Tra premi e “un po’ di ansietta” Mahmood e Blanco si preparano per la finale dell’Eurovision

I vincitori di Sanremo 2022 e portacolori italiani all'eurofestival hanno già vinto il 'Best Lyrics Award' per il miglior testo con la loro "Brividi" e hanno ricevuto il 'Telegatto' da Tv Sorrisi e Canzoni

A Torino è in corso la 66esima edizione dell’Eurofestival, evento organizzato dalla Ebu (European Broadcasting Union), la principale alleanza mondiale dei media di servizio pubblico, con Rai quale Host Broadcaster (emittente ospite). Dopo il boom della prima semifinale, oggi 12 maggio (con diretta su Raiuno dalle 21) è in programma la seconda semifinale dove si sfidano altri 18 Paesi – tra cui San Marino rappresentato da Achille Lauro con Stripper – e solo 10 accederanno alla finale di sabato 14 maggio. In quell’occasione, oltre ai 20 Paesi qualificati tramite le due semifinali, entreranno in gioco i ‘Big Five‘, ovvero Spagna, Regno Unito, Germania, Francia e Italia. I portacolori azzurri sono Mahmmod e Blanco – con la canzone Brividi – che in questi giorni, tra prove e visite per Torino, sono certamente gli artisti più ricercati.

Mahmood e Blanco vincono il Best Lyrics Award

Best-Lyrics-Award

Mahmood e Blanco hanno vinto il Best Lyrics Award per “Brividi”

L’italo-egiziano Alessandro Mahmoud e Riccardo Fabbriconi (in arte Blanco), originario di Brescia, sono tra i favoriti per la vittoria finale. Al momento hanno già messo in bacheca il ‘Best Lyrics Award’, il premio al miglior testo della canzone assegnato da Eurostory, il magazine online dedicato all’evento. L’anno scorso il riconoscimento era toccato ai Maneskin con ‘Zitti e buoni’. “We’re getting used to it” (“Ci stiamo facendo l’abitudine”) è il commento social di Damiano David, leader della band romana. Inoltre, Mahmmod e Blanco hanno ricevuto il nuovo ‘Telegatto‘, il riconoscimento di Tv Sorrisi e Canzoni: i due sono stati premiati dal direttore Aldo Vitali per il loro percorso di eccellenza nella musica, dalla vittoria al Festival di Sanremo 2022 al grande successo dei rispettivi album ‘Ghettolimpo’ e ‘Blu Celeste’.

L’ansietta pre finale

Mahmood e Blanco ospiti durante la prima semifinale di martedì 10 maggio con i conduttori Alessandro Cattelan e Laura Pausini

Insomma, le aspettative nei loro confronti sono altissime: il loro brano è quello con le migliori performance su Spotify tra i 40 in concorso, i loro post sui social sono quelli caratterizzati dal maggiore media value, in termini economici. Tutti guardano a loro, e non solo perché difendono i colori del paese ospitante. “A stare qui ci viene un po’ di ansietta” sottolinea Mahmood. E aggiunge: “Succedeva anche a Sanremo, per cui ci stiamo regolando proprio come abbiamo fatto a febbraio al Festival: ci godiamo il momento, ci stiamo preoccupando soltanto di fare bene. Rispetto alla prima prova siamo migliorati, ci manca ancora quell’abbellimento in più, ma ci stiamo arrivando”. Anche Blanco la pensa come il compagno d’avventura: “Fare quest’esperienza assieme ad Alessandro mi mette più a mio agio. Ogni volta che saliamo sul palco facciamo cose nuove e va bene così”.
I due, però, non vogliono parlare di vittoria. “L’importante non è vincere, ma internazionalizzare” sostengono Mahmmod e Blanco e, infatti, è in arrivo (il 13 maggio) un remix di Brividi dei Meduza, trio di dj italiani ricercati nei club di tutto il mondo. 

Brividi: una canzone sull’amore libero da etichette

Per la stampa spagnola sono favoriti perché “coppia omoerotica”. Loro rifiutano ogni etichetta e ricordano che Brividi “parla di amore, ma non solo un tipo di amore, e libertà“. La stampa spagnola, poi, accusa Mahmood di non dare risposte sulla sua presunta omosessualità. “Non so cosa abbiamo fatto agli spagnoli, in questi giorni ho fatto un giro sui social, sono incaz… neri con noi. Le persone ci vogliono etichettare, eppure quando ho fatto l’ultima data a Madrid non ho percepito un clima ostile” dice Mahmood mentre Blanco aggiunge: “Vorrei solo bermi un bicchiere di vino con tutti”.

I favoriti alla vittoria

I Kalush Orchestra rappresentano l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2022 con la canzone “Stefania” (Foto Ansa)

Tra i Paesi favoriti alla vittoria finale c’è anche l’Ucraina, sull’onda dell’empatia generata dall’invasione russa. “La Kalush Orchestra ha talento indipendentemente dalla tragedia” sostengono i rappresentanti dell’Italia che aspettando la finale hanno fatto un’incursione alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. I cantanti hanno partecipato all’inaugurazione di “Blanco e Mahmood: il mondo nuovo è qui”, mostra fotografica che li ritrae, realizzate da Luigi&Iango per un reportage di Vanity Fair Italia. “È bello vedersi in queste immagini” dice Blanco che racconta di essersi divertito durante il giro in monopattino dell’Eurovillage al Parco del Valentino. “Torino è molto bella” aggiunge Mahmood che insieme all’amico e collega non si è sottratto al rito dei selfie con tanto di video-saluti richiesti dai fan. Ad accompagnarli alla mostra, la presidente della Fondazione, Patrizia Sandretto. “La Fondazione – dice – è sempre stata un luogo dove le varie discipline hanno dialogato. Per noi è meraviglioso avere qui questi due grandi artisti e aver dato visione del loro lavoro in modo diverso, attraverso le fotografie”.