Drusilla Foer a Sanremo, dalla risposta a Iva Zanicchi al discorso sulla unicità: la co-conduttrice strega l’Italia

La regina del Festival è lei. Convince tutti con la sua ironia e eleganza. E come ha detto il cantante Michele Bravi, finalmente con lei "vince la meritocrazia". Ecco i momenti salienti della terza serata

La regina del palco del Festival di Sanremo è lei: Drusilla Foer. Dopo la risposta a Iva Zanicchi, dopo le parole sulla meritocrazia scambiate con il cantante Michele Bravi, dopo il discorso sulla “unicità” e “diversità” (tenuto forse un po’ tardi: alle 01:30), la co-conduttrice toscana ha convinto proprio tutti. Nel segno dell’eleganza, della sicurezza, della simpatia. Da Twitter a Instagram, i social sono impazziti per lei: la nobildonna toscana ideata da Gianluca Gori è “la co-conduttrice perfetta”, commentano in molti. E già dai primi momenti sul palco, tutta Italia se ne accorge. “Restare tutta la sera qui?” Ma è un inferno!”, dice nelle prime battute ad Amadeus. “Lei mi fa fare la valletta: se l’avessi saputo mi sarei messa qualcosa di più scosciato, ho anche un bel koala tatuato”. Poi gioca, scherza, intrattiene. A modo suo entra in scena nei panni di Zorro: “Ho pensato a qualcosa di eccentrico, per tranquillizzare tutti quelli che avevano paura di un uomo en travesti, sicché mi sono travestita”. Si sfila cappello, maschera e mantello, lascia solo i baffetti. “Che fa, si spoglia completamente?”, chiede Amadeus. “Farei delle grandi sorprese”, la risposta sul filo dell’ironia. Ma vediamo dunque i momenti più significativi di Drusilla Foer sul palco di Sanremo.

“Unicità” e “la diversità che non mi piace”: il discorso di Drusilla Foer

Intorno alle 01:30 della terza serata del Festival di Sanremo, Drusilla Foer tiene il suo monologo sulla diversità, anzi, sulla unicità. “La parola diversità non mi piace, ha in sé qualcosa di comparativo e una distanza che non mi convince”, dice Drusilla Foer. “Ho cercato un termine per sostituirla e ho trovato unicità, mi piace, piace a tutti, perché tutti noi siamo capaci di notare l’unicità dell’altro e tutti pensiamo di essere unici. Ma per comprendere e accettare la propria unicità è necessario capire di cosa è fatta, di che cosa siamo fatti noi, certamente delle cose belle, ambizioni, valori, convinzioni, talenti”. “Non è affatto facile ma vanno prese per mano tutte le cose che ci abitano e portate in alto, nella purezza della libertà”, dice, salutata da lungo applauso del pubblico. “Sono una persona molto fortunata a essere qui, ma date un senso alla mia presenza su questo palco e tentiamo insieme l’atto più rivoluzionario che c’è, l’ascolto di se stessi, delle nostre unicità, per essere certi che le nostre convinzioni non siano solo delle convenzioni, facciamo scorrere i pensieri in libertà, senza pregiudizio, senza vergogna, liberiamoci dalla prigionia dell’immobilità”.

Michele Bravi a Drusilla Foer: “Con te vince la meritocrazia”

La co-conduttrice toscana si commuove quando il cantante in gara, Michele Bravi, scende dalle scale prima dell’esibizione e si rivolge proprio a lei, dicendole: “Che bello che tu sia qui: con te vince la meritocrazia“. Il complimento inaspettato dell’artista fa commuovere Drusilla Foer, che ricambia con un “grazie” e poi dà un bacio sulla guancia all’artista.

Drusilla Foer si commuove quando Michele Berti le dice: “Con te vince la meritocrazia”

Iva Zanicchi: “Lei ha altre cose più di me”, Drusilla: “Sono colta”

Dopo l’esibizione di Iva Zanicchi, Drusilla Foer e Amadeus si avvicinano alla cantante. Iva Zanicchi guarda la co-conduttrice e le chiede: “Quanto sei alta?”. Drusilla risponde: “Parecchio”. Iva si gira dunque verso Amadeus e gli dici: “Ma lei ha anche altre cose più di me“. E Drusilla la gela immediatamente: “Sono colta“.

Drusilla Foer travestita da Zorro: “Volevo tranquillizzare quelli che avevano paura”

Altro momento saliente della serata è quando Drusilla Foer si ripresenta sul palco travestita da Zorro. Il messaggio che la co-conduttrice vuole lanciare è chiaro, ma velato dalla sua elegante e divertente ironia: “Ho pensato di fare qualcosa di un po’ eccentrico, per mettere allegria. Ma anche per gentilezza, per tranquillizzare quelli che avevano paura, sai… un uomo travestito“, dice Drusilla. E mentre si toglie la maschera da Zorro Amadeus le chiede: “Si vuole spogliare completamente?”. La risposta: “Avrei delle grandi sorprese“.

Drusilla Foer travestita da Zorro a Sanremo 2022