Demi Lovato rivela: “Ho scoperto di identificarmi come non-binaria, mi sto scoprendo”

Negli anni scorsi è stata vittima di bullismo, ha avuto problemi di bulimia e poi con alcol e droga. Con l'ultima dichiarazione ha detto di voler seguire la fluidità di genere che sente si caratteristica della sua persona

Qualche tempo fa aveva dichiarato di essere pansessuale. Su Twitter ha invece fatto sapere ai suoi fan di avere anche un’identità di genere non binaria. Ciò significa che Demi Lovato non sente di corrispondere strettamente al genere maschile o a quello femminile.

L’identità non binaria può essere declinata in molte sfumature, come genderqueer, genderfluid o agender, ed è comune l’idea che il genere non sia unico e fisso, ma fluido ed in continua evoluzione. Nella comunità Lgbtqia+ la lettera “q” sta per queer, dal tedesco quer ovvero “diagonale”, ed esprime proprio questa categoria. Questa definizione non riguarda la sessualità, dunque il sesso delle persone dalle quali siamo attratte.

La famosa cantante ha deciso di dichiararsi in pubblico dopo un lungo lavoro di autoanalisi e che, dice Lovato “per me apre un nuovo livello di vulnerabilità. Questo rappresenta meglio la fluidità che sento nella mia espressione di genere, e mi permette di sentirmi più autentica e fedele alla persona che so di essere e che sto ancora scoprendo“. Ha poi aggiunto: “Lo sto facendo per coloro che non hanno potuto condividere chi sono veramente con le persone che amano. Per favore, continuate a seguire e vivere le vostre verità: vi invio un sacco di amore”. Ha anche sottolineato che “sta ancora imparando”, e prima viveva “per quelli dall’altra parte delle telecamere”. La pop star è giunta a questa conclusione grazie ad un lungo periodo in cui ha riflettuto sulla sua esistenza, sulle sue preferenze e sulla sua vita sentimentale.

Originaria del Nuovo Messico, l’artista ha scalato in breve tempo la vetta della fama mondiale, ottenendo preziosi riconoscimenti. Classe 1992, l’artista è conosciuta per essere una cantautrice ed attrice degli Stati Uniti. Ha esordito quando era ancora molto piccola nel programma “Barney & Friends”, ma il suo successo è avvenuto grazie al ruolo ottenuto nella serie di film Disney “Camp Rock”. Da quell’esperienza, l’attrice ha ottenuto un contratto con la Hollywood Records pubblicando il suo primo album, “Don’t Forget”. Demi Lovato ha inoltre preso parte a diversi film e alcune serie televisive.

La ragazza ha avuto un’esistenza turbolenta fin dagli esordi. Ha spesso parlato del disturbo alimentare di cui ha sofferto in passato. Oggi è ambasciatrice della filosofia della body positivity, ma in passato è stata protagonista di tristi episodi di bullismo a causa del suo peso, che l’hanno portata alla bulimia. Risale all’ottobre 2010 il suo ricovero in una clinica specializzata nel recupero da problemi di bulimia e autolesionismo. Affetta da un disturbo bipolare, le è stato diagnosticato un severo esaurimento nervoso che l’aveva anche spinta all’abuso di alcol e droghe. La sua vita tormentata è stata caratterizzata anche da un ricovero a Los Angeles per una sospetta overdose di eroina e da un tentativo, per fortuna fallito, di suicidio con una dose massiccia di farmaci. Un gesto estremo sventato all’ultimo dai soccorsi.

Ad oggi, la cantante sembra volersi dedicare maggiormente alla cura ed alla ricerca di se stessa. e tutti speriamo che la ragazza possa finalmente trovare la pace tanto agognata.