Circo sociale: sotto il tendone di Tenrock si impara a crescere insieme

La cooperativa sociale di Brindisi cerca di veicolare "l'apprendimento di competenze ed abilità che siano fattori di resilienza"

di DOMENICO GUARINO -
6 maggio 2023
tenrock5

tenrock5

Promuovere corsi ed attività rivolti a giovani e famiglie, mettendo al centro le relazioni, la socialità, la crescita individuale e collettiva attraverso il circo, reinterpretato in senso sostenibile e socialmente attivo. È questa la missione della cooperativa TenRock, di stanza a Brindisi, in Puglia, che con un'equipe interdisciplinare (direttore artistico, artisti circensi, pedagogista, sociologo, educatrici) si pone l’obiettivo di "veicolare l'apprendimento di competenze ed abilità che siano fattori di resilienza rispetto a difficoltà di vita, attraverso l'arte circense".
circo-sociale-tenrock-inclusione

La cooperativa pugliese attraverso l'arte circense promuove la socializzazione e l'inclusione

Un ente no profit in cui le arti diventano strumento di cambiamento sociale, di crescita relazionale, di acquisizione di consapevolezza del proprio corpo e delle proprie emozioni. "I nostri laboratori – racconta la pedagogista Silvia Paradiso, una delle fondatrici di Tenrock – sono sia di tipo ludico-educativo sia di psicomotricità, e vanno a potenziare l’acquisizione di competenze fini e grosso motorie, sia per i bambini piccoli che nell’età adulta. L’intento è quello di promuovere le occasioni di socializzazione, di inclusione e la costruzione di relazioni armoniche. Le arti circensi sono particolarmente indicate per raggiungere questi obiettivi. Si pensi infatti alla giocoleria: per riuscire bisogna guardare negli occhi il proprio compagno o la propria compagna, sviluppando quel sentimento di fiducia reciproca che è alla base di tutte le relazioni positive".

Esiste, in Italia, una rete di associazioni che lavorano sul concetto di circo sociale?

circo sociale tenrock

Silvia Paradiso, una delle fondatrici della cooperativa di Brindisi

"Siamo ancora poche, anche se esiste un coordinamento. In Europa questo concetto e la tradizione ad esso legata sono molto più diffusi. A livello territoriale siamo comunque dentro una rete associativa che lavora sui temi dell’inclusione con un’ottica di comunità educante, in cui ognuno si prende in carico un pezzettino del lavoro. Noi in particolare facciamo laboratori in diverse località, a breve anche con il tendone, e grazie al programma Erasmus Plus che ci è stato sempre vicino, supportandoci e finanziando diversi progetti, abbiamo avuto la possibilità di confrontarci e fare esperienze in tutta Europa, dove il patrimonio del circo sociale è da tempo considerato un cardine delle politiche di inclusione".

Da dove nasce il suo specifico interesse?

"Io credo nella cultura e nelle potenzialità dell’arte circense. Come pedagogista e assistente sociale, lavorando da oltre 20 anni nel campo dei minori, donne, bambini, genitorialità fragile, ho maturato la consapevolezza di quanto siano importanti gli interventi non strutturati in maniera formale ma che partano dal gioco e dall’attività ludica, per costruire relazioni positive e momenti di sostegno.
circo sociale tenrock inclusione

I laboratori promossi dalla cooperativa sono sia di tipo ludico-educativo sia di psicomotricità

Come accennavo, infatti, le attività di giocoleria circense devono necessariamente mettere in campo la parola ‘fiducia’ nell’altro e quindi sono molto importanti nel costruire, ad esempio,  la dimensione di genitorialità, che talvolta in certi contesti è molto fragile. Il circo ha una grande cultura e una grande storia che oggi va trasferita rispetto all’evoluzione delle coscienze e del pensiero. Il circo sociale fa questo, mettendo sempre al centro le emozioni, in ossequio alla tradizione. Non si assiste più tanto ad una performance, ma ad una storia, esattamente come si fa in teatro. Una storia che, nel nostro caso, deve avere effetto attraverso un impatto emotivo. La sfida è questa".

La cooperativa

circo sociale tenrock inclusione

La cooperativa Tenrock è stata fondata nel 2014 con lo scopo di portare una formazione educativa nelle aree svantaggiate e di degrado

La Cooperartiva TenRock è stata fondata nel 2014 con l'obiettivo di favorire l'inclusione di giovani in area svantaggiate. Niente animali, solo spettacolo fatto di acrobazie unite al teatro e alla danza. I partecipanti sono coinvolti in corsi, laboratori, seminari di scambio, stage e residenze creative. Come si legge sul sito, vuole essere un tendone da circo itinerante, che gira in Italia e all'estero portando la formazione, attraverso le arti circensi e teatrali, nei quartieri urbani che vivono il degrado sociale: l'accoglienza e la cura dei minori svantaggiati, la lotta alla povertà educativa, la cultura e la lotta alla dispersione scolastica, la devianza minorile. ​