Francesca Cesarini, nata con una gamba sola e senza mani, è campionessa di para pole dance: “Trovo la libertà volteggiando”

Il racconto della quindicenne umbra che, con grande forza, ha raggiunto un importantissimo traguardo: "Ho conquistato il titolo mondiale. E non mi fermo qui"

Pensa già alla prossima sfida la ragazza volante. Di Francesca Cesarini, campionessa mondiale a soli 15 anni di para pole dance, si intuisce fin da subito la concretezza: preferisce le materie scientifiche, l’inglese non è ancora il suo forte ma spera di migliorarlo presto, magari con una vacanza studio all’estero.
Francesca non si è montata la testa e pensa più che altro ad allenarsi, la pole dance l’ha appena incoronata nell’Olimpo della competizione dedicata agli atleti disabili, ma lei non l’ha detto nemmeno ai compagni di classe “Sono rimasta molto sul mio – confida – mi sono detta ok, ho vinto, pensiamo alla prossima gara ora, e a fare bene”.

Determinata, decisa, con i piedi ben piantati a terra– come si dice – strano per un’atleta che invece non fa altro che volteggiare in aria, appesa a quel palo che a volte più che sostenerla sembra solo servire a evitare che lei spicchi il volo. Francesca è una campionessa nata senza le mani e con una sola gamba, ha rifiutato le protesi superiori e non le indossa mai, ha persino dimostrato alla medaglia d’oro Bebe Vio (incontrata grazie allo zampino de Le Iene) come riesce ad allacciarsi le sneakers da sola senza le dita.

L’impatto con questi talenti è il contrario della retorica, fa sentire disabile più che altro chi la incontra per la prima volta, quando ogni inutile sovrastruttura viene spazzata via. Francesca è un’atleta, punto. Suda, si allena, mira un obiettivo, lo conquista – oppure no – poi passa alla sfida successiva.

Francesca Cesarini, 15 anni, campionessa mondiale di para pole dance

È questa la sua caratteristica principale: “una forza da leonessa”, come dice la sua insegnate e allenatrice Elena Imbrogno. Nessuno sconto, nessuna via preferenziale e questo può far paura ma non a lei, forse ad una madre che vede rientrare la figlia con le vesciche nei punti più delicati del suo corpo, un pochino sì: “Io mi commuovo solo quando mi chiedono cosa provo per questa vittoria – racconta mamma Valeria – penso sia normale. Ma la vedo quant’è felice, quando rientra dagli allenamenti un po’ ammaccata ma non vede l’ora di tornarci”.

Francesca Cesarini (15 anni) con Bebe Vio (24 anni)

Le domande, anche quelle più dirette e spietate “come spesso fanno i bambini”, dice Francesca, non le creano alcun problema. “Una volta mi hanno chiesto ‘ma tu non hai le mani?’, le ho lasciate a casa, gli ho risposto”. Francesca ama stare con gli amici, adora la famiglia, impazzisce per Harry Potter (a cui sembra aver rubato gli occhiali rotondi) e dimostra la sua originalità con una passione per l’attore che ha interpretato il ‘cattivo’ Draco Malfoy. La giovane atleta è nata e vive a Magione, 15mila abitanti nella provincia di Perugia. Il suo sogno è spuntato dal nulla come una folgorazione al grido di “mamma voglio fare la pole dance”, un po’ più difficile è stato spiegarlo alla nonna “aveva capito che volevo fare la lap dance, il ballo erotico” racconta ridendo. Adesso viene coltivato come un fiore nella palestra Iron Fit di Perugia con quattro tostissimi allenamenti a settimana da un tecnico qualificato che non ha mai visto limiti ma solo potenzialità nei grandi occhi nocciola di Francesca. Nel suo paese fanno tutti il tifo per lei, il sindaco Giacomo Chiodini le ha consegnato una targa dedicata alle “stelle dello sport“, ma tra queste Francesca brilla un po’ di più.