Prima donna a capo dei servizi segreti. L’ambasciatrice Elisabetta Belloni nuova direttrice del Dis

L'ambasciatrice è stata nominata dal premier Mario Draghi alla guida del Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza e sostituisce il prefetto Gennaro Vecchione

Il Segretario Generale della Farnesina, Elisabetta Belloni

È l’ennesimo tabù che cade: Elisabetta Belloni è il nuovo direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza. L’ambasciatrice romana, 62 anni, segretario generale della Farnesina dal maggio del 2016, è la prima donna alla guida di una struttura dell’intelligence. Un riconoscimento, come altri in questo periodo, che premia la competenza e la capacità femminile in ruoli che finora, per le donne, sembravano inaccessibili.

Il Presidente del Consiglio l’ha nominata in sostituzione all’attuale Direttore generale, il prefetto Gennaro Vecchione, il cui incarico sarebbe scaduto nel 2022 (era stato rinnovato dal governo Conte nel novembre 2020). Il premier Draghi aveva preventivamente informato della propria intenzione il Presidente del Copasir, Raffaele Volpi, e ha voluto ringraziare il prefetto Vecchione per il lavoro svolto a garanzia della sicurezza dello Stato e delle istituzioni.

Belloni è stata, fin da ragazza, una precorritrice dei tempi: fu tra le prime due studentesse donne a essere ammessa all’Istituto Massimiliano Massimo dei Gesuiti, scuola fino a quel momento esclusivamente maschile e la stessa dove ha studiato Mario Draghi. Lo ha fatto anche in seguito, durante la sua carriera al ministero degli Esteri: dall’Unità di crisi alla direzione generale per la Cooperazione allo sviluppo, fino alla nomina a capo di gabinetto del ministro Paolo Gentiloni. In tutte queste posizioni l’ambasciatrice è stata la prima donna al vertice.

Entrata in carriera diplomatica nel 1985, ricoprendo incarichi, tra gli altri, a Vienna e Bratislava. Nel 2004, da capo dell’Unità di crisi,  affronta la tragedia dello tsunami nel sudest asiatico con migliaia di turisti italiani coinvolti, e in seguito i casi dei connazionali sequestrati in Iraq e Afghanistan. Negli anni il suo nome era più volte circolato per il ministero degli Esteri e anche come capo del Dis. A succederle nel ruolo di segretario generale della Farnesina sarà ora Ettore Sequi, attuale capo di gabinetto del ministro degli Esteri, Luigi di Maio.

Alla neo direttrice dei Dis sono arrivati numerosi messaggi di auguri, tra i quali quelli del presidente del Copasir Volpi: “Rivolgo i miei sentiti e sinceri complimenti all’ambasciatore Elisabetta Belloni per il nuovo incarico alla direzione del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis). La vasta esperienza professionale ed il profilo umano sono doti che consentiranno un contributo saldo e costante alla sicurezza nazionale”.

Tra i primi a complimentarsi anche il leader della Lega Matteo Salvini che su Twitter ha scritto: “Buon lavoro a Elisabetta Belloni, donna di valore nominata ai vertici del DIS, e buona prosecuzione al generale Mario Parente (confermato alla guida dell’Aisi, l’agenzia di sicurezza interna, ndr)”.

“La nomina di Elisabetta Belloni alla guida del DIS è un’ottima scelta per le Istituzioni italiane. E il fatto che si commissari ANPAL, rimandando in Mississippi il padre del reddito di cittadinanza e dei navigator è un’ottima notizia. Due passi in avanti”, ha scritto sui social il leder di Italia Viva, Matteo Renzi, commentando le nomine del governo.