Eurovision Islanda, chi sono le Systur? Tre sorelle unite dall’impegno per i diritti dei bambini trans

La band islandese, sul palco dell'ESC 2022 con la canzone "Með Hækkandi Sól", da anni lotta al fianco della comunità transgender. La cantante Sigga: "Quando mio figlio ha fatto coming out, non mi rendevo conto di quanto fosse difficile. Ai genitori chiedo di sostenere i propri bambini. Amateli, è davvero importante"

 

Un misto tra atmosfera country, cappelli da cowgirl in testa, e passetti di danza che fanno molto stile Woodstock. Le Systur, le tre cantanti che rappresentano l’Islanda all’Eurovision Song Contest 2022, incantano e fanno divertire con la loro “Með Hækkandi Sól” (“Con il sorgere del sole”). Il gruppo composto dalle tre sorelle Sigga, Beta ed Elìn Eyþórsdóttir, dopo aver convinto il pubblico e il televoto alla semifinale di martedì 10 maggio, tentano il colpaccio alla finale dell’Eurovision. La storia delle tre donne, accompagnate sul palco dal fratello Eytho, batterista ufficiale della band, non è fatta solo di musica folk, ma anche di impegno per la comunità Lgbtq+ e per i diritti dei bambini trans. Elìn è dichiaratamente lesbica e Sigga ha un figlio transgender. Per questo motivo, già prima della semifinale dell’Eurovision, portarono a Torino la bandiera transgender. Per rimarcare l’importanza di difendere i diritti di una comunità troppo spesso discriminata.

Systur, le sorelle cantanti che rappresentano l’Islanda all’Eurovision Song Contest 2022 (Foto / Instagram / Systur)

Chi sono le Systur, le tre cantanti dell’Islanda all’Eurovision 2022

Le Systur, il gruppo che rappresenta l’Islanda all’Eurovision Song Contest 2022, sono tre sorelle. Nate in una famiglia di musicisti, Sigga, Beta e Elìn Eyþórsdóttir hanno iniziato a suonare da bambine. Le tre sorelle hanno deciso di unirsi in una band nel 2011, formando il trio Sísý Ey. Poi le tre giovani donne cambiarono nome in Sigga, Beta & Elín. Lo scorso 5 febbraio il gruppo fu selezionato tra i dieci partecipanti al Söngvakeppnin, il contest con cui in Islanda viene selezionato il rappresentante del Paese all’Eurovision Song Contest. Sigga, Beta & Elín, con il loro inedito Með Hækkandi Sól, superarono la semifinale e il 12 marzo 2022 vinsero il Söngvakeppnin, diventando così le rappresentanti dell’Islanda all’Eurovision di Torino. Fu dopo questa vittoria che Sigga, Beta & Elín cambiarono nome in Systur, che in islandese significa appunto “sorelle”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eurovision Song Contest (@eurovision)

Le Systur e l’impegno per i diritti dei bambini transgender

Le Systur da tempo si impegnano per i diritti della comunità transgender e in particolare dei bambini trans. Elìn è apertamente lesbica e Sigga ha un figlio transgender. Sul loro profilo Instagram sono tanti i messaggi di vicinanza e di sensibilizzazione: “Vogliamo essere alleate e di supporto alla comunità trans – hanno dichiarato le tre sorelle -, e parlare direttamente ai genitori di questi bambini per dirgli di amare i loro bambini a prescindere dalla loro identità. Niente è importante quanto l’amore e la protezione di una famiglia, e sono proprio queste le due componenti fondamentali che renderanno il mondo un bel posto dove vivere. Vogliamo fare la nostra parte per consegnare un mondo più inclusivo alle nuove generazioni”.

Mamma Sigga ha parlato apertamente del suo figlio transgender: “Quando mio figlio ha fatto coming out, non mi rendevo conto di quanto fosse difficile. Erano un mondo e una realtà nuove per me. Mi ha mostrato come siano repressi e l’ingiustizia di non essere in grando di esprimere liberamente il proprio genere. Voglio solo chiedere ai genitori – ha aggiunto Sigga – di sostenere i propri bambini. Amarli incondizionatamente e essere lì insieme a loro perché l’82% delle persone trans pensa di togliersi la vita. E il 40% ci proverà. È una cosa così spaventosa per me pensare che mio figlio si potrebbe suicidare perché non accettato”. “Non sono qui per giudicare nessuno – ha concluso la cantante delle Systur – ma voglio solo diffondere questo messaggio con gentilezza. Ama tuo figlio e supportalo. È davvero importante”.

Una foto pubblicata sul profilo Instagram delle Systur: “Essere trans non è una scelta. Opprimere le persone trans lo è” (Foto / Instagram / Systur)

Með hækkandi sól, di cosa parla la canzone dell’Islanda all’Eurovision 2022

“Með hækkandi sól” in islandese significa “Con il sorgere del sole”. La canzone dell’Islanda all’Eurovision Song Contest 2022 parla di cadute e di rinascita, di buio e di luce. Il significato della canzone lo hanno spiegato le tre sorelle: “Durante i mesi invernali in Islanda perdiamo molta luce diurna. Le giornate diventano più scure e più lunghe e nei mesi invernali più bui riceviamo la luce solare solo per una piccola parte della giornata. Ma dal 20 dicembre circa il sole inizia a venire prima e a tramontare più tardi ogni giorno. In Islanda abbiamo un detto per questo periodo dell’anno ed è proprio með hækkandi sól che potrebbe essere tradotto con il sole che si alza ogni giorno. Il ritornello della canzone dell’Islanda esprime proprio questo concetto, un inno a guardare con speranza e fiducia al futuro: “L’inverno più buio aspetta che il sole addolcisca le notti più lunghe con la luce. L’inverno più cupo aspetta la primavera per scaldare di nuovo i nostri abbracci”.

La traduzione di Með hækkandi sól, la canzone dell’Islanda all’Eurovision

“Un mare grosso in un’anima silenziosa
Il pesante processo circondato da ferite di tristezza
Un desiderio seducente, ardente come il fuoco
Bugie nascoste: un segreto
– zitto zitto

Nel crepuscolo può essere visto
La bellezza nella libertà si avvicina
Anche se cala l’oscurità della notte
E le parole non dette pesano pesantemente sulla mente –
zitto zitto

Nel buio inverno – il sole sta sorgendo
Scioglie il ghiaccio del cuore – così caldo
Nell’inverno oscuro – la primavera gentile
Riscalda di nuovo le tue ali

Le ombre delle giornate corte sono ossessionanti
Si muovono dolcemente ad ogni respiro
Nel tuo cuore sta cantando una canzone
Si espande e sospira
– zitto zitto

Nel buio inverno – il sole sta sorgendo
Scioglie il ghiaccio del cuore – così caldo
Nell’inverno oscuro – la primavera gentile
Riscalda di nuovo le tue ali

E inizia a volare
Galleggia fino alle altezze più alte
E si avvicina
Trova la pace interiore

Nel buio inverno – il sole sta sorgendo
Scioglie il ghiaccio del cuore – così caldo
Nell’inverno oscuro – la primavera gentile
Riscalda di nuovo le tue ali”