Donne extra-ordinarie sul palco del Lucido Festival per parlare “impunemente” di dis/abilità

“Parleremo di donne che hanno dovuto affrontare sfide quotidiane senza mai arrendersi”. All’aeroporto di Cagliari-Elmas quattro giorni di incontri, spettacoli, laboratori e proiezioni per valorizzare la diversità e la dis/abilità al femminile

Donne extra-ordinarie: saranno loro le protagoniste della settima edizione del Lucido Festival, che quest’anno sarà dedicato alla diversità e alla dis/abilità al femminile. “Siamo contro tutte le discriminazioni e, per questa edizione, abbiamo deciso di riservare uno spazio particolare al tema “donne e disabilità”. “Donne, appunto, extra-ordinarie, che hanno dovuto affrontare sfide quotidiane e che non si sono mai arrese”, spiega Tiziana Troja, regista e organizzatrice del festival, insieme alla partner Michela Sale Musio con cui forma il duo Le Lucide.

 

 

Lucido Festival si terrà dal 18 al 21 novembre in uno spazio tanto insolito quanto simbolico, l’aeroporto di Cagliari-Elmas. “Abbiamo scelto questa location per due motivi: il primo è che i luoghi di spettacolo, con la pandemia, sono sempre più limitati. Inoltre, l’aeroporto rappresenta un non luogo, una metafora del transito dove chi arriva può anche fermarsi a riflettere e fare dei bilanci”, continua l’organizzatrice Troja. Quattro giornate di incontri digitali, spettacoli dal vivo, proiezioni e laboratori in cui verranno utilizzati non solo i consueti linguaggi della scena ma anche quelli della danza, della tecnologia, della musica, dell’arte contemporanea, della saggistica e della fotografia.

La campionessa paralimpica di arrampiacata sportiva Alessia Refolo

La programmazione apre con un’esibizione della Bollani Girls: “Frida Bollani Magoni ha preparato un concerto molto poetico ma anche esilarante” anticipa l’organizzatrice riferendosi alla cantante, musicista, artista a tutto tondo Frida, figlia del pianista Stefano Bollani e della cantante attrice Patrizia Magoni. Ci sarà anche l’occasione di assistere in presenza allo spettacolo Hedy! The Life & Inventions of Hedy Lamarr con la cantante canadese Heather Massie e a L’esperimento di e con l’attrice e regista teatrale Monica Nappo, attrice fra gli interpreti del film candidato all’Oscar di Paolo Sorrentino È stata la mano di Dio. E ancora, si potrà assistere (dal vivo e online) ai dibattiti con la campionessa mondiale paraolimpica di arrampicata sportiva Alessia Refolo, intervistata da Roberta Celot di Giulia Giornaliste, la rete di giornaliste libere e indipendenti. L’attrice Irene Serini (fondatrice della compagnia Atopos, composta da persone transessuali, transgender ed eterosessuali) e Maria Francesca Chiappe dialogheranno con Flavia Vago sul tema dell’identità di genere, intervistate da Le Lucide. Infine, l’incontro “Libertà, uguaglianza, sorellanza. Le nemiche occulte”. con Alessandra Quattrocchi in dialogo con Cathy La Torre e Le Lucide, riprendendo un tema molto attuale: “Questo panel si propone di analizzare il fenomeno in cui le donne, sempre più spesso purtroppo, ostacolano le altre donne”. Gli spazi saranno allestiti all’interno del business center dell’aeroporto e il festival sarà trasmesso anche in streaming, sia sui social e che sul canale 172 del digitale terrestre, grazie alla partnership con Eja tv. “Gli spettacoli, invece, saranno solo dal vivo: non vogliamo snaturare l’habitat del teatro”, conclude Tiziana Troja.