India: una sposa muore durante il matrimonio combinato, la sorella la sostituisce all’altare

I parenti della defunta hanno ammesso che è stata una decisione "difficile da prendere", tuttavia il rito è stato deciso e celebrato immediatamente, con il feretro di Surabhi nella stanza accanto in attesa di sepoltura

Doveva essere un giorno di festa, il 27 maggio scorso, per Surabhi e Manjesh Kumar. Ad Etawah, nello stato indiano dell’Uttar Pradesh, si stava per celebrare il loro matrimonio combinato quando all’improvviso, durante la cerimonia, la sposa ha avuto un malore che ha stroncato così la sua giovane vita. Ciò che è avvenuto dopo è stato altrettanto sconcertante.

La storia, raccontata dal Daily Mail, ha suscitato molto sgomento sui social. Secondo la ricostruzione dei fatti, Surbhi è collassata dopo il primo di una lunga serie di riti che consiste nello scambio di ghirlande della coppia, un momento importante del rito nuziale indù. Uno scambio avvenuto a casa della ragazza, dove poche ore prima era giunto lo sposo, originario del villaggio di Nawli, accompagnato da tutta la famiglia. Disperati, i genitori della ragazza l’hanno trasportata in ospedale. Quando il medico, chiamato per rianimarla, ha confermato il decesso, i parenti si sono riuniti per prendere velocemente una decisione che ponesse rimedio alla mancanza della sposa.

La madre di Surabhi, in preda al dolore sia per la perdita della figlia che per il mancato sposalizio. avrebbe proposto ai futuri consuoceri la figlia più giovane Nisha. Una soluzione tanto rapida quanto cinica, che però è stata accettata: probabilmente i genitori di quest’ultima non volevano rinunciare alla dote, e quelli dello sposo non volevano affrontare la vergogna di un rientro a casa senza che fossero state celebrate le nozze.

Senza pensarci troppo su le famiglie dei due giovani, infatti, hanno concordato di ripristinare l’antica tradizione che prevedeva il matrimonio con la sorella della sposa se questa fosse morta. E così la giovane Nisha è stata costretta a sposare quello che poco prima sarebbe dovuto diventare suo cognato.

Il fratello di Surbhi e Nisha, Saurabh, ha detto all’agenzia di stampa Ians: “È difficile credere che un cadavere fosse nell’altra stanza e una sposa fosse in preparazione nella prossima”. Secondo i racconti, il feretro della giovane defunta è stato tenuto senza alcun rispetto in una stanza, fino al termine della processione nuziale. Solo allora sono stati avviati i riti funebri.