Sanremo, da Damiano dei Maneskin a Amadeus: il pianto degli uomini non è più un tabù

Nella prima serata del festival, tanti momenti carichi di emozione e occhi lucidi. Anche Gianni Morandi si emoziona. Prova del fatto che anche le lacrime sono rock

A Sanremo 2022 le lacrime sono rock. La serata inaugurale della 72esima edizione della kermesse è stata contraddistinta da tanti momenti carichi di emozione e occhi lucidi, segno che il pianto non è più un tabù, nemmeno per i maschi. Amadeus si emoziona al debutto della sua terza edizione del Festival, Gianni Morandi e Massimo Ranieri, due veterani, si mostrano vulnerabili come fosse la loro prima volta. 

Damiano dei Maneskin si emoziona al festival di Sanremo 2022

E anche il bello e dannato del rock italiano piange come un bambino davanti al pubblico dell’Ariston (e a oltre dieci milioni di telespettatori): Damiano David, frontman dei Maneskin, si emoziona e fa emozionare.

La band romana è ospite della prima serata di Sanremo 2022: dopo undici mesi i Maneskin tornano dove tutto è partito. Ci pensa Amadeus ad andare a prenderli a bordo di una golf cart. Ci sono tutti: Victoria De Angelis, bassista, il cantante Damiano David, il chitarrista Thomas Raggi e il batterista Ethan Torchio

E l’Ariston si scatena sulle note rock di ‘Zitti e buoni‘, la canzone della vittoria dello scorso anno. Subito dopo la band che ha conquistato il mondo con talento e linguacce, intona ‘Coraline‘, singolo tratto dal nuovo album ‘Teatro d’ira – Vol 1’. Una ballad rock senza lieto fine, una favola dal testo potentissimo che fa commuovere Damiano mentre la canta: lacrime di gioia misto a tensione che il rocker non ha nemmeno tentato di trattenere, mostrandole come una delle tante emozioni possibili quando si vive un’avventura come la loro. Amadeus lo abbraccia per consolarlo, mentre l’Ariston gli dedica una nuova standing ovation.

Amadeus abbraccia Damiano dei Maneskin dopo il brano “Coraline” al Festival di Sanremo 2022

Certo, per i quattro ragazzi tornare all’Ariston deve essere stata una grande emozione visto che da quel palco è partito il loro cammino che li ha portanti al fianco di Mick Jagger e negli show della tv americana. In un attimo, all’Ariston, il gruppo del momento è tornato ad essere quello che solo qualche anno fa suonava sui marciapiedi di Roma, attonito di fronte a una simile consacrazione. E Damiano David, il bad boy che poi alla fine di cattivo sembra non avere proprio nulla, si scioglie in lacrime.