Pete e Chasten Buttigieg con i gemelli alla Casa Bianca: uno scatto nel segno dell’inclusione

Il Segretario ai Trasporti e il marito hanno postato la foto che li ritrae con i figli, adottati a settembre, Penelope e Joseph. "Il 2021 ha portato con sé molte sfide, ma ci ha anche dato molto di cui essere grati. Buon anno amici"

A volte le differenze sono talmente grandi da sembrare di trovarsi in un’altra epoca. Mentre in Italia il leader della Lega Matteo Salvini si scagliava, per l’ennesima volta, contro la maternità surrogata, annunciando su Instagram la nuova mozione della Lega da presentare al governo di rendere reato la procreazione medicalmente assistita anche per gli italiani che decidono di recarsi all’esterno, dall’altra parte del mondo, negli Stati Uniti, una foto postata su Twitter mostrava quanto in America lo status dei diritti delle coppie Lgbtqi+ sia estremamente più avanzato.

Una grande sala, gli alberi di natale sullo sfondo, illuminati a festa, e due persone in primo piano, anzi quattro, per la precisione. Il segretario ai Trasporti dell’amministrazione Biden, Pete Buttigieg e il marito Chasten Glezman, hanno infatti festeggiato l’arrivo del 2022 con una bellissima foto scattata all’interno della Casa Bianca, con i gemelli Penelope e Joseph in braccio. Sui loro volti, coperti dalla mascherina, era però ben visibile la gioia e un pizzico di emozione per il momento. Anche perché il 2021 è stato un anno importantissimo e ricco di eventi per i coniugi Buttigieg.

Il 39enne Pete è stato il primo candidato alle presidenziali dichiaratamente gay della storia d’America, poi primo ministro (ai trasporti, appunto) ad essersi dichiarato omosessuale. A settembre poi la coppia ha adottato i due bambini, Joseph August e Penelope Rose. Un sogno realizzato per i due papà, che fin dalle prime apparizioni in pubblico avevano dichiarato di voler provare a diventare genitori. È stato Chasten a postare lo scatto su Twitter, ricordando proprio come “Il 2021 ha portato con sé molte sfide, ma ci ha anche dato molto di cui essere grati. Buon anno amici. A un 2022 sereno e gioioso!”. Soprannominati affettuosamente “Gus”, i piccoli erano già apparsi sui social della coppia il giorno di Natale, con l’intera famiglia in posa davanti a un albero di Natale.

Scatti che sono subito diventati virali sulle piattaforme, con migliaia di like e condivisioni (molto diverso da ciò che era accaduto quando, nei primi giorni dopo l’adozione, Buttigieg aveva preso un congedo di paternità ed era stato pesantemente attaccato dai Repubblicani e dalle tv dei conservatori). Sono state tantissime le famiglie arcobaleno che, nei commenti ai post, hanno pubblicato le loro foto come risposta a questo dolcissimo scatto, che rimarca in modo deciso il cambio di passo, in senso inclusivo, dell’attuale amministrazione sulla questione Lgbtq+.

Basti pensare che, in netto contrasto rispetto alle scelte adottate dal presidente Donald Trump, votate –inutile negarlo– all’omotransfobia, Joe Biden ha voluto ringraziare la comunità già nel giorno del suo insediamento, promettendo anche tutele per le persone transgender. E così è stato. In un anno, circa, di mandato ha cancellato il divieto di entrare nell’esercito per le persone transgender, ha nominato la dottoressa trans Rachel Levine sottosegretaria alla sanità e la prima ambasciatrice USA apertamente lesbica, Chantale Wong, oltre ad un ambasciatore gay per Svizzera e Liechtenstein;  e ancora, ha firmato uno storico memorandum per i diritti Lgbtq a livello globale dichiarando invece ‘guerra’ alla transfobia, ha nuovamente concesso l’autorizzazione alle ambasciate USA di issare la bandiera rainbow, ha ripristinato l’assistenza sanitaria per le persone trans* e omosessuali ed è infine tornato a dichiarare giugno come mese dei diritti Lgbtqia+, celebrandolo insieme a sua moglie Jill. Insomma ha tracciato di nuovo una strada a mattoncini colorati verso l’inclusione di tutti negli Stati Uniti e lo scatto della famiglia Buttigieg alla Casa Bianca ne è un valido e commovente esempio.