LeiLa Stars, la Drag Queen che sogna una famiglia tradizionale: “Con un uomo o con una donna? Poco importa, basta che mi ami”

Leonardo Zani, 21 anni di Cesena, studia Scienze della nutrizione, ma di notte si trasforma in artista pront* a dare spettacolo: "Non mi sento né maschio né femmina. Credo che siamo tutti diversi e tutti unici e io sono io. Da grande? Voglio fare il biologo nutrizionista"

Leonardo Zani, 21 anni, di Cesena, studente di Scienze della nutrizione all’Università di Urbino, è la Drag Queen con il nome d’arte LeiLa Stars, che ha presentato lo spettacolo ’Drag Queen Night!’ nella città romagnola, accompagnato dalla selezione musicale del dj Franz, il padre, con il quale fa coppia fissa. Ospite di Barbara D’Urso a ‘Pomeriggio 5’, la trasmissione in onda su Canale 5, ha raccontato la storia che ha condiviso su Luce!

Come e quando è nata l’idea di fare la Drag Queen?

“È accaduto nel 2018, appena maggiorenne. Iniziai a frequentare le varie discoteche della Romagna. Sapevo dell’esistenza delle Drag, ma non le avevo mai viste. Ero curioso. Così ho cominciato ad andare nei locali dove proponevano questi spettacoli”.

La reazione?

“È stata di grande ammirazione e stupore per il loro talento e la passione che trasmettevano nel pubblico”.

LeiLa Stars

Leonardo Zani, 21 di Cesena, studente di Scienze della nutrizione all’Università di Urbino, è la Drag Queen con il nome d’arte LeiLa Stars

E la decisione di diventare come loro?

“Mi sono detto che avrei potuto farla anch’io perché era troppo bella e unica nel mondo degli artisti”.

A chi le chiede ‘chi è una Drag Queen’ lei cosa risponde?

“Prima di tutto è difficile da spiegare perché la Drag Queen bisogna viverla. È un’artista a 360 gradi con la capacità sia di fare divertire, creando un’allegra alternativa alla vita di tutti i giorni e allo stesso tempo fare riflettere portando anche solo con la sua presenza il più grande messaggio possibile che è quello dell’autodeterminazione. La Drag è una bandiera ben piantata nella società non solo per tutta la comunità Lgbt+ ma anche per tutti quelli che credono davvero nel valore della libertà delle idee”.

LeiLa Stars: “Cos’è una Drag Queen? È un’artista a 360 gradi con la capacità sia di fare divertire sia di far riflettere”

Come hanno reagito a casa a questa sua decisione?

“Mio padre mi ha detto che si aspettava che da un giorno all’altro gli avrei detto che avrei fatto questo lavoro ed è rimasto contento nel vedermi felice. La mamma, i miei due fratelli e le mie due sorelle non mi hanno mai ostacolato e guardano con curiosità l’evoluzione del mio progetto”.

Lei si sente uomo di giorno e donna di sera?

“Sono per la fluidità, per il superamento di quello che è considerato uomo o donna, al di là della biologia. Credo che siamo tutti diversi e tutti unici e io sono io. Mi identifico nel genere maschile, nella vita di tutti i giorni, ma senza troppi paletti. Se un giorno mi sveglio con l’idea di essere donna di giorno e uomo di notte, lo faccio”.

Per LeiLa Stars il concetto di uomo o donna non ha senso: “Sono per la fluidità. Credo che siamo tutti diversi e tutti unici e io sono io”

Leonardo, ma lei sul palco però si traveste da donna?

“No, io mi travesto da Drag. L’unica cosa in comune che hanno è la forza della femminilità che è vita, pace, ragionevolezza, rispetto e dolcezza. Tutto il resto è immaginazione”.

Ci parla del suo spettacolo?

“Fra trucco e parrucco ogni sera mi servono due ore e mezzo per prepararmi. Sul palco non faccio niente, ma lo faccio bene. Cioè interpreto le canzoni muovendomi senza ballare, mimando le parole senza cantare e questo insieme rafforza all’ennesima potenza il brano stesso. In gergo si chiama lip-sync, sincronia delle labbra. Ci sono sempre pezzi comici e teatrali”.

Leonardo Zani sogna di diventare biologo nutrizionista da grande: “Poi vorrei una famiglia e vorrei crearla con una persona che mi ami”

Ha più fan uomini o donne?

“Sicuramente donne perché hanno meno freni inibitori. Le mie serate sono adatte a tutti, uomini, donne e famiglie e non c’è nulla di volgare, anche se mi piace stuzzicare l’uomo che mi guarda con diffidenza”.

Come sogna la sua vita futura?

“A livello personale sono tradizionalista sul concetto di famiglia e vorrei crearla con una persona che mi ami e che amo indipendentemente dal suo sesso, anche se a oggi il mio orientamento è chiaro: sono gay e ho una felice relazione con una ragazzo. A livello professionale mi sto formando come biologo nutrizionista e punto a farlo diventare il mio lavoro principale. La Drag può rimanere un bello svago da mantenere se gli impegni della vita lo consentiranno”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LeiLa Stars DQ (@leila_stars_drag)