Snoop Dogg denunciato per violenza sessuale. Una ballerina: “Mi ha costretto a praticargli sesso orale”

Il rapper americano e il suo collaboratore Bishop Don "Magic" Juan sono stati accusati di molestie. Snoop ha risposto su Instagram: "È iniziata la stagione dei cercatori d'oro"

Snoop Dogg è stato accusato di violenza sessuale. A tre giorni dall’inizio del Super Bowl 2022 – dove Snoop si esibirà – il rapper americano è stato denunciato in California da una sua ex ballerina che l’accusa di molestie sessuali nei suoi confronti e nei confronti di un’altra ballerina. Secondo la denuncia presentata al tribunale federale di Los Angeles, Snoop Dogg avrebbe costretto le due donne a compiere atti sessuali durante le riprese di uno show televisivo. A riportare la notizia è il Los Angeles Times.

Cos’avrebbe fatto Snoop Dogg alla ballerina?

La ballerina, che ha scelto di rimanere nell’anonimato, ha presentato mercoledì scorso la denuncia al tribunale federale di Los Angeles. In base ai documenti, la causa riguarderebbe non solo Snoop Dogg, ma anche il suo collaboratore Donald Campbell, in arte Bishop Don “Magic” Juan. In particolare secondo l’accusa, il 29 maggio 2013, dopo una serata nello studio di Snoop Dogg, la ballerina ha accettato un passaggio in macchina da Don “Magic” Juan e dopo essere stata accompagnata nella casa di quest’ultimo sarebbe stata molestata. La mattina dopo la molestia la ballerina è stata riportata nello studio di Snoop Dogg per un’audizione, che lei stessa avrebbe accettato di fare “nella speranza che aiutasse la carriera”, ha dichiarato la ballerina nella denuncia. Poco dopo l’inizio dell’audizione però la donna si è sentita male ed è andata in bagno. Qui, denuncia la ballerina, Snoop Dogg l’ha raggiunta e dopo aver chiuso a chiave la porta del bagno, l’ha costretta a praticargli sesso orale. “Dopo qualche minuto Snoop si è ritirato, insoddisfatto dalla riluttanza e dal disgusto della donna” – si legge nella denuncia -, poi si “è masturbato e le ha eiaculato addosso”, lasciandola in bagno “umiliata, terrorizzata e nel panico”.

Il post su Instagram di Snoop Dogg: “È iniziata la stagione dei cercatori d’oro”

La risposta di Snoop Dogg: “È iniziata la stagione dei cercatori d’oro”

La ballerina ha chiesto risarcimenti per un importo imprecisato. Per ora nessuna risposta ufficiale è arrivata dai legali di Snoop Dogg e di Bishop Don “Magic” Juan. Tuttavia, il rapper americano ha pubblicato su Instagram un post in cui è scritto: “È iniziata la stagione dei cercatori d’oro. State attenti novellini, mantenete alta la guardia”. Così ha scritto Snoop Dogg nel post, accompagnato questo da emoji di avvocati, poliziotti e sacchi d’oro.

La prima volta in cui Snoop Dogg fu accusato di molestie sessuali

Quella della ballerina non è la prima denuncia per molestie sessuali che Snoop Dogg ha ricevuto. Nel 2003 la make up artist Kylie Bell accusò il rapper di averla violentata dopo una registrazione di ABC “Jimmi Kimmel Live”. Bell spiegò che le era stato servito da un collaboratore di Snoop Dogg un bicchiere di champagne per festeggiare la registrazione. Ma il drink l’avrebbe lasciata “incapace di muoversi” e di “controllare il suo corpo”. Così Snoop e i suoi collaboratori ne avrebbero approfittato per abusare di lei. Poco tempo aver rilasciato queste accuse, Kylie Bell fu accusata di estorsione dallo stesso Snoop Dogg. E in seguito a questa denuncia, la make up artist rinunciò alla sua causa, spiegando che la questione tra i due si era “risolta amichevolmente”.

Super Bowl 2022, Snoop Dogg con Eminem e Dr. Dre all’Halftime Show

Domenica 13 febbraio Snoop Dogg suonerà per la prima volta insieme a Eminem, Dr. Dre, Kendrick Lamar e Mary J. Blige all’Halftime Show del Super Bowl. Snoop non si era mai esibito prima in un Halftime Show. “Spero che l’NFL faccia la scelta giusta – aveva dichiarato il rapper -. Io sono disponibile, così come Dre, Eminem, Kendrick Lamar, 50 Cent… non importa chi sceglierà Dr. Dre, dovrà essere un evento professionale e gigantesco”. Ecco il trailer dell’Halftime Show pubblicato su YouTube: