“Libertà, lavoro, cibo”: fanno il giro del mondo le immagini delle donne afghane in piazza a Kabul

La protesta arriva a pochi giorni dal decreto che stabilisce che le donne afghane non possano allontanarsi per più di 75 chilometri dal luogo di residenza se non sono in compagnia di un parente stretto di sesso maschile

Diverse decine di donne afghane hanno manifestato contro le ulteriori limitazioni alle libertà personali decise nei giorni scorsi dai talebani al governo. Per disperdere il corteo, dopo poco le forze dell’ordine hanno sparato in aria, secondo quanto riferisce l’emittente Tolo News. Le donne chiedevano il rispetto del diritto all’istruzione, al lavoro e alla liberta’ sociale. Nei giorni scorsi, è stato deciso che nessuna donna non accompagnata da un parente di sesso maschile può compiere viaggi superiori ai 72 chilometri di distanza; inoltre, è obbligatorio indossare un “hijab” integrale che copra il volto oltre alla testa.

La protesta delle donne a Kabul

La protesta delle donne a Kabul

“Come possiamo trovare un parente con cui viaggiare quando c’è un’urgenza”? si chiedeva una delle manifestanti citata nell’articolo del canale afghano di informazioni, aggiungendo: “Non siamo le stesse donne di vent’anni fa e non resteremo in silenzio”. Le donne hanno chiesto che la comunità internazionale non le dimentichi, ricordando di rappresentare metà della società.

Le reazioni

Resta da vedere cosa accadrò a Kabul dopo la protesta delle donne a Kabul: hanno fatto il giro del mondo le immagini scattate nella capitale afghana, dove decine di loro sono scese in strada contro le misure “discriminatorie“ decise dai Talebani, da agosto di nuovo padroni dell’Afghanistan.

Controlli ai giornalisti durante la protesta delle donne a Kabul

Controlli ai giornalisti durante la protesta delle donne a Kabul

Video diffusi sul web e rilanciati da media locali mostrano un corteo che ha sfilato per le strade della città. “Libertà, lavoro, cibo”, lo slogan. Secondo denunce di una delle manifestanti, i Talebani hanno aperto il fuoco per disperdere la protesta. Per ora non ci sono notizie di conseguenze. La protesta arriva a pochi giorni dal decreto che stabilisce che le donne afghane non possano allontanarsi per più di 75 chilometri dal luogo di residenza se non sono in compagnia di un parente stretto di sesso maschile. L’ultima di una serie di misure annunciate dai Talebani dallo scorso agosto.

“Vogliamo lavoro, cibo e libertà”. Il video delle proteste (The free press journal)