Portare i bambini (degli altri) in un museo o a teatro: a Milano arriva l’affido culturale

Molte volte la cultura non è accessibile a tutti. Nel capoluogo lombardo arriva il progetto per garantire l'educazione dei bimbi più svantaggiati. Ecco che cos'è e come iscriversi

Non sempre la cultura è accessibile a tutti. E soprattutto, non sempre i bambini piccoli hanno la fortuna di avere una famiglia o dei genitori in grado (economicamente, ma non solo) di accompagnarli in un museo, a teatro, al cinema, o semplicemente a fare un giro tra gli scaffali di una libreria. Ecco come mai a Milano è nato il progetto dell’affido culturale, sulla scia di quanto già sperimentato a Roma, Modena, Napoli e Bari.

Affido culturale a Milano, che cos’è il progetto

A organizzare il progetto dell’affido culturale per il Municipio 8 di Milano ci ha pensato Mitades, un’associazione di promozione sociale che da 11 anni lavora nell’ambito educativo dei bambini. Il progetto si basa su un’idea semplice: “Una persona single, una coppia o un genitore, che abitualmente frequenta o porta i suoi figli al cinema, a teatro, al museo o in libreria, organizza l’uscita anche di un’altra famiglia con bambini che non frequenterebbe questi luoghi per differenti cause”, scrive l’associazione Mitades. In concreto, una famiglia che decide di aderire al progetto viene messa in contatto dall’associazione con un’altra famiglia e successivamente, tramite un’app, le due famiglie potranno scegliere tra varie offerte culturali, e quindi decidere se andare insieme in un museo, a teatro, al cinema, in una libreria.

Affido culturale a Milano, come iscriversi

Per iscriversi al progetto dell’affido culturale a Milano, sia in qualità di famiglia che accompagna un bambino, sia in qualità di famiglia che vuole iscrivere il proprio bambino al programma (ma anche in qualità di esercente culturale che vuole aderire al progetto) basta mettersi in contatto con Mitades. Sul sito dell’associazione ci sono tutte le informazioni necessarie per iscriversi e aderire al programma.

Da Roma a Modena, ecco quali città hanno aderito all’Affido culturale

Milano non è l’unica città in Italia in cui esiste l’affido culturale. Per il momento le città che hanno aderito al progetto sono: Roma, Modena, Bari e Napoli. A queste si è dunque aggiunto il capoluogo lombardo. L’obiettivo, adesso, è quello di allargare ulteriormente la rete delle città italiane che hanno aderito al progetto, in modo tale da permettere a quante più famiglie e soprattutto bambini di avere accesso a esperienze culturali di vario tipo. Così la cultura non sarà più un appannaggio riservato a pochi, ma diventerà, in nome dell’inclusione e della coesione sociale, un tesoro destinato a tutti, anche a chi i tesori non può sempre permetterseli.