Gigliola Cinquetti torna all’Eurovision dopo 58 anni: “Sul palco non sono sola, con me c’è la ragazzina di ‘Non ho l’età'”

Era il 1964 quando la cantante 16enne vinse il Festival di Sanremo e l'Eurovision. Oggi, a 74 anni, incanta ancora il pubblico: "Ritornare è come ricevere un regalo inaspettato e bellissimo. La musica è sempre giovane"

“Non ho l’età, non ho l’età \ Per amarti, non ho l’età \ Per uscire sola con te”. E, invece, Gigliola Cinquetti l’età ce l’ha… per amare, per uscire e per cantare sul palco del PalaOlimpico di Torino. Oggi, 14 maggio, durante la finale della 66esima edizione dell’Eurovision Song Contest, Gigliola Cinquetti – una delle più famose rappresentanti della canzone italiana nel mondo – torna ad esibirsi per il pubblico eurovisivo.

Gigliola Cinquetti torna all’Eurovision dopo 58 anni: “Sul palco non sono sola, con me c’è la ragazzina di ‘Non ho l’età'”

Gigliola Cinquetti, la prima italiana (e la più giovane cantante in assoluto) a vincere l’Eurovision

Sul palco torinese (al termine delle esibizione dei 25 Paesi in gara, tra cui l’Italia con Brividi‘ di Mahmood e Blanco), la Cinquetti porta la sua intramontabile ‘Non ho l’età (per amarti)‘, la canzone con cui ha vinto il Festival di Sanremo 1964, bissando poi il primo posto a Copenaghen a quello che allora si chiamava ‘Gran Premio Eurovisione della Canzone‘. E a quell’Eurovision 1964, l’artista originaria di Verona, ha trionfato due volte: come prima artista italiana ad aggiudicarsi la vittoria nella competizione, nonché, all’età di soli 16 anni, come la più giovane cantante in assoluto a salire sul podio. “Ritornare su questo palco così importante è come ricevere un regalo inaspettato e bellissimo”, racconta la cantante che oggi ha 74 anni. Ma il passare del tempo non è un problema. “Sono passati quasi 60 anni (dalla sua vittoria, ndr) e la musica è sempre giovane”, dice ancora la Cinquetti spiegando che la musica “è una terapia anti-dolore, per lenire ed essere tutti insieme, uniti in questo momento” tanto che per lei “qui dovrebbero esserci anche gli artisti russi perché è importante non alimentare il vittimismo putiniano”.

 

Gigliola Cinquetti: “Sul palco non sono sola, con me c’è la ragazzina di ‘Non ho l’età'”

La performance che attende il pubblico dell’Eurovision Song Contest, è la quarta della Cinguetti nell’ambito della gara: dopo la storica vittoria nel 1964, l’artista tornò a partecipare nel 1974 a Brighton, con ‘‘, arrivando al secondo posto dopo gli Abba, mentre nel 1991 condusse l’eurofestival per la Rai nel 1991 dagli studi di Cinecittà, dopo la vittoria di Toto Cutugno nel 1990. Con questa nuova esibizione della Cinquetti – vero e proprio trait d’union tra tutte le edizioni che hanno visto il nostro Paese come protagonista del contest – si chiuderà così un racconto che, attraverso gli ospiti già annunciati da Rai, ripercorrerà alcuni grandi momenti dell’Italia all’Eurovision. “Sul palco non sarò sola, ci sarà con me la ragazzina di ‘Non ho l’età’. È come se il tempo magicamente non fosse passato, e io e lei ci ritroveremo unite”, dice l’artista pronta a riproporre un brano che è entrato nella storia della musica. Il testo, infatti, racconta la società dell’epoca, con una giovane ragazza innamorata che non poteva vivere appieno il rapporto con il suo amato per via della giovane età. Un messaggio, quello scritto per lei da Nicola Salerno, Mario Panzeri e Gene Colonnello, che la stessa Cinquetti rifiutava: “L’amore non è un fatto anagrafico”, avrebbe detto qualche anno più tardi.

La finale dell’Eurovision Song Contest – con la conduzione internazionale dello show affidata a Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika – si può seguire su Raiuno dalle 21 del 14 maggio con il commento di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio e la partecipazione di Carolina Di Domenico. La diretta dell’Eurovision 2022 è trasmessa anche da Rai Radio 2 e disponibile su RaiPlay.