Esplode "Learnn", il Netflix della formazione professionale per la Gen Z

Entro il 2025 oltre il 50% dei lavoratori dovrà aggiornare o resettare le proprie competenze. Mastella: “Nei prossimi anni ci formeremo con la stessa facilità con cui guardiamo serie TV”

di MAURIZIO COSTANZO -
28 agosto 2023
Praesenz-Seminar-E-Learning-Angebote-entwickeln

Praesenz-Seminar-E-Learning-Angebote-entwickeln

Consigli alla Gen Z per prevenire la disoccupazione da mancanza o carenza di competenze digitali. Sì, perché entro il 2025 oltre il 50% dei lavoratori dovrà aggiornare o resettare le proprie competenze per non rischiare di perdere il proprio lavoro. E la Generazione Z può giocare d'anticipo per prevenire un fenomeno acuito dall'obsolescenza dei programmi formativi scolastici. “Nei prossimi anni ci formeremo con la stessa facilità con cui guardiamo serie TV" si spinge a dichiarare Luca Mastella per raccontare il format dei suoi corsi di formazione professionale, pensati per essere guardati come vere e proprie programmi televisivi. Le evoluzioni tecnologiche investono anche il mondo del lavoro, costringendo i professionisti a cercare metodi di aggiornamento delle competenze alternativi ai programmi di formazione aziendale.

La formazione digitale

learnn-app-formazione-digitale

Learnn promuove un metodo di formazione a 360 gradi con un’offerta di oltre 200 corsi e workshop

Con un valore di 235,5 miliardi di dollari nel 2022, il mercato globale della formazione digitale potrebbe raggiungere i 648,6 miliardi di dollari entro il 2030: sono questi i dati che emergono dal Rapporto e-Learning Market di Beyond Market Insights, società internazionale di consulenza e ricerche di mercato. Ma quali sono i fattori che spingono la crescita del settore? Lo spiega Learnn, piattaforma streaming per lo sviluppo di competenze digitali che, grazie anche al lancio del corso “AI e ChatGPT”, ha raggiunto 110mila utenti totali, 35mila abbonamenti e clienti aziendali come RDS, Decathlon, Treatwell, xFarm, Will Media: “Il mondo del lavoro evolve insieme alle innovazioni tecnologiche e lascia indietro chi non rimane aggiornato: Learnn nasce nel 2020 con l’obiettivo di intervenire su questo gap rivolgendosi a chiunque senta il bisogno di rigenerare o approfondire le proprie competenze professionali per rimanere competitivo. Come? Attraverso un’offerta di corsi innovativi, fruibili con un unico abbonamento come se fosse Netflix da App e da desktop, un modello che vuole formare a 360 gradi", afferma l'imprenditore ferrarese, founder e head of growth di Learnn, sottolineando il ruolo cruciale della nuove tecnologie nell’ambito della formazione professionale.

L’e-Learning compensa la mancanza di programmi formativi accessibili

La tecnologia viaggia ma, secondo il 2023 LinkedIn Workplace Learning Report, solo il 2% delle aziende al mondo afferma di avere un programma di aggiornamento o riqualifica professionale in fase matura. La conseguenza è che, come emerso dal World Economic Forum, oltre il 50% dei lavoratori dovrà aggiornare o resettare le proprie competenze entro il 2025 per non rischiare di perdere il proprio lavoro.
 
Visualizza questo post su Instagram
 

Un post condiviso da Learnn (@learnn)

Si inserisce qui la crescita del settore dell’e-Learning e dell'azienda stessa, con oltre 200 corsi e workshop per un totale di oltre 400 ore a tema Marketing, Tech, Design e Business sviluppati da esperti provenienti da aziende come Meta, Binance, Serenis, NeN, Canva, NearForm, NotJustAnalytics, Chef In Camicia. Si rivolge per il 33% dei propri abbonati a dipendenti, per il 33% a liberi professionisti, per il 24% a imprenditori e per il 10% a studenti. “Di fatto ci sostituiamo ai programmi di formazione selezionando i migliori esperti per settore ed erogando corsi che hanno l’obiettivo di sviluppare competenze in linea con le innovazioni digitali e le richieste del mercato del lavoro. Su Learnn è infatti possibile imparare a padroneggiare strumenti come Instagram, Advertisement, SEO, LinkedIn, Canva, Excel, AI, Python, Javascript e tanto altro. Non a caso abbiamo dedicato una sezione della nostra app alle offerte lavorative e gli utenti possono condividere le nostre certificazioni su LinkedIn con un click", chiarisce Mastella.

Il modello formativo ispirato a Netflix

Pensati più per intrattenere con la formazione che per istruire alla vecchia maniera, i corsi possono essere iniziati gratuitamente con solo la propria email o fruiti interamente con il pagamento di un abbonamento di €9.99 al mese. Articolati in più lezioni in streaming, possono essere stoppati e ripresi a proprio piacimento in più sessioni. Per seguirli basta accedere alla piattaforma, iscriversi, scegliere un abbonamento trimestrale o annuale, selezionare lezioni e workshop di interesse e verificare le competenze acquisite con la possibilità di condividere la certificazione su LinkedIn con un click. Sull’App è presente anche una sezione dedicata alle offerte lavorative.
learnn-app-formazione-digitale

Luca Mastella, founder e head of growth di Learnn

“Il comportamento dei nostri utenti ci porta a pensare che nei prossimi anni sempre più professionisti utilizzeranno il tempo morto durante la giornata per formarsi e aggiornarsi professionalmente, andando a ritagliarsi degli spazi che prima, magari, venivano dedicati all’intrattenimento. Per questo è necessario che le modalità di erogazione della formazione siano quanto più simili agli strumenti con cui ogni giorno ci interfacciamo - penso a Netflix o Spotify ad esempio - per essere davvero accessibili e fruibili, rendendo così l’aggiornamento professionale un passatempo piacevole e allo stesso tempo utile. Le lezioni ideate dai nostri esperti sono tecniche, ma partono dalle basi con esempi concreti e casi studio applicabili" conclude il founder. Un modello vincente che si riscontra nel comportamento degli utenti che, mediamente, rimangono connessi 25 minuti e seguono 15 lezioni a sessione, e che potrebbe portare la società a una crescita di 200.000 utenti entro la fine dell’anno. Learnn è disponibile in versione gratuita con il Piano Free, grazie al quale è possibile avere accesso alle basi di tutti i 200+ corsi .

A proposito di Learnn

Fondata nel 2020 da un’idea di Luca Mastella, imprenditore digitale ferrarese classe 1989 e docente esterno di Marketing e Business presso l’Università Bocconi, la piattaforma streaming di sviluppo di competenze digitali promuove un metodo di formazione a 360 gradi con un’offerta di oltre 200 corsi e workshop. Nel 2023 ha raggiunto 110mila utenti totali, 35mila abbonamenti professionali e clienti come RDS, Decathlon, Treatwell, xFarm, Will Media.