Max Parrot vince l’oro olimpico dopo aver sconfitto il cancro: “Incredibile. Orgoglioso di me”

Dopo l'argento di PyeongChang 2018 allo snowboarder era stato diagnosticato un un linfoma di Hodgkin. A Pechino 2022, dopo una gara straordinaria, è salito sul gradino più alto del podio: "La mia performance più grande"

Lo snowboarder canadese Max Parrot ha vinto una medaglia d’oro alle Olimpiadi invernali di Pechino nello Slopestyle, poco più di tre anni dopo che gli era stato diagnosticato il cancro. “È assolutamente incredibile”, ha detto il 27enne in conferenza stampa dopo la vittoria. Un trionfo che ha quindi il sapore del riscatto e della rivincita sulla malattia, che lo aveva costretto a interrompere la sua passione per le cure. Dopo aver vinto l’argento a PyeongChang quattro anni fa, lunedì 7 febbraio Parrot è riuscito a superarsi al Genting Snow Park nella capitale cinese, così da aggiudicarsi la sua prima medaglia d’oro olimpica.

La gara

Il podio dello Slopestyle maschile a Pechino 2022: oro a Max Parrot, argento al cinese Su Yiming e bronzo all’altro canadese McMorris

Max Parrot, ha chiuso la seconda run della finale dello Slopestyle con uno stratosferico 90.96. Secondo il 17enne cinese Su Yiming, entrato nell’evento da wildcard, che ha dato spettacolo conquistando un argento incredibile grazie a una seconda run da 88.70. Bronzo per l’altro canadese, Mark McMorris, col punteggio di 88.53. Non sono mancate le polemiche sui risultati: nella seconda e decisiva run è sembrato che Parrot afferrasse il suo ginocchio, anziché la tavola, durante un salto. Tale errore lo avrebbe certamente penalizzato: i punti che gli potevano essere tolti dai giudici sarebbero stati sufficienti a ribaltare le prime due posizioni del podio. I giudici che, secondo il commentatore della Bbc, sarebbero “apparsi sconvolti” nell’apprendere successivamente l’errore commesso, ormai tardi per ribaltare il risultato.

La battaglia contro il cancro

Il 27enne neo campiono olimpico dello Slopestyle è però un vero guerriero, che ha già vinto la battaglia più importante: quella per la vita. Lui stesso è stato infatti “testimone” nel suo documentario, intitolato “Max – La vita come una medaglia d’oro”. Nel dicembre 2018 gli era stato infatti diagnosticato un linfoma di Hodgkin, un tumore del sistema linfatico. Lo snowboarder aveva iniziato le cure da subito, sottoponendosi a 12 cicli di chemioterapia prima di annunciare, nel luglio 2019, che aveva “vinto” contro il cancro. Dopo il trionfo a Pechino, Parrot, commosso, ha ricordato davanti alle telecamere internazionali il suo viaggio “da incubo” degli ultimi quattro anni: “Sono stati tempi davvero difficili e, a volte, mi sentivo come se fossi un leone in gabbia perché non ero in grado di fare ciò che amo di più, cioè lo snowboard”. Quel periodo, “è stato la prima volta nella mia vita in cui ho dovuto mettere la mia tavola nell’armadio. Lo snowboard è tutto ciò che conosco e so fare, quindi è stato davvero difficile per me”.

Nuova prospettiva

Il sette volte campione degli X Games, però, non ha solo ricordi negativi legati alla malattia. La sua battaglia contro il cancro, infatti, gli ha fatto riscoprire l’amore ancestrale per lo sport, così come una nuova prospettiva sulla vita stessa. “Come persona, prima davo la vita per scontata, ora non lo faccio più”, ha detto. “Ogni volta che metto i piedi sul mio snowboard, lo apprezzo molto di più di prima. Apprezzo il fatto di poter vivere la mia passione ogni giorno”. E poi ha voluto lanciare un messaggio di speranza, per tutti coloro che soffrono ma anche a chi pensa di arrendersi o non riesce a vedere un futuro: “Sorridi di più, tutto è più positivo. Ti metti meno pressione, meno stress”.

“Sono orgoglioso di me”

Quello che è riuscito a compiere Max Parrot sulle piste innevate di Pechino, ai Giochi olimpici invernali, è un vero e proprio miracolo. Il suo spirito combattivo e positivo ha contribuito a quella che Parrot ha descritto come “la performance più incredibile” della sua carriera. Il canadese, durante la seconda run, ha realizzato infatti due salti tripli consecutivi per superare Su. “Ho continuato a dire a tutti che volevo conquistare un oro. Ed esserci finalmente riuscito alla terza Olimpiade è davvero fantastico”, ha detto lo snowboarder. “È tutto incredibilmente speciale, soprattutto la gara che ho fatto oggi” ha aggiunto, concludendo poi “Sono estremamente orgoglioso di me stesso ed aver vinto l’oro in questa competizione significa così tanto per me”.

Max Parrot dopo aver vinto la medaglia d’oro a Pechino 2022 ha detto: “Sono estremamente orgoglioso di me stesso