Warner Bros taglia Batgirl a produzione conclusa: il film con Leslie Grace non uscirà mai in sala

di EDOARDO MARTINI -
6 agosto 2022
Batgirl

Batgirl

Incredibile ma vero. Batgirl, il film che il prossimo aprile avrebbe dovuto riportare Michael Keaton nei panni di Batman al fianco della protagonista Leslie Grace, è stato completamente “accantonato” da Warner Bros. Dopo più di sei anni in produzione e un investimento compreso tra i 70 e i 100 milioni di dollari, lo studio ha deciso di non pubblicare il film. La decisione è stata presa dopo aver visionato "l'indifendibile" pellicola completa. Si tratta di un caso di "film fantasma" e di uno dei rarissimi casi in cui una pellicola fatta e finita viene scartata dalla casa di produzione.

Leslie Grace a Glasgow durante le riprese del film

"Leslie Grace è un'attrice incredibilmente talentosa"

La sorprendente decisione arriva dopo un cambio di leadership alla Warner Bros., con il nuovo CEO David Zaslav che ha intenzione di dare la priorità alle misure di riduzione dei costi e che, dopo la fusione con Discovery, rifocalizza la Warner sulla creazione di film cinematografici piuttosto che sui progetti per lo streaming. Un portavoce dell'azienda ha dichiarato: "La decisione di non rilasciare Batgirl riflette il cambiamento strategico della nostra leadership in relazione all'universo DC e HBO Max. Leslie Grace è un'attrice incredibilmente talentuosa e questa decisione non è un riflesso della sua performance". Batgirl non aveva ricevuto una sola menzione al panel del Comic-Con della DC a San Diego a luglio, una mossa insolita che aveva già sollevato qualche sospetto, soprattutto alla luce della presentazione della Marvel, che ha annunciato più di una dozzina di film per le Fasi 5 e 6 del MCU, in uscita entro l’autunno 2025.

Ezra Miller nei panni di The Flash

Il sogno infranto dell'attrice

Il DCEU perde quindi la sua Batgirl, una situazione sfortunata per Leslie Grace, che nell'ultimo anno si era detta più volte molto felice di aver ricevuto l'opportunità di interpretare l'eroina dei suoi sogni. Lo scorso aprile l'attrice aveva anche parlato di un potenziale sequel, ma a questo punto è decisamente improbabile rivederla nei panni della vigilante di Gotham. La decisione è comunque scioccante, poiché gli studios non accantonano quasi mai le produzioni a titolo definitivo, preferendo ottenere almeno un ritorno sul loro investimento. Senza considerare che la Warner Bros. è ancora combattuta su cosa fare di The Flash, adattamento DC creato, e preventivato, appositamente per l’uscita nelle sale nel 2023, e che è stato completamente ostacolato dalle ripetute accuse di abusi e cattiva condotta da parte del suo protagonista, Ezra Miller.