“Molestate dagli addetti alla sicurezza” La denuncia di quattro donne inglesi in quarantena

Una ha denunciato che l'addetto ha mimato un rapporto sessuale mentre si trovavano in ascensore. "Mai una operatrice femmina fra il personale riservato a noi"

Quattro donne rimaste in quarantena in alcuni alberghi del Regno Unito hanno denunciato di essere state molestate dagli addetti alla Sicurezza, di un’azienda privata, leader nel settore, assunti peraltro per garantire che stessero in isolamento.

In un caso, riferisce la Bbc, una delle donne ha raccontato che un addetto le ha mimato l’atto sessuale mentre si trovavano da soli in ascensore. In un altro episodio, una guardia ha chiesto alla vittima un abbraccio e un selfie. L’azienda G4S coinvolta nella denuncia ha avviato un’indagine sulle accuse di molestie. Le compagnie di sicurezza sono state ingaggiate dal governo britannico per garantire il rispetto delle regole sulla quarantena. I viaggiatori in arrivo in Gran Bretagna da Paesi dove le infezioni da Covid sono molto alte, devono sottoporsi all’isolamento obbligatorio di 10 giorni in una camera d’albergo: possono uscire dalla stanza solo se accompagnati da una guardia. E il cibo da asporto può solo essere consegnato dagli addetti alla Sicurezza. Sette donne intervistate dalla Bbc hanno raccontato di non aver mai visto un agente donna tra le guardie.