Eurovision Ucraina, chi sono i Kalush Orchestra? E a chi è dedicata la canzone “Stefania”?

La guerra in Ucraina ha segnato la loro storia. E adesso i giovani artisti sono considerati i favoriti dell'ESC 2022. Il cantante Oleh Psjuk: "Siamo un megafono per il nostro Paese, vinceremo noi"

Chi sono i Kalush Orchestra? Molto semplice: è la band che rappresenta l’Ucraina e che è data per favorita all’Eurovision Song Contest 2022. Dopo la vittoria dei Maneskin all’edizione del 2021, sarà molto dura per l’Italia, rappresentata da Mahmood e Blanco con “Brividi“, ottenere il bis. Secondo tutti i bookmaker, infatti, è la band ucraina con la canzone “Stefania” ad avere maggiori probabilità di successo. Ma per scoprire chi ha vinto gli Eurovision 2022 si dovrà attendere la finale, in programma sabato 14 maggio. Per il momento cerchiamo qui di capire meglio chi sono i Kalush Orchestra. E a chi è dedicata la loro canzone “Stefania”.

I Kalush Orchestra rappresentano l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2022 con la canzone “Stefania” (Foto Ansa)

Eurovision, chi sono i Kalush Orchestra?

Mentre imperversa da oltre 70 giorni la guerra in Ucraina, i Kalush Orchestra portano sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022 un mix di musica tra l’hip hop e il folk ucraino. La band che rappresenta l’Ucraina all’ESC 2022 si è formata recentemente, nel 2019. Il nome del gruppo – composto dal trio Oleh Psjuk (rapper), Ihor Didenčuk (polistrumentista) e MC Kilimmen (producer) – si ispira alla città occidentale di Kaluš, dove è nato il frontman e leader della band Psjuk.

Il gruppo è nato in circostanze abbastanza casuali. Nel 2019 il cantante Oleh Psjuk pubblicò un post su Facebook con l’obiettivo di cercare musicisti e creare una band musicale. All’appello risposero un po’ di persone, tra cui Ihor Didenčuk e MC Kilimmen. Nel corso degli anni al gruppo si aggiunsero poi altri membri, tra cui i polistrumentisti Timofij Muzyčuk e Vitalij Dužyk e i coristi Džonni Divnyj e Džonni Divnyj. I Kalush Orchestra hanno pubblicato dal 2019 molti singoli, ma solo un ep, “Jo-jo“, e un album, “Hotin“, entrambi usciti nel 2021.

Quando è scoppiata la guerra in Ucraina lo scorso 24 febbraio, il cantante Oleh Psjuk è subito partito dalla capitale Kiev, dove viveva, per tornare nella sua città, Kaluš. Qui il rapper ha lasciato perdere la musica e si è messo subito a lavoro per aiutare i profughi ucraini in fuga dalla guerra, consegnando pacchi di aiuti umanitari e accompagnando i civili alle stazioni ferroviarie per lasciare l’Ucraina.

All’Eurovision 2022 i Kalush Orchestra diventano il megafono di ciò che sta accadendo in Ucraina. E loro stessi, pochi giorni prima dell’inizio della kermesse, lo hanno raccontato: “La partecipazione all’Eurovision è la possibilità che ci viene data di rappresentare la nostra cultura a livello internazionale, e mostrare quanto sia incrollabile lo spirito ucraino e il coraggio anche su un palco musicale. Noi ora siamo come un altro megafono dell’Ucraina, e rappresentare il Paese in questo momento è una grande responsabilità”, ha sottolineato la band. “Noi ci esibiamo a nome di ciascuno che è stato colpito dalla guerra e combatte per la pace. Grazie alla nostra musica possiamo portare il messaggio al grandissimo pubblico dell’Eurovision. Inoltre, vogliamo mostrare agli ucraini nella notte dell’Eurovision che non sono soli, che tutta l’Europa guarda come noi ombattiamo in questa guerra crudele e ci sostiene. Perché non succeda diversamente – ha sottolineato la band – noi vinceremo“.

I Kalush Orchestra sono nati nel 2019. Il nome del gruppo si ispira alla città di Kaluš, dove è nato il frontman della band Oleh Psjuk (Foto Ansa)

A chi è dedicata la canzone “Stefania” dei Kalush Orchestra?

La canzone dei Kalush Orchestra “Stefania” è dedicata alla mamma del frontman Oleh Psjuk, ma è anche una metafora per rappresentare la città natale del cantante, Kaluš, e la stessa madre-patria della band, l’Ucraina. Il brano “è stato scritto molto prima della guerra”, ha fatto sapere il cantante dei Kalush Orchestra. “È la canzone che ho dedicato a mia madre alla quale prima non dedicavo canzoni, ma avrei sempre voluto farlo. È la cosa migliore che io abbia fatto per lei. Mia mamma Stefania vive nella città di Kaluš, la mia città natale ad ovest dell’Ucraina”.

Dopo l’inizio della guerra in Ucraina, “molte persone – ha spiegato ancora il frontman Oleh Psjuk – hanno iniziato a cercare in questa canzone anche un altro significato. Per esempio, coloro che hanno nostalgia perché non possono vedere la propria madre”. Per questo “la canzone ora è nei cuori e nelle orecchie di tutti gli ucraini”. “Stefania ha esteso il suo significato a tutte le madri che si prendono cura dei propri bambini e li proteggono dai mali della guerra. Da una canzone dedicata a una madre, è diventata la canzone sulla Patria”, ha spiegato Psjuk.

Oleh Psjuk, 27 anni, è leader e frontman dei Kalush Orchestra

Kalush Orchestra, il testo in italiano della canzone “Stefania”

Ecco la traduzione in italiano della canzone “Stefania” della band ucraina Kalush Orchestra, in gara all’Eurovision Song Contest 2022:

Stefania mamma mamma Stefania
Il campo fiorisce, ma lei sta diventando grigia
Cantami una ninna nanna mamma
Voglio sentire la tua parola nativa.

Mi ha cullato, mi ha dato il ritmo e probabilmente la forza della volontà; non ha preso, ma ha dato.
Probabilmente ne sapeva ancora di più e da Salomone.
Camminerò sempre da te per strade dissestate
Non si sveglierà, non si sveglierà, io tra le forti tempeste
Prenderà due segni dalla nonna, come se fossero proiettili.
Mi conosceva molto bene; non si è lasciata ingannare, come se fosse molto stanca; mi ha cullato nel tempo
Lyuli lyuli lyuli…

Stefania mamma mamma Stefania
Il campo fiorisce, ma lei sta diventando grigia
Cantami una ninna nanna mamma
Voglio sentire la tua parola nativa.

Non ho i pannolini ma mamma ma mamma, basta, come se non fossi cresciuta per crescere per pagare le cose
Non sono un bambino piccolo, perde ancora la pazienza, camminavo, “come se le scorie ti colpissero”

Sei tutta giovane oh madre al culmine, se non apprezzi la custodia del picco della gloria, sono nel vicolo cieco
Uccidi quel picco quel picco, canterei con il mio amore
Lyuli lyuli lyuli…

Stefania mamma mamma Stefania
Il campo fiorisce, ma lei sta diventando grigia
Cantami una ninna nanna mamma
Voglio sentire la tua parola nativa.

Stefania mamma mamma Stefania
Il campo fiorisce, ma lei sta diventando grigia
Cantami una ninna nanna mamma
Voglio sentire la tua parola nativa.