Rovazzi in Moldavia con Unicef Italia per aiutare bambini e famiglie in fuga dall’Ucraina

Il celebre cantante e youtuber milanese parteciperà alla missione che dal 26 al 29 marzo porterà aiuti e supporti necessarie ai rifugiati che sono riusciti ad uscire dal Paese in guerra

Il cantante, videomaker e youtuber Fabio Rovazzi in missione per l’Unicef. Il popolare artista, che col singolo di esordio Andiamo a comandare ha ottenuto il primo disco d’oro in Italia esclusivamente con lo streaming, scende in campo per sostenere i bambiniDal 26 al 29 marzo si terrà una missione di Unicef Italia in Moldavia che vedrà come testimonial proprio Rovazzi: il cantante milanese, durante il viaggio, incontrerà i bambini e le famiglie in fuga dall’Ucraina invasa dalle forze russe. Con lui ci sarà il direttore generale di Unicef Italia, Paolo Rozera.

Fabio Rovazzi parteciperà alla missione di Unicef Italia in Moldavia

La missione in Moldavia

Sono oltre 370mila – fa sapere Unicef – finora i rifugiati che si trovano nella Repubblica di Moldavia, in maggioranza donne e bambini. Il team visiterà alcuni progetti che l’Unicef sta realizzando – anche grazie alla generosità dei donatori italiani – a sostegno dei più piccoli e delle famiglie, tra cui i Blue Dots, spazi sicuri istituiti ai valichi di frontiera e nei centri di accoglienza e transito, dove vengono fornite informazioni, supporto psicosociale e protezione. L’Unicef in Moldavia ha fornito cibo pronto all’uso a circa 3mila minori (dai 6 ai 25 mesi), ha procurato 40 kit medici di base per rispondere ai bisogni sanitari di 5mila bambini nei centri di accoglienza, così come antibiotici per circa 9mila piccoli. In stretta collaborazione con l’Unhcr (Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani), ha avviato anche programmi in Moldavia per sostenere 20mila infanti e famiglie con trasferimenti in denaro d’emergenza.

Dopo un mese di guerra, sempre secondo l’Unicef, sono più di 1,8 milioni i bambini che hanno varcato i confini dell’Ucraina e 2,5 milioni quelli che sono sfollati all’interno del Paese, più della metà del numero stimato di 7,5 milioni di bambini presenti in quella nazione. Secondo l’Unhcr, 78 bambini sono stati uccisi e 105 sono stati feriti in Ucraina dall’inizio della guerra il 24 febbraio. Ma queste cifre rappresentano solo i casi che le Nazioni Unite sono state in grado di confermare, e il vero bilancio è probabilmente molto più alto

La Moldavia ha ricevuto circa 370.000 ucraini in fuga nel Paese finora, dopo l’invasione militare della Russia in Ucraina

Comitato Italiano per l’Unicef – Fondazione Onlus

Il Comitato Italiano per l’Unicef – Fondazione Onlus, spesso abbreviato come Unicef Italia, è nato nel giugno 1974 ed è uno dei 33 Comitati Nazionali presenti nei Paesi donatori, che operano sulla base di un Accordo di Cooperazione con l’Unicef Internazionale e secondo una pianificazione congiunta e continuativa delle proprie attività. Come ogni Comitato Nazionale, ha un duplice compito: raccogliere fondi per sostenere i programmi che l’Unicef realizza nei Paesi in via di sviluppo, e informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti e sui bisogni dell’infanzia e dell’adolescenza a livello globale. Per perseguire questi obiettivi, l’Unifec opera attraverso una struttura professionale e una rete composta da migliaia di volontari su tutto il territorio nazionale.