I Maneskin annunciano le date del tour mondiale: “Ma non andremo in Russia”

Live in Nord America nel 2022 e in Europa nel 2023 nei palasport per la band romana, che già nei giorni scorsi con un post su Instragram si era schierata al fianco dell’Ucraina

Già nei giorni scorsi i Maneskin si erano schierati al fianco dell’Ucraina. Il gruppo romano capitanato da Damiano, con una storia su Instagram, aveva annunciato di non poter condividere con i propri fan le date del tour italiano e europeo. Dopo l’annuncio del rinvio dei live a causa della pandemia da Covid-19, la band aveva deciso di fermarsi a causa della guerra in Ucraina. Ma c’è stato un cambio di programma: i Maneskin annunciano infatti il loro primo tour mondiale, con 48 concerti fra Nord America ed Europa. Con una puntualizzazione: “Non andremo in Russia“.

Ma andiamo per ordine: le date del Loud Kids Tour sono aumentate e includono ora il primo headline tour in Nord America, oltre a diverse aggiunte agli show nei palazzetti italiani.

Maneskin, parte il tour italiano nel 2023

L’annuncio delle date negli States

Il Tour europeo nei club, precedentemente posticipato, si sposta quindi nei palasport nel 2023. Partirà il 31 ottobre 2022 da Seattle. Da lì i Maneskin suoneranno in 16 città degli Stati Uniti – tra cui New York, San Francisco, Las Vegas, Washington e Canada, prima di intraprendere il tour europeo riprogrammato per il 2023 e al quale si aggiungono nuove date e includendo venue iconiche come la O2 Arena di Londra, la Accor Arena di Parigi e la Mercedes Benz Arena di Berlino. Oltre che in Italia sono previsti nuovi live in Spagna, Danimarca, Austria, Lettonia ed Estonia.

Il tour europeo

Concluso il Tour in Nord America, i Maneskin daranno il via al loro Tour europeo in Italia, a Pesaro, il 23 febbraio 2023, aggiungendo due nuove date: il 17 marzo a Bologna e il 5 maggio a Milano.

Contro la guerra

“Vi annunciamo con grande emozione che il nostro Loud Kids tour si è fatto ancora più rumoroso ed è diventato mondiale! – dichiarano i Maneskin -. È cresciuto e comprenderà le nostre prime vere date da headliner negli Stati Uniti. Mentre la capienza di tutti gli show europei al chiuso è stata incrementata, per via della grande richiesta. Abbiamo inoltre aggiunto alcune nuove date per tutti coloro che non sono riusciti a prendere i biglietti in tempo“.

Damiano David (secondo da sinistra), leader dei Maneskin con Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio

Damiano David (secondo da sinistra), leader dei Maneskin con Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio

Naturalmente, non è facile per noi parlare di musica dal vivo mentre la guerra affligge l’Ucraina e provoca la sofferenza di così tante persone innocenti – prosegue il gruppo – . Siamo devastati per il popolo ucraino e vogliamo dimostrargli la nostra totale solidarietà. A causa delle decisioni prese da chi è al potere, decisioni che affliggono le vite di civili innocenti, non ci esibiremo in Russia. Dobbiamo essere uniti per la pace, ora e per sempre“.
Confermati gli show all’aperto compresi Verona (28 aprile 2022), Circo Massimo (9 luglio 2022) e Lignano Sabbiadoro (23 giugno 2022), così come la partecipazione a tutti i festival già annunciati tra cui Coachella, Lollapalooza, Rock in Rio.
Sempre nei giorni scorsi, su una storia di Instagram Damiano, il cantante dei Maneskin, aveva condiviso la raccolta fondi di Save The Children per aiutare i bambini ucraini che stanno fuggendo dal loro Paese in guerra. Secondo Save The Children e altre organizzazioni umanitarie sono 7,5 milioni i minori, la cui vita è seriamente a rischio a causa del conflitto tra Russia e Ucraina. “Ogni guerra è una guerra contro i bambini – scrive su Twitter Save the Children -. Attacchi alle scuole in Ucraina mettono in pericolo la vita di 7,5 milioni di bambini. Sarebbero decine quelli morti nei combattimenti, anche durante bombardamenti di strutture educative. Non possiamo accettarlo!”.