Starlink, cos’è il ‘super Internet’ che Elon Musk ha attivato in Ucraina

In un tweet, il patron di Tesla e SpaceX ha dichiarato di aver messo a disposizione degli ucraini il suo sistema di connessione satellitare. Ma che cos'è e perché è diverso dal 'normale Internet'

Elon Musk si schiera al fianco dell’Ucraina nella guerra contro la Russia. Il patron di Tesla SpaceX ha infatti deciso di mettere a disposizione degli ucraini il suo servizio di ‘Internet super veloceStarlink. Ad annunciarlo è stato lo stesso Elon Musk su Twitter. Ma che cos’è Starlink e come aiuterà l’Ucraina nella guerra contro la Russia?

Poche parole quelle di Elon Musk, che dichiara su Twitter: “Il servizio Starlink è ora attivo in Ucraina. Altri terminali sono in arrivo”. Il messaggio è stato diffuso dal patron di Tesla in risposta a un messaggio dai toni polemici di Mykhailo Fedorov, vice primo ministro dell’Ucraina e ministro della Trasformazione Digitale. Fedorov aveva infatti scritto un messaggio sabato 26 febbraio su Twitter in cui si appellava proprio a Elon Musk: “Mentre tu provi a colonizzare Marte, la Russia cerca di occupare l’Ucraina! Mentre i tuoi razzi atterrano con successo dallo spazio, i razzi russi attaccano la popolazione civile ucraina! Ti chiediamo di fornire all’Ucraina le stazioni Starlink e di rivolgerti ai russi sani di mente di sostenere la causa ucraina”. La risposta di Elon Musk non si è fatta attendere e il patron di Space X ha attivato subito il servizio per la popolazione ucraina.

Ma che cos’è Starlink? In sostanza, Starlink è un sistema di connessione Internet satellitare in grado di far arrivare la banda ultra-larga a bassissima latenza in ogni angolo del pianeta. Il sistema, non ancora completato e attualmente in fase di costruzione, si basa infatti su una costellazione di oltre 2mila satelliti (l’obiettivo è arrivare a 12mila mini-satelliti) collocati nell’orbita terrestre. Il servizio di Internet Starlink si distingue dalle attuali offerte Internet soprattutto per i tempi di latenza. Se infatti le attuali tecnologie arrivano a latenze di 600ms, il tempo di latenza di Starlink si dovrebbe aggirare intorno ai 25-35 ms. Con Starlink dunque, la popolazione ucraina avrà accesso a una rete Internet satellitare decisamente più veloce e stabile di quella regolare. E la Russia non potrà impedirlo. In Ucraina, infatti, dopo l’invasione russa, il ministero della Trasformazione Digitale ucraino aveva denunciato crescenti problemi di connessione Internet.

Elon Musk, 50 anni, è il fondatore di Tesla e SpaceX

Da Anonymous a Zuckerberg: la guerra informatica alla Russia

La guerra informatica alla Russia si combatte su più fronti. Anonymous, collettivo internazionale di hacker, si è schierato con l’Ucraina e da giorni i siti del Cremlino e del ministero della Difesa russo sono stati messi offline. Nella rete degli hacker sarebbero finiti anche l’emittente televisiva RT e altre aziende filo-russe. In un tweet il collettivo ha spiegato che “Anonymous è attualmente impegnato in una vera e propria guerra informatica contro il governo russo e la macchina da guerra assassina di Putin”.

Anche Meta, il gruppo di Mark Zuckerberg, ha annunciato il proprio sostegno all’Ucraina “bloccando fake news e limitando la diffusione della disinormazione” su Facebook, Instagram, WhatsApp, Messenger. Così ha riferito Kiev. Secondo il Guardian anche Google avrebbe preso iniziative contro l’invasione russa. In particolare, YouTube avrebbe sospeso diversi canali russi. In un comunicato viene spiegato che “è stata sospesa la capacità di un certo numero di canali di monetizzare su YouTube, tra cui diversi canali russi”.