Eurovision, Malta sceglie la grinta di Emma Muscat. La ragazza di Amici diventata grande

Ha iniziato ad avvicinarsi al mondo della musica a cinque anni, specializzandosi poi in pianoforte. È diventata famosa in Italia partecipando al talent show di Maria De Filippi e a Torino porta un brano che è un inno all'accettazione di sé, ad avere fiducia nei nostri mezzi

Tutto pronto al Pala Olimpico di Torino per la seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022. Dopo il successo della prima serata, che ha tenuto incollati allo schermo oltre 5 milioni di telespettatori, è arrivato il momento di esibirsi per altri 18 Paesi, che questa sera si sfideranno per contendersi un posto nella finalissima della kermesse, prevista sabato 14 maggio. I dieci più votati questa sera andranno ad aggiungersi al cast già composto dai Big 5 (rappresentanti di Italia, Francia, Spagna, Germania e Regno Unito) e dai primi 10 Paesi selezionati dal pubblico martedì scorso, ovvero Svizzera, Armenia, Islanda, Lituania, Portogallo, Norvegia, Grecia, Ucraina, Moldavia e Paesi Bassi. A condurre la seconda semifinale ci saranno ancora Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan. I primi due si esibiranno in un duetto a sostegno della pace in Ucraina, sulle note di Fragile di Sting e People have the power di Patti Smith.

Conduttori Eurovision Song Contest

I conduttori dell’Eurovision Alessandro Cattelan, Laura Pausini e Mika (ANSA)

La ‘terza italiana’ Emma Muscat

Tra i concorrenti più attesi, oltre ad Achille Lauro, che parteciperà sotto la bandiera di San Marino con la sua Stripper, e aspettando Mahmood e Blanco che si esibiranno direttamente in finale sabato, c’è un altro volto noto al pubblico italiano (che ricordiamo questa sera non potrà votare!): la ex concorrente di Amici 18 Emma Muscat, che gareggerà con la sua I am what I am per il suo Paese d’origine, Malta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Emma Muscat (@emmamuscat_official)

“È un po’ come giocare in casa – ha detto la 22enne –, ho una fan base che mi apprezza e mi sostiene: essere considerata la ‘terza italiana’ all’Eurovision mi rende orgogliosa”. Intanto lei rende molto orgoglioso il suo Paese e a sorpresa ha ricevuto anche la telefonata di incoraggiamento di una connazionale d’eccezione: Roberta Metsola, presidente del Parlamento europeo. “Complimenti, tifiamo per te“, le ha detto la politica. Emma, emozionatissima, ha ringraziato a sua volta Metsola per il supporto e si è congratulata “per il successo e per essere grande fonte di ispirazione per tante donne, per me e per molte altre”. “È un grande esempio: ha raggiunto grandi obiettivi nonostante gli ostacoli che, specialmente noi donne, affrontiamo nel mondo del lavoro – ha raccontato poi la cantante –: è riuscita a scalare tutto. E ci rende molto fieri a Malta, una piccola isola che con Metsola è riuscita così ad arrivare nella posizione più alta in Europa“.

E a chi le chiede cosa prova in vista dell’esibizione risponde: “Sentivo la responsabilità già prima, perché sono consapevole di rappresentare non solo me stessa, ma un Paese intero. Però qui sto imparando tante cose, la prima è la gestione dello stress e della negatività. Ho iniziato a eliminare l’odio che c’è fuori e a focalizzarmi solo sui messaggi positivi”.

Emma Muscat canta “I am what I am” all’Eurovision Song Contest

Artista precoce e prodigio

Emma Muscat Eurovision Torino

Emma Muscat sul turquoise carpet alla cerimonia di apertura dell’Eurovision

Emma Louise Marie Muscat, questo il nome completo della cantautrice, modella e pianista maltese nata a San Giuliano il 27 novembre 1999. La musica è diventata la sua passione fin da piccola: ha iniziato a cinque anni con il ballo, il pianoforte e il canto, poi, finito il percorso scolastico e fattasi conoscere già a 16 anni su YouTube con il primo singolo Alone, ha deciso di iscriversi all’università di Arte dello spettacolo. Compositrice di testi e musica, si definisce una perfezionista e autocritica, sensibile e capace di dare ai brani un’interpretazione molto personale. Nel 2017 ha pubblicato Without you, ma è stata la partecipazione nel 2018 ad Amici a farla conoscere al grande pubblico. Amatissima sui social (su Instagram ha oltre 740mila followers), dopo il talent Emma ha firmato un contratto con la Warner Music Italy che ha pubblicato il suo album di debutto, “Moments“. Il disco, che ha raggiunto la top 3 della classifica degli album italiani ed entrato nei top ten per tre settimane consecutive. Da allora la sua carriera è letteralmente decollata. Trionfando nel Contest nazionale con il brano Out of Sight ha strappato il biglietto per l’Eurovision, dove questa sera canterà I am what I am. Favorita qualche settimana fa nella gara anche se oggi i bookmaker la danno lontana dal podio, Emma potrebbe fare uno scatto grazie alla popolarità conquistata in Italia, che le potrebbe far guadagnare punti preziosi dovesse accedere alla finale.

Il video

Di che parla I am what I am

Emma Muscat Eurovision

Il brano di Emma Muscat, 22enne maltese, “I am what I am” è un’inno all’accettazione di sé e all’empowerment personale

La 22enne maltese Emma Muscat si esibirà sul palco di Torino con la sua canzone I am what I am. La tematica forse è già sentita ma mai banale e in qualche modo la talentuosa artista potrebbe aver trovato una chiave vincente: nel testo si parla infatti dell’empowerment e della fiducia nei propri mezzi. Un inno positivo all’accettazione di sé, compresi i nostri limiti, le nostre diversità, riconoscendo il nostro valore individuale. “Da piccola – ha raccontato Emma – facevo fatica a trovarmi bene in mezzo agli altri, ad essere accettata senza essere giudicata. Non so perché, ma questo mi ha lasciato ansia e timidezza. Ancora oggi faccio fatica ad accettarmi completamente. La canzone, dunque, è anche molto personale: è un messaggio ad accettare i nostri difetti che sono quelli che ci rendono unici. E spero che portarlo sul palco dell’Eurovision possa essere d’aiuto a tante persone”. L’obiettivo è anche quello di far arrivare “la mia musica più lontano possibile”.
Il brano che eseguirà sul paco dell’Eurovision, in effetti, fa parte del nuovo Ep “I am Emma”, che uscirà venerdì 13 maggio, il giorno dopo la sua esibizione. “Un grande lavoro di un po’ di anni, nel quale ci sono tante sfumature di me e tante emozioni. Ogni canzone, che è stata scritta in momenti diversi della mia vita, ha un messaggio differente”. Tutti brani in inglese, “ma farò uscire ancora musica in italiano e questa estate farò parecchi live”.