli indigeni, all’istruzione, a giocare, a esprimersi liberamente e a protestare pacificamente”, scrive Amnesty. “Diritti spesso disattesi“, prosegue la Jolie, che su Instagram ha pubblicato alcune fotografie insieme a bambini e ragazzi accorsi per i primi firma-copie: “Dato l’impatto devastante della pandemia, non è mai stato così cruciale armarli dei loro diritti perché possano combattere”.