“Scopriamo insieme gli ambasciatori e le ambasciatrici di luce”: esempi virtuosi dei valori della diversità e dell’inclusione

Durante il quarto incontro del Comitato scientifico di "Luce" i membri del board hanno discusso, insieme alla direttrice Pini e ai membri del Gruppo Monrif, l'istituzione di un riconoscimento per "i tedofori che, anche inconsapevolmente, portano avanti la fiaccola dei nostri valori". Questo sarà presentato all'evento "Un anno di Luce" il prossimo 30 novembre e gli esperti avranno un anno per scovare le "Scintille nel buio", 'campioni' dell'inclusione da far conoscere ed emulare

Sarà anche l’occasione per presentare una rosa di “portatori e portatrici di luce”, selezionati dai membri del Comitato scientifico, il grande evento in programma per il 30 novembre al Teatro La Pergola di Firenze.
Una serata per festeggiare il primo anno di vita del progetto editoriale “Luce!”, dedicato ai temi della diversità, dell’inclusione e della coesione, del Gruppo Monrif. Guidata da Agnese Pini, direttrice de “La Nazione”, e composta da un pool di giornalisti appartenenti a tutte le testate del Gruppo QN Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno, la redazione si confronta quotidianamente con argomenti e realtà in costante evoluzione: diritti umani, condizione femminile, sessualità, etica del fine vita, sostenibilità aziendale, economia green, rivoluzione digitale, social network e tutti i rivoli di una società fluida tanto nel lavoro, quanto nella comunicazione e nei sentimenti. Disponibile sul web e sui social “Luce!” (www.luce.lanazione.it) connette le generazioni attorno ai temi della diversità e dell’inclusione, per dare voce a una società contemporanea in potente evoluzione. Dalle politiche sociali al tema dei diritti, dalle strategie economiche delle aziende alle storie di quotidiani eroismi, dalle riflessioni sul linguaggio e sulla comunicazione alle opinioni, alle immagini dei luoghi e di protagonisti più iconici dei cambiamenti culturali in atto.

Ed è proprio in quest’ottica che il Comitato scientifico – composto da il sondaggista Nando Pagnoncelli, la filosofa Laura Boella, l’economista comportamentale e senior advisor sul talento Luisa Bagnoli, lo scrittore e sceneggiatore Ivan Cotroneo, il dirigente sportivo e pentatleta Luca Pancalli, l’attivista e filantropa dell’edutainment Claudia Segre, l’imprenditore sociale Luca Trapanese, la scrittrice e founder di “Venti” Sofia Viscardi, l’attivista per i diritti civili Francesca Vecchioni – selezionerà gli “ambasciatori e ambasciatrici di luce”, da porre sotto i riflettori nel novembre del 2022, in occasione del secondo compleanno del canale.

Le proposte del Comitato

Scintille nel buio – ha spiegato Laura Boella, professoressa ordinaria di Filosofia morale e di etica dell’ambiente presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università Statale di Milano, durante il quarto incontro (lunedì 8 novembre, ndr) del Comitato scientifico di “Luce!” -. Il nostro compito sarà identificare “ciò” che è messo ai margini, lasciato nel buio… Accendendo un faro su realtà, persone, classi, protagonisti capaci di realizzare qualcosa di straordinariamente ordinario nel campo dell’inclusione”.
Portatori e portatrici di valori da noi condivisi, senza il limiti e i vincoli imposti da categorie”, le parole dello scrittore, sceneggiatore e regista, Ivan Cotroneo. “Ottimi esempi, che magari possano essere emulati, nell’ottica dello spirito di “Luce”“ che, come membri del Comitato scientifico, abbiamo sposato”, sottolinea invece Claudia Segre.
“Non un premio, ma un riconoscimento a protagonisti che verranno individuati nel corso di un anno, spaziando nei campi più diversi (dall’imprenditoria al giornalismo, dal cinema all’insegnamento) dal nostro autorevolissimo Comitato scientifico – sottolinea la direttrice de “La Nazione” Agnese Pini -. Persone o pool, tedofori capaci di portare, anche inconsapevolmente, la “fiaccola” dei valori di “Luce!”, passando magari il testimone ad altri, grazie al loro esempio”, ha aggiunto.
“Ci muoveremo con coscienza nell’ottica del Nuovo Rinascimento – interviene Luisa Bagnoli -. Solo l’amore per il talento altrui può portare alla collaborazione e alla co-creazione di soluzioni circolari, positive per tutti”. Storie speciali in quanto “la normalità non esiste, nessuno può stabilire chi e cosa è normale: siamo invece persone caratterizzate dai nostri difetti, siamo imperfetti e per questo unici“, per usare le parole di Luca Trapanese.

L’evento “Un anno di Luce!”

Tornando alla serata del 30 novembre, tutti i lettori sono quindi invitati a partecipare all’evento “Un anno di luce!” al Teatro La Pergola di Firenze, per incontrare i membri del Comitato scientifico, i personaggi “Luce!” dell’anno, e vivere insieme le emozioni di una serata speciale, che vedrà Francesca Michielin, artista che rappresenta i valori del sito, protagonista di un inedito incontro di “parole e musica”. I posti sono limitati ed è possibile prenotarsi a questo link.