Otto cuccioli da salvare: grazie all’appello di Elodie i cagnolini hanno trovato una casa

Abbandonati davanti al rifugio Enpa di Ascoli Satriano, in provincia di Foggia, a poche settimane di vita. Le volontarie sono riuscite a ritrovare la loro mamma, Lola, e grazie all'intervento della cantante oggi i cuccioli sono stati tutti adottati

Nel film del 1987 diretto da Joe Camp erano quattro, i cuccioli da salvare. Quelli di questa storia a lieto fine, avvenuta realmente ad Ascoli Satriano, Foggia, sono invece otto. Madrina (e anche un po’ eroina) di questa vicenda è la cantante Elodie, la 31enne romana da sempre impegnata in molte battaglie sociali, che ha preso a cuore le sorti di questi otto cagnolini abbandonati e si è fatta portavoce per la loro adozione.


Grazie al suo intervento infatti, tutti i cuccioli oggi hanno una casa e una famiglia che li accudisce con amore. Strappati alla mamma a poche settimane di vita e lasciati davanti al rifugio Enpa della cittadina nel foggiano, la storia di questi otto tenerissimi cagnolini risale al 13 ottobre scorso. Abbandonati per ignoranza hanno però conosciuto anche l’affetto degli operatori dell’Ente Nazionale Protezione Animali, che grande spirito di solidarietà e amore li hanno immediatamente accolti nella struttura e hanno poi attivato le ricerche per trovare la loro mamma, presentando inoltre denuncia di abbandono presso le autorità competenti.

L’appello dell’Empa: “Cambiamo insieme questo mondo”

Gli otto cuccioli sono stati strappati alla madre Lola a poche settimane di vita e abbandonati davanti al rifugio dell’Ente Nazionale per la Protezione Animali di Ascoli Satriano

“Chiunque abbia notizie certe o anche soltanto riferite trovi il coraggio anche anonimamente di scriverci o contattarci per aiutarci a trovare la loro mamma. Cambiamo insieme questo mondo”, hanno scritto le volontarie Enpa della sezione di Ascoli Satriano. Un appello che non è rimasto inascoltato, ma anzi hanno risposto diverse persone; pochi giorni dopo, infatti, Lola, la loro mamma, è stata ritrovata, frastornata mentre vagava in cerca dei suoi cuccioli, con le mammelle piene di latte per nutrirli. “Abbiamo provato ad avvicinarle il primo dei suoi otto cuccioli, quello più timoroso e lei lo ha subito accolto e dopo di lui, il secondo, il terzo e poi tutti gli altri – raccontano emozionate le volontarie –. A nessuna mamma dovrebbero essere strappati i propri cuccioli. Mamma Lola è stata incredibile”. Dopo che la famigliola si è ricongiunta, i cagnolini hanno iniziato un percorso esperienziale fondamentale in vista di una futura adozione. Ma è proprio quando le operatrici del rifugio stavano per iniziare la prima delle attività previste che l’incontro inaspettato con Elodie ha cambiato i programmi e, in qualche modo, anche le sorti dei cuccioli.

L’intervento di Elodie per salvare i cuccioli

In quei giorni, ad Ascoli Satriano, si stavano girando le riprese del film Ti mangio il cuore, del regista Pippo Mezzapesa. Nel cast, nelle vesti di attrice, c’era anche Elodie. La cantante, venuta a conoscenza della storia di Lola e dei suoi cuccioli, si è subito offerta di aiutare le volontarie Enpa a diffondere la notizia, per promuovere l’adozione dei cuccioli attraverso i suoi canali social. “Iniziata nel peggiore dei modi con un gesto, l’abbandono, che purtroppo è ancora quotidianità in troppe parti d’Italia questa è una storia a lieto fine grazie all’impegno delle tante persone che credono e vivono nel rispetto per gli animali, tutelandoli e amandoli attraverso azioni concrete”, ha detto Carla Rocchi, presidente nazionale Enpa. Che ha poi rivolto un pensiero speciale a chi ha reso possibile il lieto fine della storia: “Ringrazio quindi le volontarie dell’Enpa di Ascoli Satriano che non si sono arrese e sono riuscite a trovare mamma Lola, garantendo ai piccoli il migliore degli svezzamenti. Ringrazio le persone che non si sono voltate dall’altra parte e hanno contribuito a raccogliere informazioni. E ringrazio Elodie, che con la sua sensibilità e con la sua generosità ha permesso a questa storia e, dunque a questi cuccioli, di arrivare più rapidamente ai cuori delle famiglie che hanno deciso di adottarli”.

Mia, Asia, Nikita, Fulmen, Rocky, Epta, Stella e Tessa sono stati tutti adottati, anche grazie all’intervento di Elodie

Perché in effetti, forse anche grazie a questo appello speciale, o chissà, all’affetto suscitato nel cuore di tutti coloro che hanno scoperto la loro disavventura, Mia, Asia, Nikita, Fulmen, Rocky, Epta, Stella e Tessa oggi hanno trovato tutti una famiglia pronta ad accoglierli. L’ultima adozione è stata proprio quella Tessa, che lo scorso weekend ha raggiunto Sara e la sua famiglia in provincia di Lecco. E gli altri fratelli e sorelle? Asia è rimasta ad Ascoli Satriano, in casa di Ivana ed Enzo e anche Stella è in zona, in provincia di Foggia; Epta invece è volata a Monaco di Baviera con Gabriela grazie ad una adozione internazionale verificata. Fulmen ora è in provincia di Milano, con Mara e la sua famiglia, mentre Mia è a Roma con Diego e Benedetta. Insomma gli otto cuccioli hanno trovato casa.