Lingua ucraina, tutti vogliono impararla. Boom del +577% sulle app di lezioni e corsi online

L'app Duolingo registra in Polonia un aumento del +2.677% delle persone che vogliono studiare l'ucraino. Negli Stati Uniti gli studenti della lingua sono cresciuti del +544%

Da sempre vittima di pregiudizi, in quanto erroneamente considerata come “simile al russo”, la lingua ucraina si è riscattata da quando è scoppiata la guerra. Tutti vogliono impararla, vuoi perché diventata un simbolo di resistenza contro l’invasione russa, vuoi per la necessità di abbattere le barriere linguistiche qualora si avesse il bisogno di comunicare con rifugiati e profughi ucraini. Sta di fatto che tra le app per imparare le lingue, ne esiste una, Duolingo, che ha registrato un boom del +577% del numero di utenti che da tutto il mondo ha iniziato a studiare l’ucraino, seguendo lezioni e corsi online. Al primo posto, non a caso, la Polonia che, dopo aver accolto oltre 2 milioni di rifugiati ucraini, ha registrato un aumento del +2.677%.

Una manifestazione a Roma contro la guerra in Ucraina (Ansa)

Duolingo, boom di persone che vogliono imparare l’ucraino

È la stessa app ad aver comunicato il boom di utenti che vogliono imparare la lingua ucraina. Il ceo di Duolingo, Luis von Ahn, ha infatti voluto rivelare al mondo i dati registrati dalla sua app da quando è scoppiata la guerra in Ucraina. Dal 24 febbraio 2022, giorno di inizio dell’invasione russa, allo scorso 20 marzo, il numero di persone che studiano ucraino su Duolingo – fa sapere il ceo Luis von Ahn – è aumentato del 577% a livello globale. La crescita maggiore è avvenuta in Polonia che ha registrato un balzo improvviso del +2.677%. Mentre gli Stati Uniti, che detengono il primato di maggior numero di studenti che stanno studiando l’ucraino sulla app, hanno segnato un ulteriore aumento di download e di utenti raggiunti del +544%.

Come si dice “Ciao” in ucraino? “Привет” che si pronuncia “Pryvit”

Il ceo di Duolingo, Luis von Ahn, ha fatto sapere che “sebbene sia meraviglioso vedere questa dimostrazione di sostegno e apprezzamento per la cultura ucraina, non sarebbe giusto che ne traessimo profitto”. Per questo motivo l’app ha deciso di donare tutte le entrate pubblicitarie delle persone che studiano ucraino su Duolingo alle associazioni che offrono aiuto e sostegno ai profughi ucraini, tra cui l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) e l’International Rescue Committee (IRC).

Ma non solo. Perché il ceo di Duolingo ha deciso di distribuire gratuitamente i codici di accesso per ottenere un account premium di Duolingo (Duolingo Plus) a tutti i rifugiati ucraini e a coloro che stanno accogliendo nelle loro case i profughi in fuga dalla guerra.

Proteste per la fine della guerra in Ucraina a Roma (Adnkronos)

In Ucraina, dove 1 persona su 4 parla sia ucraino che russo

In Ucraina un gran numero di persone parla sia russo che ucraino (Ne avevamo parlato qui, nella storia del biglietto trovato a Mariupol’ e scritto in russo). Secondo uno studio del 2019 dell’Istituto internazionale di sociologia di Kiev1 persona su 4 (il 24,9% degli ucraini) parla sia russo che ucraino. Circa 1 persona su 2 (il 46% degli ucraini) parla invece solo ed esclusivamente la lingua ucraina, mentre poco più di 1 persona su 4 (il 28,1% degli ucraini) parla solamente la lingua russa.

Interessante notare che nel sondaggio pubblicato dall’Istituto di sociologia di Kiev è stato chiesto agli intervistati cosa ne pensano di studiare la lingua russa nelle scuole ucraine. Ne è emerso – ricordiamo che lo studio è del 2019, tre anni prima dell’inizio della guerra in Ucraina – che circa 1 ucraino su 3 (il 29,9% degli intervistati) pensa che a scuola si dovrebbe dedicare lo stesso tempo allo studio della lingua ucraina anche allo studio della lingua russa. Invece, 1 persona su 4 (il 25,9% degli intervistati) ritiene che si dovrebbe dedicare al russo meno tempo rispetto all’apprendimento della lingua ucraina, ma più tempo rispetto alle altre lingue straniere (come l’inglese, il tedesco, etc.). Solo il 7,8% degli ucraini intervistati pensa che la lingua russa non dovrebbe essere studiata affatto.

Vittoria Kholoshyna insegna italiano gratis agli ucraini arrivati in Italia (Ansa)

In Italia corsi di italiano gratis per gli ucraini

I profughi ucraini arrivati in Italia sono 81.739, secondo i dati aggiornati al 3 aprile del Ministero dell’Interno. Tutti loro, o comunque la maggior parte dei profughi arrivati nel nostro Paese, non conosce l’italiano. Per questo motivo sono state avviate tante iniziative per permettere ai rifugiati di imparare la lingua con la quale hanno dovuto iniziare a convivere. A Milano Vittoria Kholoshyna, 37 anni, ucraina trasferitasi in Italia nel 2010, ha iniziato lo scorso 1 aprile a offrire su Telegram lezioni gratuite di italiano per ucraini.

“Mi sono laureata in Giurisprudenza a Kiev – ha raccontato all’Ansa Vittoria Kholoshyna – e ho preso la laurea specialistica in russo all’università statale di Mosca. Qui in Italia insegno da dieci anni russo e ucraino e da otto anche italiano alle popolazioni russofone. Con l’arrivo dei profughi e avendo visto le difficoltà che incontrano ho voluto dare il mio contributo ideando un corso per loro. L’integrazione passa in primis attraverso la comprensione della lingua”, ha spiegato Vittoria.

Le lezioni gratis di italiano per ucraini di Vittoria Kholoshyna si tengono sul canale Telegram ‘ІТАЛІЙСЬКА ДЛЯ УКРАЇНЦІВ’, ‘Italiano per ucraini’. Si tratta di 12 incontri di dieci minuti che partono da un livello A0, ovvero quello base, con l’insegnamento della fonetica, dell’alfabeto e dei verbi al presente. Gli studenti dovranno fare i compiti che verranno controllati e corretti da Vittoria e le soluzioni saranno pubblicate online. “Se qualcuno vorrà ringraziarmi per questo lavoro che ripeto fornisco gratuitamente, potrà fare donazioni alle associazioni che operano in Italia o in Ucraina”, ha concluso Vittoria.