“Uccidere le donne significa tranciare i fili della vita”: il Papa parla di violenza di genere

Nell'omelia della messa a San Pietro, per la prima celebrazione del nuovo anno, Papa Francesco rivolge il suo pensiero alle donne, riferendosi ai 117 femminicidi registrati nel 2021: "Le donne tengono insieme i sogni la concretezza. Lo fanno perché da madri sanno custodire, sanno tenere insieme i fili della vita. Ferire una donna è oltraggiare Dio”

“Mentre le madri donano la vita e le donne custodiscono il mondo, diamoci da fare tutti per promuovere le une e proteggere le altre”. Nell’omelia della messa a San Pietro per celebrare il nuovo anno Papa Francesco rivolge il suo pensiero alle donne e, nell’omaggiare la figura di Maria, lancia un ammonimento: “Quanta violenza c’è nei confronti delle donne, dobbiamo dire basta. Ferire una donna è oltraggiare Dio, che da una donna ha preso l’umanità, non da un angelo: da una donna“.

Il santo padre prende spunto dall’attualità per parlare di un fenomeno che in Italia solo nel 2021 ha portato alla morte di 117 donne, facendo collezionare nell’elenco delle aberrazioni del Paese un femminicidio ogni tre giorni durante l’anno appena trascorso. E l’aumento degli abusi e delle violenze domestiche durante queste feste natalizie, ne è solo l’immagine più recente.

Il neonato di George de la Tour quadri maternità

L’opera Il neonato di Georges de La Tour

“Le madri, le donne guardano il mondo non per sfruttarlo, ma perché abbia vita” e “guardando con il cuore – aggiunge Francesco – riescono a tenere insieme i sogni e la concretezza”. E, continua il Pontefice: “c’è bisogno di gente in grado di tessere fili di comunione, che contrastino i troppi fili spinati delle divisioni”. Donne collante dei popoli, genitrici,  fil rouge dell’umanità stessa: “le madri – ha proseguito Papa Francesco – sanno superare ostacoli e conflitti, sanno infondere pace. Così riescono a trasformare le avversità in opportunità di rinascita e in opportunità di crescita. Lo fanno perché sanno custodire, sanno tenere insieme i fili della vita”. E, di conseguenza, compiere violenza verso di loro per il fatto di essere donne significa tranciare i fili stessi della vita. 

E dunque “la Chiesa è madre, la Chiesa è donna”, ha detto Papa Francesco. Anche se, viene da chiedersi, a quale angolo libero dal sessismo si riferisca.