In Malesia inventato il primo preservativo unisex al mondo: sottilissimo, impermeabile e sicuro

Flessibile, resistente e double fast: il condom ideato dal ginecologo John Tang Ing Chinh è una vera rivoluzione nei metodi di contraccezione. E per gli scettici all'uso, "una volta indossato, spesso non ci si rende conto di averlo

Sesso sicuro? Arriva un’arma in più. Addio a gravidanze indesiderate e soprattutto al rischio di malattie sessualmente trasmissibili: un solo metodo, doppia possibilità d’uso. Un ginecologo malese ha infatti creato quello che si pensa sia il primo preservativo unisex al mondo: il “Wondaleaf Uni Condom”. Realizzato con un materiale di tipo sanitario solitamente utilizzato come medicazione per le ferite, il preservativo può essere indossato in modo convenzionale (andrà a coprire però l’intera zona genitale, non solo il pene) ma la pellicola trasparente può essere anche utilizzata sulla vagina, come una sorta di barriera adesiva che può essere attaccata alla zona pubica. Insomma la contraccezione diventa double fast, visto che in entrambi i casi impedisce lo scambio di fluidi corporei e il contatto diretto con la pelle durante il rapporto. ⁣

Realizzato in poliuretano, un materiale presente nelle medicazioni per lesioni e ferite, il dispositivo è quindi sicuro per le persone allergiche al lattice, oltre a non avere alcun odore o sapore.⁣ Inoltre è sottile e flessibile, ma forte e impermeabile, e si adatta bene alla pelle, secondo la ditta di forniture mediche Twin Catalyst. L’ideatore, il dottor John Tang Ing Chinh, spera che la sua invenzione possa migliorare la salute sessuale nel suo paese d’origine, la Malesia: “Sulla base del numero di studi clinici che abbiamo condotto, sono abbastanza ottimista che con il tempo sarà un’aggiunta significativa ai molti metodi contraccettivi utilizzati nella prevenzione delle gravidanze involontarie e delle malattie sessualmente trasmissibili”. E ha aggiunto: “Una volta indossato, spesso non ci si rende conto di averlo“, specificando che il materiale di realizzazione è stato reso il più sottile possibile (0,03 millimetri di spessore) per evitare la perdita di sensibilità.

Come ha spiegato il ginecologo, prima della commercializzazione, prevista solo in Malesia al momento, il preservativo è stato sottoposto a una serie di studi clinici, che hanno dimostrato come il nuovo condom unisex sia meno soggetto a rotture o a ‘scivolare via’ durante il rapporto rispetto ai tradizionali. Wondaleaf arriverà sul mercato a partire dal mese di dicembre, acquistabile sul sito web dell’azienda Twin Catalyst che lo produce. Ogni confezione conterrà due preservativi unisex e costerà 14,99 ringgit (circa circa 2,62 sterline/3 euro). Una spesa leggermente superiore a quella di una scatola di preservativi tradizionali (dai 4 agli 8 euro per 12 condom), ma sicuramente un’esperienza da sperimentare, almeno una volta. E chissà se per le donne non diventi invece un’abitudine. Provare per credere (appena possibile).⁣