Monica Boggioni, rubata l’identità della campionessa paralimpica azzurra

Profilo e foto hackerate, l'atleta di 23 anni è stata contattata da due ragazzi che volevano conoscerla. Presentata la denuncia

Reduce dalla vittoria di tre medaglie di bronzo ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, brutte notizie oggi per la campionessa di nuoto Monica Boggioni. L’atleta 23enne pavese ha presentato ieri una denuncia alle forze dell’ordine tramite il suo avvocato per un furto d’identità online. Qualcuno si è appropriato delle sue foto dai social network e ha creato falsi profili a suo nome su due piattaforme social di incontri.

Due ragazzi mi hanno scritto sui miei social dicendo di aver visto il mio profilo su due siti di incontri e di volermi conoscere”, racconta oggi l’atleta paralimpica su Il Giorno. Alla richiesta dei due ragazzi, Monica Boggioni decide di non rispondere perché, come afferma lei stessa, “io non ho profili su quelle piattaforme”. All’origine della vicenda, tra le ipotesi avanzate, ci potrebbe essere “un link apparentemente lecito, ma in realtà malevolo, che potrei aver cliccato” accidentalmente, racconta ancora l’atleta di 23 anni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Monica Boggioni (@monica_boggioni)

Dopo la segnalazione fatta pervenire ieri ai carabinieri di Pavia, in questi giorni le forze dell’ordine provvederanno a formalizzare la denuncia. Tra le ipotesi di reato ci potrebbe essere quello della sostituzione di persona. Sicuramente, come ha tenuto a precisare il suo legale Pierluigi Vittadini, questa è “una vicenda che crea un danno all’immagine di Monica Boggioni, un personaggio pubblico, in quanto questi falsi profili sono stati creati su piattaforme di incontri quando lei non aveva alcuna intenzione di essere presente su quei siti”, precisa l’avvocato, sottolineando di essere fiducioso “nell’operato della magistratura e nell’esito degli accertamenti per risalire e identificare i responsabili”.

Monica Boggioni, classe 1998, vanta un notevole palmarès di successi. Otre ai tre bronzi ottenuti ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020, la giovane atleta ha conquistato tre medaglie d’oro e altrettante d’argento ai Campionati del Mondo di Città del Messico tenutisi nel dicembre del 2017 e un oro ai Campionati Europei di Dublino del 2018. Di ritorno dai Giochi di Tokyo, a settembre del 2021 la campionessa pavese è stata nominata Cavaliere della Repubblica Italiana dal presidente Sergio Mattarella. Sui social le foto della cerimonia, con il presidente del Consiglio Mario Draghi e gli altri campioni della Nazionale italiana.