Moncalieri, rubano la carrozzina a un disabile di 80 anni. Il sindaco: “Un gesto vigliacco”

In provincia di Torino, il furto è avvenuto nel palazzo dove l'uomo abitava con la moglie di 75 anni. I cittadini del paese si offrono di aiutare la coppia

Come si fa a rubare una carrozzina a un uomo disabile di 80 anni? Eppure è successo. Siamo a Moncalieri, in provincia di Torino. Mercoledì scorso un ladro ha portato via dal condominio dell’anziano disabile la sua carrozzina elettrica, che usava per muoversi, uscire di casa, andare a fare la spesa e fare una girata in paese. A raccontare la storia, a La Stampa, è la moglie 75enne dell’uomo.

Mercoledì 2 febbraio, come ogni altro normalissimo giorno, la signora Eva (nome di fantasia, ndr), 75 anni, esce di casa, al secondo piano di un appartamento a Borgo Navile, Moncalieri. La donna scende le scale della palazzina per andare a prendere la carrozzina elettrica del marito disabile nell’androne condominiale, dove ogni giorno ripone la carrozzina. La 75enne infatti, non riuscendo a portare fino al secondo piano la carrozzina elettrica del marito, ogni giorno la lascia nell’androne del palazzo. Ma mercoledì pomeriggio, quando scende per andare a prenderla, si accorge che non c’è più. In un primo momento, pensa che qualcuno l’abbia spostata, messa da qualche altra parte perché magari stava intralciando il passaggio a qualcuno, o chissà quale altro motivo. La signora inizia a citofonare ai condomini alla ricerca della carrozzina del marito. Ma nessuno sa nulla. Esce dal palazzo, si guarda in giro per la strada. Niente. Allora interroga i negozianti della strada, forse qualcuno aveva visto qualcosa. Ma anche in questo caso niente. La carrozzina è scomparsa.

Preoccupata, la donna torna in casa e dice al marito che la sua carrozzina è scomparsa. La coppia inizia ad avere dei sospetti. Se nessuno del condominio l’aveva spostata, probabilmente qualcuno l’aveva presa. Magari qualcuno che aveva studiato gli spostamenti della coppia. Ogni giorno, infatti, la signora scendeva nell’androne per andare a preparare la carrozzina del marito. Ogni giorno i due uscivano di casa, e ogni giorno, quando tornavano a casa, la 75enne riponeva nell’androne condominiale la carrozzina del marito 80enne. Probabilmente qualcuno aveva aspettato che i due risalissero al secondo piano del palazzo per commettere il furto.

La storia si è presto diffusa in paese, creando sgomento tra i cittadini di Moncalieri. “Un gesto vigliacco, ignobile, difficile da commentare”, ha scritto il sindaco Paolo Montagna in un post su Facebook. “Siamo vicini a questa coppia di nostri concittadini”, ha aggiunto il primo cittadino promettendo anche che “li aiuteremo con la forza della nostra Comunità”. E in effetti la reazione dei cittadini di Moncalieri non è mancata. Dopo pochi minuti dalla pubblicazione del post, una signora ha così commentato: “Buongiorno Paolo, io ho una carrozzina per disabili in buonissime condizioni. Vorrei darla a queste persone che ne hanno bisogno”. Un piccolo aiuto a due persone, a due anziani, a un uomo disabile di 80 anni che senza la sua carrozzina non può uscire di casa. Un piccolo aiuto e una lezione di umanità, al contrario di qualcuno che non ha avuto nemmeno la dignità di chiedersi: “Come si fa a rubare una carrozzina a un uomo disabile di 80 anni?”.