Il Papa benedice i paralimpici: “Testimonianze di speranza e coraggio, valicate ostacoli che sembrano insormontabili”

Il pontefice ha ricevuto una delegazione di Athletica

Nel primo giorno delle Paralimpiadi, papa Francesco ha ricevuto in udienza l’agguerrito Team paralimpico di Athletica Vaticana. È significativo che il Papa abbia un suo Team paralimpico ufficiale, giuridicamente costituito e riconosciuto. Nel dettaglio, fa sapere Athletica vaticana, sono stati Sara Vargetto . con i suoi 13 anni la “mascotte” di Athletica Vaticana e Gianluca Palazzi, pensionato vaticano in sedie a rotelle, allenatore di basket – a presentare al Papa l’attività concreta e i progetti per dare un’opportunità a chi è rimasto ferito nella vita. Athletica Vaticana ha invitato all’udienza anche Tiziano Monti per raccontare al Papa l’esperienza della staffetta paralimpica promossa da Obiettivo3 (leggi l’articolo) che ha visto protagonisti i ciclisti di Athletica Vaticana già 2 volte. Con un particolare ricordo per Alex Zanardi. A Francesco è stata donata la t-shirt solidale di Athletica Vaticana, evidenziando l’immagine inclusiva: l’atleta in sedia a rotelle e la scritta We Run Together. ‘’Il primo obiettivo dell’associazione sportiva ufficiale vaticana – ricorda Athletica – è contribuire a cambiare la mentalità della percezione della disabilità favorendo in ogni modo l’inclusione. Il Pontefice ringrazia gli atleti delle Paralimpiadi che hanno preso il via ieri a Tokyo.

“Il mio saluto agli atleti e li ringrazio – dice Bergoglio al termine dell’udienza generale – perché offrono a tutti testimonianza di speranza e di coraggio e con i fatti manifestano come l’impegno sportivo aiuti a superare difficoltà apparentemente insormontabili”.