Debbie Hewitt, prima donna a capo della Federazione inglese di calcio in 157 anni di storia

A gennaio 2022 assumerà il ruolo di presidentessa del governo calcistico inglese prendendo il posto del dimissionario (per insulti razzisti) Greg Clarke. È chiamata a risollevare la federazione da un momento di grave crisi finanziaria

Debbie Hewitt sta per diventare presidentesa della Football Association inglese. Il prossimo gennaio diventerà infatti la prima donna ad assumere questo incarico nei suoi 157 anni di storia. Hewitt, che è stata premiata con un MBE (Member of the Order of the British Empire) nel 2011 per i servizi al business e al settore pubblico, ha detto di essere “appassionata di calcio fin da giovane ed eccitata dall’opportunità di giocare la mia parte nel plasmare il futuro di qualcosa che significa così tanto per tanti”.

A dare la notizia è la stessa FA con un tweet: “Siamo lieti di annunciare che il nostro consiglio ha nominato Debbie Hewitt come nostro nuovo presidente da gennaio 2022, previa ratifica da parte del nostro consiglio”. Il Consiglio di Amministrazione della federcalcio, infatti, ha designato all’unanimità Hewitt dopo che questa è stata selezionata da una giuria di sette membri che ne ha elogiato la “eccezionale competenza in termini di presidenza e governance, in un’ampia gamma di settori aziendali”. La conferma della sua nomina dovrebbe arrivare il mese prossimo. Hewitt succederà a Greg Clarke, che si è dimesso dopo aver fatto pronunciato offese razziali davanti ad una commissione parlamentare. Nel frattempo, fino alla fine del 2021, a dirigere la federazione calcistica ci penserà Peter McCormick.

La nuova presidentessa è chiamata a dirigere l’organo di governo del calcio inglese in uno dei momenti finanziari più precari della sua storia. La FA ha infatti previsto perdite finanziarie causate del Covid-19 che raggiungeranno i 300 milioni di sterline entro il 2024 e ha licenziato 124 membri del personale. Le conseguenze del fallimento della Super League europea hanno anche causato interruzioni in tutto il moviento e il governo sta conducendo una revisione della governance del calcio in Inghilterra, che potrebbe portare all’introduzione di un regolatore indipendente.

Per questo Debbie Hewitt, che ha alle spalle un’importante esperienza nel mondo degli affari, è stata ex amministratrice delegata di RAC ed è l’attuale presidentessa non esecutiva di Visa Europe, è subito apparsa la persona giusta al momento giusto. Inoltre ha trascorso 6 anni nel consiglio di amministrazione di The Restaurant Group plc, che possiede Wagamama e Frankie and Benny’s. Secondo quanto riportato dal tabloid britannico The Guardian, Hewitt, in merito alla crisi, ha dichiarato: “Come hanno dimostrato gli eventi degli ultimi mesi, questo è un momento significativo per il calcio inglese, con un chiaro scopo per tutte le parti interessate di garantire la salute a lungo termine del sistema a tutti i livelli”.